Sud in trasformazione. Cosa accade dopo i bandi di nuova generazione?

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 18:40
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Fondazione con il Sud, nata 11 anni fa per iniziativa delle Fondazioni di origine bancaria,  del Terzo settore e del volontariato, lavora per rafforzare una nuova classe dirigente al Sud e sostiene progetti esemplari fra cui quelli per la tutela, la valorizzazione e la gestione dei beni comuni. Tra queste formule inedite e originali, i bandi per l’affidamento di beni culturali di proprietà civica o privata a partenariati formati da soggetti no profit e profit nelle regioni del Mezzogiorno. Ledo Prato, a titolo esemplificativo, ci restituisce i primi esiti del progetto ITINERA, itinerari di innovazione sociale, realizzato a Montoro, una cittadina in provincia di Avellino, presentati tra l’entusiasmo della popolazione il 5 maggio
 

Autore: 
Ledo Prato

SUD IN TRASFORMAZIONE. SAN BERILLO, SPERIMENTASI NUOVA CITTADINANZA

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 18:27
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Cosa accade dopo l’aggiudicazione di un bando. Uno dei tre progetti ad essere finanziato nel 2015 con il concorso di idee BOOM Polmoni Urbani, il progetto Trame di Quartiere interviene su un’area di Catania che fino a qualche anno fa sembrava destinata alla desertificazione sociale, preliminare d investimenti immobiliari speculativi. Ma la storia sta andando diversamente, tra abitanti che divengono comunità, visioni di impresa sociale e memorie riconnesse. E con una inaspettata vicenda di filantropia spontanea
 

Autore: 
Francesco Mannino

Il pubblico è cambiato, profondamente

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 18:20
MUSEO QUO VADIS?

Dalla relazione di Enrica Pagella, direttore dei Musei Reali di Torino, del 26 aprile scorso al Museo Civico Pier Alessandro Garda di Ivrea, in occasione del percorso partecipato per la realizzazione del Polo Culturale di Piazza Ottinetti, avviato dal Comune di Ivrea in collaborazione con la Fondazione Guelpa, che proseguirà il 7 e 8 giugno con una due giorni di confronto scientifico aperto alla città. “Pensare a un nuovo polo culturale significa partire dalla comunità,  porsi la domanda sulle attese dei pubblici attuali e potenziali (..) lavorare in modo strategico sui contenuti identitari di questo asset. È una grande responsabilità”, afferma Pagella
 

Autore: 
Enrica Pagella

Museums: what’s next?

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 18:19
MUSEO QUO VADIS?

Creata nel 2009, MuseumNext è una comunità globale di leader culturali, innovatori e makers che riflettono sul futuro dei musei. Come? Attraverso conferenze annuali in Europa, Nord America e Australia durante le quali la comunità si riunisce per discutere delle sfide, opportunità, innovazioni e cambiamenti riguardanti le istituzioni museali. Prossime tappe 2017: Rotterdam (25-28 Giugno), Portland (2-4 Ottobre)
 

Autore: 
Elena Lombardo

La rivoluzione copernicana dei pubblici

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 18:12
STUDI E RICERCHE

L’Audience Development è una Buzz-word: tutti ne parlano, ma pochi sanno cosa sia realmente. Che cosa è? Come funziona? E’ solo un modo nuovo di dire marketing? Lo studio «How to place audiences at the center of cultural organisations», realizzato da Fondazione Fitzcarraldo, ECCOM, Intercult e Culture Action Europe, cerca di rispondere attraverso le esperienze di 30 organizzazioni culturali in tutta Europa. E vale la pena darci un’occhiata, per capire dove sta andando la cultura che si interroga sui propri impatti
 

Autore: 
Alessandra Gariboldi

Come saranno i musei del futuro?

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 16:00
STUDI E RICERCHE

Un report, «Museo del futuro», realizzata da Symbola Fondazione per le qualità italiane e MeltingPro all'interno del progetto europeo Mu.SA - Museum Sector Alliance, con l'obiettivo di ridurre la distanza crescente tra formazione e mondo del lavoro, in seguito alla rapida diffusione delle nuove tecnologie nel settore museale e all’emergere di nuovi profili professionali. Ne parliamo con Domenico Sturabotti, Direttore della Fondazione Symbola. In un contesto in continua evoluzione, «i musei non possono continuare ad essere isole, ma devono diventare nodi di un sistema di relazioni». In quest'ottica, «le tecnologie digitali non sono un obiettivo, ma uno strumento per operare questa trasformazione, per accompagnare i musei a diventare rilevanti per la società, a divenire luoghi da frequentare fin da piccoli, nella vita di tutti i giorni»
 

Autore: 
Vittoria Azzarita

AAA creativi cercansi: cosa rivelano gli annunci sul web

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 15:59
STUDI E RICERCHE

Diversi studi mostrano che l’economia creativa è in crescita e ha un grande potenziale di sviluppo, vista la crescente necessità di mobilitare idee creative e innovazione per competere in un mondo globalizzato. Ma una domanda continua a porsi: stiamo formando adeguatamente i « professionisti della creatività » ? il centro di ricerca Nesta ha identificato le principali competenze richieste ai creativi per capire come migliorare la produttività e la competitività dell’economia creativa.

