Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore

Cristina Casoli

Palazzo Te fa Scuola sul fare Arte

  • Pubblicato il: 15/07/2018 - 00:01
MUSEO QUO VADIS?
Una scuola residenziale per ripensare il futuro della città attraverso le arti. L’economista Stefano Baia Curioni, che presiede la Fondazione Palazzo Te, vara il progetto chiamando l’artista visivo Stefano Arienti, la poetessa e drammaturga Mariangela Gualtieri, il ballerino e coreografo Virgilio Sieni.  Rispondono “assessori alla cultura, attori, allievi del conservatorio, insegnanti, ricercatori, mediatori, rappresentanti di imprese e associazioni. Un terzo  è mantovano, il resto proviene  da fuori. Tre partecipanti sono arrivati grazie a borse di studio della Yale School of Art, la scuola d’arte più importante degli Stati Uniti».
Rubrica di ricerca in collaborazione con il Museo Marino Marini
Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

L’Arte in gioco

  • Pubblicato il: 15/07/2018 - 00:00
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA
Un premio d’arte contemporanea per sviluppo, coesione sociale e benessere della periferia urbana delle Fondazioni Made in Cloister  e Big Sky, con il Museo Madre, in partnership con l’Associazione Aste&Nodi. Il progetto nasce grazie al sostegno del MiBAC e di SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura” e gode del supporto della Fondazione Morra. Una opportunità destinata ad artisti italiani under 35, a cura di Chiara Pirozzi.  “L’Arte in gioco intende analizzare il ruolo dell’arte nelle pratiche di rigenerazione urbana: fino a che punto l’arte può contribuire al benessere e alla coesione sociale in contesti difficili? Quali posso essere i rischi di un utilizzo errato del ruolo dell’arte? Quale approccio deve porre in essere l’artista nell’analisi e nel dialogo con il quartiere e i suoi abitanti?
Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Per Aspera ad Astra

  • Pubblicato il: 15/06/2018 - 13:01
CULTURA E WELFARE

Compagnia teatrale della Fortezza di Volterra, capofila di un progetto nazionale sperimentale sul Teatro in Carcere con ACRI – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa e Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra di cui Carte Blanche (l’associazione che dall’origine lo gestisce) è responsabile. A “Per aspera ad astra – come riconfigurare il carcere attraverso la cultura e la bellezza”, hanno dato la propria adesione sei Fondazioni di origine bancaria: Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo, Fondazione con il Sud, Fondazione CR Modena, Fondazione CR La Spezia e, ovviamente, la Fondazione CR Volterra quale promotore dell'iniziativa. La filosofia alla base dell'approccio metodologico della Compagnia della Fortezza ha conquistato ACRI: “concentrandosi esclusivamente sul contenuto artistico dell’attività svolta, liberandola da condizionamenti finalistici di tipo sociale, si riescono a raggiungere risultati, sul piano artistico, equiparabili, e forse anche superiori, a quelli ottenibili in contesti “ordinari”. E la qualità di tali risultati, indirettamente, produce risultati straordinari sul piano sociale”.
Rubrica di ricerca in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo
 

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Kering Foundation premia Colori vivi

  • Pubblicato il: 15/06/2018 - 13:01
CULTURA E WELFARE
Il 2° Premio europeo “Awards for Social Entrepreneurs”, alla onlus torinese che si prende cura di donne e famiglie rifugiate. La cerimonia di premiazione, alla presenza del Presidente della stessa Fondazione, François-Henri Pinault, avrà luogo a Parigi il prossimo 19 giugno. Premiata la sartoria sociale che  realizza piccole collezioni di qualità firmate con il brand “Arten”, nella convinzione che qualità e gusto del bello siano in piena sintonia con il principio di giusta remunerazione e rispetto delle diversità culturali.
Rubrica di ricerca in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo
Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Cosa cercano gli investitori europei in ambito culturale? La parola a Juliane Schulze, Board Member di Media Deals

  • Pubblicato il: 18/05/2018 - 08:03
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Investire in cultura: cosa significa? Quanto contano i valori di un'organizzazione per chi desidera investire in un'impresa culturale? E in che modo un'impresa culturale può attrarre investimenti? In vista dell'ArtLab Investment Forum previsto ad ArtLab 18 Milano il 24 e 25 maggio, ecco il punto di vista di Juliane Schulze, Board Member di Media Deals, società che mette gli investitori in contatto con gli imprenditori culturali e creativi. Ecco un assaggio del workshop "Che cosa cercano gli investitori" che si svolgerà a BASE Milano il 24 maggio.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

