Fondazione Sardi Arte

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 16/02/2018 - 08:15
NOTIZIE

>>> Pubblicati i vincitori di MigrArti 2018 >>> Convegno di Fondazione Tercas su mecenatismo e Art Bonus. >>> A Cagliari il convegno «Sardegna in rete. Benefici e opportunità del networking culturale» >>> Dieci anni di acquisizioni alla Fondazione Accorsi-Ometto >>> Seconda edizione del bando «Valore Museo» della Fondazione CR Firenze

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

2018 Anno europeo del Patrimonio Culturale: la «distruzione creativa»  come presupposto di conservazione e di sviluppo

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 20:14
STUDI E RICERCHE

Questo mese completiamo la recensione dell’edizione speciale di Cartaditalia dedicata al 2018, Anno europeo del Patrimonio Culturale. Il volume II fa il punto su questioni più tecniche che vanno dalla gestione, alla valutazione alla digitalizzazione del patrimonio culturale. Nonostante si tratti di temi noti e già trattati in più sedi, l’orientamento proposto è straordinariamente innovativo e per certi versi provocatorio. Vengono, infatti, proposti approcci e pratiche che hanno molto più a che fare con la « distruzione creativa »  e lo sviluppo sociale che con la mera logica di salvaguardia o crescita economica.

Articolo a cura di: 
Valentina Montalto

Politiche culturali comparate Italia-Francia: «copiare» non è mai stato così facile, ma occorrono creatività e spirito critico

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 20:08
STUDI E RICERCHE

Una ricerca recentemente condotta da un gruppo di studenti di varie università e scuole francesi per conto dell’ADIEF (Association des dirigeants italiens en France – Associazione dei dirigenti italiani in Francia) mette a confronto le politiche culturali della Francia e dell’Italia. Vari i punti emulazione reciproca proposti, dalla nuova procedura di selezione internazionale per i direttori dei 20 principali musei italiani a modalità innovative di raccolta fondi seguendo l’esempio del Louvre.

Articolo a cura di: 
Valentina Montalto

WECARE.  Regione e Associazione delle Fondazioni di origine bancaria piemontesi siglano il patto per l’innovazione sociale

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 20:01
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Il Piemonte conferma la volontà di diventare laboratorio di innovazione sociale. Siglato dall’Associazione delle 12 fondazioni di origine bancaria del territorio-che investono ogni anno 100 milioni di euro nel welfare - un patto di collaborazione  con la Regione Piemonte sulla strategia di innovazione sociale, dal  titolo obamiano, “Wecare – Welfare Cantiere Regionale”. Un progetto nato da un tavolo inter-assessoriale, dal quale la Cultura è assente.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Bologna al centro di un nuovo protagonismo: la Cultura si fa sistema

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 19:57
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Abbiamo chiesto a opinion leader di identificare le città che presentano il maggior tasso di vitalità. Della prima, Napoli, abbiamo parlato nello scorso numero. La seconda Città individuata  è Bologna che “si è fortemente caratterizzata e oggi è al centro di un nuovo protagonismo grazie alle realizzazioni importanti frutto della collaborazione tra sistema pubblico e iniziative private.”

Articolo a cura di: 
Roberta Bolelli
Autore/i: 

Terzo settore e sviluppo sostenibile

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 19:46
STUDI E RICERCHE

Qual è il contributo del Terzo settore italiano alle sfide di cambiamento sociale e di prosperità economica per le persone e le comunità?”. Presentato il primo rapporto del Forum del Terzo Settore che, analizzando 51 aderenti alla compagine e  205 buone prassi, intende mostrare tangibilmente come il Terzo settore contribuisca al conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile lanciati dall’ONU per il Terzo Millennio

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Fondazione della comunità bergamasca, un ruolo culturale di successo

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 19:17
FONDAZIONI DI COMUNITÀ

Prosegue la nostra esplorazione delle fondazioni di comunità, le infrastrutture del dono, con la Fondazione della comunità bergamasca. Un inizio d’anno intenso: un convegno sui lasciti testamentari lo scorso 9 febbraio, la pubblicazione ormai prossima dei bandi annuali, l’apertura di un Alzheimer Cafè, il lavoro di ascolto del territorio. Un vero e proprio ruolo culturale a cui la cittadinanza risponde con grande generosità.

Articolo a cura di: 
Maria Elena Santagati

Compagnia di San Paolo come anchor institution. Presentato il Piano 2018

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 19:12
FONDAZIONI D'ORIGINE BANCARIA

Compagnia di San Paolo presenta il piano 2018 a pochi giorni dall’accordo con il Ministero del Tesoro, per via del quale scalerà il suo investimento in Banca Intensa in modo graduale rimanendo comunque socio pesante almeno sino al 2021. Le erogazioni previste per l’annualità ammontano a 158 milioni di euro su tre indirizzi (politiche sociali, ricerca e sanità e arte, attività e beni culturali), ai quali se ne aggiungeranno quasi altri 17 milioni provenienti dal credito di imposta orientato alla partecipazione al Fondo per il contrasto alla povertà educativa. Educazione, innovazione e sviluppo sono i driver degli investimento che la fondazione  torinese sosterrà nei prossimi dodici mesi, sperimentando nuovi modelli – come annunciato dal presidente Francesco Profumo con effetto moltiplicatore e fare da incubatore a iniziative che potrebbero poi essere proiettate su scala nazionale. Un anno importante che si apre anche con l’annuncio di un addio, quello dato da Piero Gastaldo dopo vent’anni alla guida dell’ente.

