Torino

Prima candelina per il Polo del ‘900. Da festeggiare con un nuovo direttore

  • Pubblicato il: 15/03/2017 - 11:34
FONDAZIONI D'ORIGINE BANCARIA

Il prossimo mese compirà un anno il Polo del ‘900, fondazione di partecipazione nata ad aprile scorso dalla visione collegiale di Comune di Torino, Regione Piemonte e Compagnia di San Paolo. Centro culturale situato nel complesso juvarriano dei Quartieri Militari, è un luogo dedicato alla formazione e sviluppo comunitario sui grandi temi che arrivano alla contemporaneità in quanto eredità storica, sociale, economica e politica del ‘900. Identità multiple, fonti documentarie cospicue, numerose esperienze e competenze convergono nelle progettualità di 19 istituti culturali direttamente coinvolti nel progetto, che sviluppano un discorso a cavallo tra memoria e attualità. “Ognuno con un patrimonio importante, specializzato e unico (..) occorre ripensare la missione, il modello gestionale e la relazione con la società civile”.  Abbiamo discusso dei primi 365 giorni  con Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo e Sergio Soave, Presidente della Fondazione Polo del ‘900 – in attesa del primo direttore che sarà nominato dopo il prossimo mese.. “Il Polo non è un progetto federativo: gli enti partner mantengono autonomia gestionale e amministrativa, nonché ovviamente culturale; quel che lo caratterizza è una forte vocazione alla progettazione integrata di servizi per il pubblico” Un modello replicabile?

Autore: 
Giangavino Pazzola

Rinascono le OGR con un distretto della creatività

  • Pubblicato il: 15/03/2017 - 11:30
FONDAZIONI D'ORIGINE BANCARIA

La Fondazione CRT ha presentato le nuove OGR, un progetto per Torino incentrato sull’innovazione artistica e tecnologica,  perno della collaborazione con le eccellenze culturali e della ricerca piemontese. Le OGR, la grande architettura industriale di 20.000 mq un tempo adibita a Officine Grandi Riparazioni ferroviare il cui recupero ha richiesto un investimento di 90 milioni di euro,  uno dei più ampi cantieri di riconversione di archeologia post-industriale, apriranno al pubblico il 30 settembre, data di  inizio del Big Bang, una festa che proseguirà nelle prime due settimane di ottobre, a cui faranno seguito una continua rotazione di eventi

Autore: 
Rebecca De Marchi

L’architettura è di chi la usa. A Torino un nuovo soggetto per fare cultura e diffondere la qualità di progetto

  • Pubblicato il: 15/01/2016 - 12:45
FONDAZIONI PER LA CULTURA

Dalla necessità di una comunicazione più incisiva, semplice, chiara e dalla volontà di ripensare la personalità di Fondazione OAT, nasce la nuova identità visuale di Fondazione per l’architettura/Torino. Un’operazione di rebranding a cura di Luca Ballarini e dei progettisti di Bellissimo destinata a un target variegato, partendo dal coinvolgimento dei 6964 iscritti all’Ordine degli Architetti di Torino. Aspettando IFLA 2016 a Torino,  il Congresso Mondiale dei Paesaggisti

 

Autore: 
Giangavino Pazzola

Social Innovation Citizen: il networking al servizio dei contenuti sull’innovazione sociale

  • Pubblicato il: 04/12/2015 - 09:07
NOTIZIE

Negli spazi di Open Incet – Centro per l’Innovazione Aperta della città di Torino – si è svolta la quarta tappa del Road Tour del SIC, attività organizzata da Agenzia Nazionale per i Giovani e Italia Camp per offrire ai giovani innovatori italiani la possibilità di conoscersi e costruire una rete relazionale per lo sviluppo di buone pratiche e progettazione nel campo dell’innovazione sociale. Dopo Firenze, Matera e Messina, il tema della trasformazione urbana e dell’economia collaborativa è stato declinato sulle esperienze presenti nel capoluogo piemontese durante un confronto dinamico, con approccio volutamente destrutturato e portatore di stimoli per una riflessione futura

Autore: 
Giangavino Pazzola

Artissima, tra offerta e produzione culturale

  • Pubblicato il: 15/11/2015 - 19:51
NOTIZIE

Superato l’intenso weekend che archivia l’edizione 2015 della principale fiera pubblica dedicata all’arte contemporanea, è tempo di rilanciare con nuovi obiettivi. Qualità dei contenuti, centralità del collezionismo e della filantropia, capacità di includere altre audience sono temi che partono dall’area espositiva dell’Oval, integrata nella struttura del Lingotto Fiere, e investono il tessuto culturale ed economico della città. Una sfida che è stata raccolta nei giorni a seguire anche dal Forum Cultura organizzato da Repubblica, nel quale il Sindaco Piero Fassino, i segretari generali di Compagnia di San Paolo e CRT, i presidenti di CRT, Fondazione Torino Musei e della Consulta di Torino, prospettano un adeguamento nel modello di sviluppo a base culturale della città: da attrattore turistico a catalizzatore e generatore di energie produttive