La cultura in trasformazione

  • Pubblicato il: 18/05/2018 - 08:03
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Un confronto con il sociologo Bertram Niessen, fondatore di Che-Fare, uno dei protagonisti del convegno nazionale “Filantropia è Cultura. Cultura e rigenerazione economico-sociale, oggi”, che il Giornale delle Fondazioni ha organizzato con Assifero - l’associazione che riunisce gli enti della filantropia istituzionale, per venerdì 25 maggio a Roma, in occasione dell’Assemblea annuale dei soci, per la prima volta dedicata al tema. Il mondo della Cultura, dopo la grande crisi, ha avviato una trasformazione genetica, partendo dal basso, con soggetti e reti nutrite “da un capitale di competenze senza precedenti e da biografie professionali che passano spesso per percorsi accademici nazionali ed internazionali (..) con un legame con i territori in cui operano che li porta ad essere attivatori o stakeholder di processi coesione sociale (…) con un costante coinvolgimento nei processi di rigenerazione urbana (..).Tutto allo stesso tempo e con sempre meno fondi”.   Ma per essere culturalmente e socialmente rilevanti c’è ancora moltissima strada da fare. Niessen indica alcune prospettive politiche, imprenditive, di sostenibilità, di reti. E soprattutto, in un quadro magmatico occorre ricerca associata a “un lavoro diffuso e capillare su tutto quello che gira attorno: pubblicazioni, dibattiti, libri, produzioni. Insomma, sviluppare un nuovo lavoro culturale

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Piano B-Bellezza, buonavita, business. Reggio Emilia lancia la sfida

  • Pubblicato il: 18/05/2018 - 08:03
CULTURA E WELFARE

Un Manifesto del Diritto alla Bellezza scritto a migliaia di mani, da una città intera, è stato firmato sabato 5 maggio in un magazzino dismesso del quartiere Santa Croce, oggetto di un importante intervento di rigenerazione nell’ambito del progetto ‘Riuso’ promosso dal Comune di Reggio Emilia e inserito nel Programma di riqualificazione urbana Santa Croce-Reggiane. Il progetto, promosso dal Comune di Reggio Emilia, patrocinato dalla Regione Emilia Romagna e finanziato con 120.000 euro dal Dipartimento Pari opportunità della Presidenza del Consiglio del Ministri,  parte dal concetto che l’incontro tra creatività e fragilità possa generare nuove opportunità di inclusione sociale. Sulla base di un format fuori dagli schemi, la città coinvolge le aziende saranno chiamate a fare la propria parte, immaginando nuove forme di responsabilità sociale che incrocino il mondo della disabilità e quello dell’arte, della bellezza e del design.
Rubrica di ricerca in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Oltre le frontiere

  • Pubblicato il: 18/05/2018 - 08:02
FONDAZIONI D'IMPRESA

A Roma, nel quartiere S. Lorenzo, allo Spazio Cerere la Fondazione Pastificio Cerere e la Nando and Elsa Peretti Foundation presentano “170 RACCONTI IN BOTTIGLIA”, un progetto ideato e curato da Paolo Marcolongo, scultore, maestro dell’arte orafa padovana e docente presso il Liceo artistico Modigliani di Padova. La mostra è realizzata nell’ambito del progetto Curare l’Educazione? ideato da Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione Pastificio Cerere.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Rompere le regole

  • Pubblicato il: 18/05/2018 - 08:01
FONDAZIONI D'ORIGINE BANCARIA

Si terrà da venerdì 25 a domenica 27 maggio la nona edizione di Pistoia – Dialoghi sull’uomo, festival di antropologia del contemporaneo promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e dal Comune di Pistoia, ideato e diretto da Giulia Cogoli. “Rompere le regole: creatività e cambiamento” è il tema del 2018, sul quale verteranno i 26 incontri con antropologi, filosofi, storici, scrittori e pensatori italiani e internazionali, chiamati a riflettere su cosa abbia fatto evolvere la civiltà umana, quale sia il motore che spinge costantemente l’essere umano al cambiamento e quanto sia importante rompere le regole per rinnovarsi.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Fo.To. La città come spazio espositivo collettivo