 
Autore: 
Valentina Montalto

Musei e pubblico adolescente: l’arte di fare domande

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 15:55
CONSIGLI DI LETTURA

“Come fare a conservare fra i più giovani – cresciuti dentro un sistema di stupefazione compulsiva, con i superpoteri nel tatto e nell’assedio materiale tecnologico ed estetizzato – il rapporto con l’arte nell’alveo dell’esperienza, ovvero in quello spazio critico di interrogazione su di sé e il mondo, di ipotesi e ricerca, di attrito e crescita personale”? In che modo i musei possono aiutare gli adolescenti a educare lo sguardo, discernere, tradurre le intuizioni in parole? È il tema del volume corale Che cosa vedi? Musei e pubblico adolescente, appena pubblicato da Nomos Edizion
 

Autore: 
Anna Chiara Cimoli

Musei aperti al cambiamento Prospettive, politiche e pratiche a confronto

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 15:36
CONSIGLI DI LETTURA

Quali sono le sfide che le istituzioni culturali si trovano ad affrontare nella società contemporanea? Cosa significa aprirsi al cambiamento per accogliere le istanze, necessità, aspettative dei territori e comunità i riferimento?  Nel parla il recente  volume «Musei aperti al cambiamento Prospettive, politiche e pratiche a confronto», nato nell’ambito di un progetto di formazione di durata triennale, curato dall’associazione culturale Heritage Experience e da ECCOM – Centro Europeo per l’organizzazione e il Management,  per  contribuire al confronto su nuove prospettive, frutto di  soluzioni e  progetti implementati a livello locale
 

Autore: 
Elena Lombardo

BodyQuake. Quando arte e scienza si incontrano

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 15:30
CULTURA E WELFARE

Il progetto BodyQuake contaminazione radicale delle arti e delle scienze che trasforma l’innovazione e la ricerca sull’epilessia in una performance partecipativa, rompendo l’isolamento della condizione epilettica, inaugurato il 3 maggio all’UniFestival  di Macerata a cura dell’associazione Cr.A.Sh, vola già a Bruxelles per NetFutures: il più importante evento europeo coordinato dalla Commissione per discutere i futuri dell’innovazione tecnologica.  “Anche gli istituti universitari e di ricerca di livello globale hanno da tempo colto le implicazioni di questo scenario. Il MIT ha 12 laboratori interamente dedicati alle collaborazioni tra arte, scienza e tecnologia”
 

Autore: 
Oriana Persico

L’albergo della luce che illumina la Comunità

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 15:28
CULTURA E WELFARE

Il Social Community Theater Center-SCT CENTRE di Torino realizza un progetto artistico e formativo presso la Fondazione OTAF di Lugano per rinnovare l’esperienza di comunità e di servizio alle persone disabili. Attraverso la narrazione, la ritualità e la condivisione sia nella formazione degli operatori sia nell’incontro con i cittadini, il teatro sociale costruisce una comunità inclusiva 
 

Autore: 
Sendy Ghirardi

Esprimere libertà. Il Festival dei Diritti Umani, visto alla rovescia

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 15:27
CULTURA E WELFARE

A Milano un Festival segnato da tanti contributi originali e tanto accogliente verso il pubblico, da condurlo nel tema – quest’anno la libertà di espressione – senza che se ne accorga. La 2a edizione del Festival dei Diritti Umani, “Ogni parola ha conseguenze. Ogni silenzio anche” splende in una Triennale elegante e popolare, citizen-friendly. Un livello alto del confronto e dell’offerta, il linguaggio aperto e permeabile, coniugati alla qualità dell’approfondimento, sono una base solida per le edizioni future
 

Autore: 
Amerigo Nutolo

Progetti crescono: “Nati con la Cultura” verso “Musei Family and Kids Friendly”

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 15:26
CULTURA E WELFARE

A fine marzo, in una due giorni di studi, Abbonamento Musei.it ha presentato l’adozione e le linee di sviluppo regionale del progetto “Nati con la Cultura”, ideato all’ospedale S. Anna dalla Fondazione Medicina a Misura di Donna con Palazzo Madama per favorire la partecipazione culturale attiva delle famiglie con bambini, fin dai primi passi. Con il “Passaporto culturale” la partecipazione culturale verrà consigliata dai medici  come raccomandazione di una buona crescita. I musei aderenti al circuito stanno lavorando per diventare luoghi “Family and Kids Friendly”. Si leggono già i primi risultati, provenienti da musei di diversa natura e struttura. Il  Museo civico di Cuneo, si racconta
 

Autore: 
Michela Ferrero

Educazione al patrimonio culturale: progettazione interdisciplinare e inclusività

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 15:13
CULTURA DIGITALE

Lo scorso 2 maggio è stato pubblicato l’Avviso pubblico per il potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico. Nell’ambito dei Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020, l’avviso ha l’obiettivo di promuovere progettualità traversali, innovative e radicate sul territorio che coinvolgono il patrimonio culturale. Non solo. L’aspetto digitale che dovrà essere trasversale alle iniziative proposte è sinonimo di una sensibilità legata alle comunità ed ai giovani che vi appartengono anche rispetto al carattere di accoglienza ed inclusività.
 

Autore: 
Emanuela Gasca

Un luogo per produrre pensiero

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 13:54
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Prosegue l’esplorazione delle fondazioni che operano a Torino nela cultura. Tra le più recenti, la Fondazione Sardi per l’Arte, nata nel 2014 dal percorso di Pinuccia Sardi Cagnucci, già titolare della Galleria Carlina con la quale conversa la curatrice Lisa Parola 

Autore: 
Lisa Parola

Pagine