Articolo a cura di: 
Giangavino Pazzola

Musei. Le nuove frontiere

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 19:08
MUSEO QUO VADIS?

Il trend di crescita dei visitatori dei musei italiani, in controtendenza rispetto ai dati provenienti dal mondo, merita un’analisi puntuale. Fenomeno episodico o strutturale? Stiamo elaborando una strategia di offerta che possa giocare d’anticipo rispetto ad una domanda in trasformazione, e nella creazione di codici innovativi e multidisciplinari?
Rubrica di ricerca in collaborazione con il Museo Marino Marini

Articolo a cura di: 
Patrizia Asproni
Autore/i: 

RAFFAELE ALBERTO VENTURA: L’ “ANGELO STERMINATORE” DEI DISAGIATI DI CLASSE

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 12:59
CONSIGLI DI LETTURA

La Teoria della classe disagiata (Minimum Fax) scava tra le fondamenta dell’industria culturale, decostruisce il suo mito di leva dello sviluppo, tenta una critica del prosumer, del collasso fra apparato della produzione e del consumo, e riscrive la genesi dell’autofagia dei nati fra il ‘78 e oggi – l’Hunger Games sociale della creative class, dei figli della classe media frantumata dalla crisi. Giardino delle Delizie capitaliste, più che pamphlet: la Teoria di Raffaele Alberto Ventura galleggia tra autoironia, apologia, analisi storica-economica, tono saggistico-divulgativo, riferimenti ricercati, stile apodittico, approccio d’inchiesta, ritmo da giallo filosofico, incursioni satiriche, immaginario apocalittico.

Articolo a cura di: 
Amerigo Nutolo
Autore/i: 

ArcheoFrame, per un’archeologia pubblica tra passato e presente

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 12:50
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

“L'archeologia, riportando alla luce i resti materiali della vita degli uomini di epoche lontane, contribuisce a trasformare il paesaggio e ad arricchire il nostro patrimonio culturale. Scoprire, recuperare e valorizzare un sito o un bene archeologico non significa soltanto far rivivere la memoria storica del nostro Paese. Interpretare ciò che resta del passato può stimolare la condivisione di culture e prospettive, assumere una funzione sociale vitale nel presente, a patto di confrontarsi con la comunità di riferimento, con il pubblico. Un’archeologia non più e soltanto per addetti ai lavori, ma che si cala nel contesto attuale, interagendo con la vita quotidiana.” E’ questo lo spirito con cui da una decina di anni opera ArcheoFrame, il Laboratorio di Valorizzazione e Comunicazione dei Beni Archeologici dell’Università IULM di Milano. L’intervista al direttore Luca Peyronel ci permette di approfondire questa visione.

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Con lo smart phone, apriti sesamo. Al via la prima apertura automatizzata di beni ecclesiastici in Italia

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 12:45
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Sperimentazione tecnologica innovativa in due Cappelle piemontesi: con la app  “Chiese a porte aperte”, disponibile per Ios e Android,  si accederà tramite smartphone. Un nuovo tassello di “Città e Cattedrali”, il grande progetto ideato dalla Fondazione CRT e dalle Diocesi del territorio, sviluppato in collaborazione con la Regione Piemonte e gli organi periferici del MIBACT.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Gestire il dono

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 12:14
CONSIGLI DI LETTURA

Uno scritto a quattro mani da PierLuigi Dovis, direttore della Caritas dell’Arcidiocesi di Torino e Filippo Monge, docente di Marketing ed Economia manageriale dell’Università di Torino, ci offre una riflessione sulla ”necessità di riqualificare l’operato delle organizzazioni del Terzo Settore, secondo criteri di qualità ed efficienza”. Gli autori propongono come strada possibile quella di chiamare ai vertici  profili professionali provenienti dal mondo for profit.  Siamo sicuri? Anche il business sta cambiando.

Articolo a cura di: 
Redazione
Autore/i: 

L’Umanesimo di Gravity: Arte e Scienza si fondono nella mostra del MAXXI

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 12:10
MUSEO QUO VADIS?

Con la conferenza sul bosone di Higgs prosegue il ciclo di iniziative collaterali alla mostra Gravity, supportate da Enel: arte e scienza riunite attorno alla teoria della relatività di Einstein
Rubrica di ricerca in collaborazione con il Museo Marino Marini

Articolo a cura di: 
Alessia Tripaldi
Autore/i: 

MUSEI MISURATI, PUBBLICI MALINTESI

  • Pubblicato il: 15/02/2018 - 11:43
MUSEO QUO VADIS?

Ludovico Solima, professore associato titolare della cattedra di Management delle Imprese Culturali presso il Dipartimento di Economia dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, in una sua riflessione pubblicata su il suo blog “Opzione Cultura” e su Il Giornale delle Fondazioni di gennaio affronta il tema della “tirannia dei numeri” quando si discute di visitatori dei musei. Gli abbiamo chiesto di aiutarci ad andare ancora più a fondo.
Rubrica di ricerca in collaborazione con il Museo Marino Marini

Articolo a cura di: 
Francesco Mannino

Pagine