  • Pubblicato il: 18/05/2018 - 08:01
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Un nuovo progetto di rete che permea Torino, grazie alla Fondazione FICO-MEF, la realtà che nasce per la valorizzazione dell’opera dell’omonimo artista e sceglie come luogo di ricerca e condivisione l’area periferica di Barriera, dove ha sede in un edificio post industriale. Guidata da Andrea Busto, lancia Fo.To – Fotografi a Torino, una kermesse dedicata alla fotografia, inaugurata il 3 maggio, con un programma di mostre, eventi, workshop realizzato da 81 sedi in rete per 3 mesi. Sabato 12 maggio Fo.To si gemella con il Salone del Libro e in contemporanea con la Notte Bianca del Libro propone la Notte Bianca della Fotografia, con tutti le sedi espositive aperte al pubblico dalle ore 19 alle 24.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Conflitto e patrimonio tra antico e contemporaneo

  • Pubblicato il: 16/03/2018 - 08:01
MUSEO QUO VADIS?

Dalla collaborazione tra  i Musei Reali, il Museo Egizio-Fondazione Antichità Egizie, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e il Centro Scavi dell’Università degli Studi di Torino (CRAST) nasce un progetto espositivo “Anche le statue muoiono”  che invita alla riflessione sull’importanza del patrimonio culturale, creando un filo capace di unire tre prestigiose sedi espositive (Museo Egizio, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Musei Reali) e i reperti del passato con opere contemporanee. Un tema che sarà esplorato ulteriormente, a maggio, con un convegno internazionale. Un percorso accompagnato da Intesa Sanpaolo e dalla  Consulta Torino, l’associazione delle imprese del territorio a favore dei beni culturali.
Rubrica di ricerca in collaborazione con il Museo Marino Marini
 

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Koolhaas sbarca a Parigi grazie a Lafayette

  • Pubblicato il: 16/03/2018 - 08:00
FONDAZIONI D'IMPRESA

Un nuovo centro d’arte privato, della Fondation Galeries Lafayette, apre le porte a Parigi a tre anni dall’inaugurazione della Fondation Vuitton e a un anno dall’apertura della Fondation Pinault nel Palazzo de la Bourse du Commerce.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Art4Social. TransCultural Exchange 2018

  • Pubblicato il: 16/03/2018 - 08:00
NOTIZIE

A tre decadi dal suo esordio, la biennale conferenza internazionale, si è svolta per la prima volta fuori dagli USA, in Canada. 130 operatori del mondo dell'arte provenienti da Europa, USA, Africa e Asia,  hanno discusso del ruolo dell’artista come agente di trasformazione sociale: ecologia, nomadismo, culture indigene, nuove tecnologie, risorse e opportunità per l'arte. Sei gli italiani.
On line le informazioni sulla open call 2020.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Terzo settore e sviluppo sostenibile

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 08:07
STUDI E RICERCHE

Qual è il contributo del Terzo settore italiano alle sfide di cambiamento sociale e di prosperità economica per le persone e le comunità?”. Presentato il primo rapporto del Forum del Terzo Settore che, analizzando 51 aderenti alla compagine e  205 buone prassi, intende mostrare tangibilmente come il Terzo settore contribuisca al conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile lanciati dall’ONU per il Terzo Millennio

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Con lo smart phone, apriti sesamo. Al via la prima apertura automatizzata di beni ecclesiastici in Italia

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 08:05
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Sperimentazione tecnologica innovativa in due Cappelle piemontesi: con la app  “Chiese a porte aperte”, disponibile per Ios e Android,  si accederà tramite smartphone. Un nuovo tassello di “Città e Cattedrali”, il grande progetto ideato dalla Fondazione CRT e dalle Diocesi del territorio, sviluppato in collaborazione con la Regione Piemonte e gli organi periferici del MIBACT.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

WECARE.  Regione e Associazione delle Fondazioni di origine bancaria piemontesi siglano il patto per l’innovazione sociale