Autore: 
Giangavino Pazzola

Vocazione fotografia. Torino

  • Pubblicato il: 15/09/2015 - 10:08
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA
©Andrea Guermani
Nella capitale del contemporaneo nasce la Fondazione Camera-Centro italiano per la fotografia. Un progetto ideato da Lorenza Bravetta, un cervello di ritorno, dopo la brillante carriera in Magnum Photo a Parigi –anzi nel mondo – che l’ha portata alla direzione commerciale per l’Europa. Dopo le prove generali di collaborazione con la presentazione in città, nelle sedi piùprestigiose (da Palazzo Madama a Palazzo Reale, Fondazione Merz e Sandretto, Forte di Bard), delle opere dei grandi maestri del linguaggio che ha segnato il XX secolo, eccola con una istituzione che capitalizza una lunga storia del territorio, della produzione, del collezionismo e della FIF-Fondazione Italiana della Fotografia, oggi commissariata. Affianco alla Bravetta, a sostenere il progetto, ci sarà lo stimato professionista e collezionista Emanuele Chieli, promotore dell’iniziativa per amore della fotografia e passione per le sfide. I fondatori sono Intesa Sanpaolo, Magnum Photos, l’Associazione Promotori della Fondazione CAMERA, mentre Eni è partner istituzionale. La Città di Torino è stata da sempre al fianco di Camera, grazie al Sindaco Piero Fassino che ha creduto nel progetto fin dai primi passi
Autore: 
Giangavino Pazzola

Torino Tour for All (ToTo4All): turismo accessibile e inclusivo

  • Pubblicato il: 16/03/2015 - 09:53
FONDAZIONI D'ORIGINE BANCARIA

Arriva a Torino un progetto di turismo accessibile, per tutti e di tutti, che può costituire un modello di ispirazione internazionale. Lo si deve a Fondazione CRT, che ha aderito alla «Lega delle città storiche accessibili», varata dall’EFC-European Foundation Center , ente che riunisce le grandi realtà filantropiche

Autore: 
Eugenia Monzeglio

L’Italia delle Meraviglie

  • Pubblicato il: 16/03/2015 - 01:14
FONDAZIONI PER LA CULTURA

Dal 14 al 18 maggio, si svolgerà l’ultima edizione del Salone del libro di Torino guidata dai gemelli del goal, gli storici Rolando Picchioni, Presidente, ed Ernesto Ferrero, Direttore, che l’hanno portato al successo. Secondo a livello europeo, dopo la Buchmesse di Francoforte. Dai 100.000 visitatori e 553 espositori del 1988, il Salone ha toccato quasi le 340mila presenze di pubblico e 1.400 espositori, nonostante un budget in caduta libera. Dai 7,5 ml del 2012; il 2014 chiuderà intorno ai 4/4,1 ml, salvaguardando la qualità. Nell’era del digitale, della crisi delle librerie, ogni anno il salone si rivela una «magia». Tema della XXVIII edizione «L’Italia delle meraviglie». Parliamo del futuro dell’istituzione con Valentino Macri, Segretario Generale, della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura
 

Autore: 
Catterina Seia

Torino Creativa: i centri indipendenti di produzione culturale nel territorio torinese

  • Pubblicato il: 16/02/2015 - 13:36
STUDI E RICERCHE

Cosa sono i centri indipendenti? Chi li anima? Come agiscono sui cambiamenti dello spazio urbano? La produzione culturale nelle città è una risorsa di energie da conoscere e valorizzare. Enrico Bertacchini e Giangavino Pazzola ragionano su quel capitale sociale di talenti e creatività che prende la forma di associazioni, comunità, consorzi, gruppi spontanei e cooperative che producono cultura nel capoluogo piemontese. Anticipazioni di una ricerca sui centri di produzione culturale indipendente nel contesto torinese e sul loro ruolo nel favorire l’atmosfera creativa della città come soggetti attivi della trasformazione urbana avvenuta negli ultimi anni. I risultati complessivi verranno divulgati a metà marzo in una pubblicazione curata ed edita dal GAI – Comune di Torino

Autore: 
Enrico Bertacchini e Giangavino Pazzola

Pagine