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 08:05
CULTURA E WELFARE

Il Piemonte conferma la volontà di diventare laboratorio di innovazione sociale. Siglato dall’Associazione delle 12 fondazioni di origine bancaria del territorio-che investono ogni anno 100 milioni di euro nel welfare - un patto di collaborazione  con la Regione Piemonte sulla strategia di innovazione sociale, dal  titolo obamiano, “Wecare – Welfare Cantiere Regionale”. Un progetto nato da un tavolo inter-assessoriale, dal quale la Cultura è assente.
Rubrica di ricerca in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

La Filantropia Istituzionale chiede maggior riconoscimento a livello europeo

  • Pubblicato il: 18/01/2018 - 12:34
NOTIZIE

Una ricerca commissionata dalle reti della filantropia europea, Dafne-Donors and Foundations Networks in Europe, a cui partecipano Acri e Assifero, e da Efc-European Foundation Centre, a cui aderiscono molte Fondazioni italiane, indica come impellente l’esigenza di “Ampliare lo spazio per la filantropia a livello europeo” . Lo studio condotto da Oonagh Breen, docente di diritto alla UCD Sutherland School of Law di Dublino, analizza i fattori e propone piste di intervento per rendere più efficace l’azione e la cooperazione sui societal challenge di  oltre 140.000 tra fondazioni ed enti donatori a livello europeo. Restrizioni alla raccolta internazionale di fondi, sistemi di tassazione non coerenti tra Paesi, penalizzanti misure antiriciclaggio e antiterrorismo, rallentano la filantrofia in un momento in cui  è impellente riprogettare il sistema del welfare sulla base del crescente coinvolgimento degli attori privati già in campo”, come afferma Giuseppe Guzzetti, Presidente di Acri. Efc e Dafne utilizzeranno i risultati dello studio per avviare una comune azione di advocacy per il settore della filantropia europea con l’obiettivo di potenziarne il ruolo in tutta Europa a beneficio della società civile 
 

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Riscrivere le relazioni tra visitatori e musei: al via il Playable Museum Award

  • Pubblicato il: 15/01/2018 - 00:00
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Il Museo Marino Marini di Firenze lancia una call internazionale: la 1a edizione del Premio Playable Museum Award, progetto curato e coordinato da Fabio Viola, engagement scientist, al secondo posto nella top-ten mondiale dei game designer, che più volte abbiamo accolto su queste colonne. Obiettivo individuare contributi innovativi per la progettazione di iniziative pionieristiche per immaginare il museo del futuro, un hub di innovazione tecnologica, sociale e culturale che favorisca la partecipazione e il coinvolgimento attivo e spontaneo dei visitatori, attragga e coinvolga le nuove generazioni. La call, che prevede un grant  di 10.000 euro e il supporto all’implementazione del progetto innovativo selezionato- con il contributo di Fondazione Cassa Risparmio Firenze-, sarà aperta dal 15 gennaio al 31 marzo 2018.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

La Napoli delle contraddizioni è eletta dal nostro network la città ad alto potenziale culturale

  • Pubblicato il: 15/01/2018 - 00:00
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Abbiamo chiesto a una rete di opinion leader, al di là delle Capitali europea e italiana della Cultura, di identificare la  città che più di ogni altra,  nel 2017, ha manifestato un tasso di “risveglio”, di innovazione, partendo dalla Cultura, di mobilità dei privati in collaborazione con il pubblico, in grado di esprimere ulteriori potenzialità, stimolare altri contesti e auspichiamo le politiche.  E’ Napoli la città più segnalata, seguita da Bologna. Una città nella quale i superdirettori della riforma Franceschini, seppur nelle complessità, hanno portato nuove energie; nella quale i privati stanno investendo, gallerie internazionali prendono casa 
 

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Per le imprese culturali, l’accompagnamento premia

  • Pubblicato il: 15/01/2018 - 00:00
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Selezione 15 nuove realtà culturali  per la quinta edizione del progetto Hangar Point della Regione Piemonte premiate con un affiancamento personalizzato per il rafforzamento delle organizzazioni culturali. Una modalità varata da Funder35 che oggi connota prevalentemente i bandi per l’innovazione della cultura. E in libreria, un manuale realizzato da Hangar ed edito da Sole 24 Ore, racconta attraverso l’esperienza di centinaia di casi la trasformazione della Cultura in una “quasi-impresa” e intende supportare il cambiamento con “il kit di competenze indispensabili”.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Pagine