Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore

Dicembre 2017

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 29/12/2017 - 14:47
NOTIZIE

>>> 70 imprese culturali selezionate dal bando FUNDER35 2017 >>> Selezionati tre progetti FARO da Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo >>> Al via il bando «Comuni Smart» in provincia di Cuneo >>> Ferrero e Fai scoprono le bellezze d'Italia >>> A Torino una giornata di studi su Teatro, Salute e Disuguaglianze >>> Più welfare e meno cultura per Fondazione Carigo >>> Da Fondazione Carispezia oltre 100 mila euro per sostenere l’attività del Terzo Settore
 

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Elogio alla lentezza

  • Pubblicato il: 20/12/2017 - 22:42
IN QUESTO NUMERO

21.12.2017. Abbiamo scelto di lanciare il numero di dicembre del Giornale delle Fondazioni in un giorno per noi simbolico, che seguiamo dagli esordi, dal 2012. Ogni anno in questa data, moltissimi luoghi nel mondo (a oggi se ne contano oltre 600, presenti in ogni continente) si uniscono idealmente in una geografia planetaria che dà conto delle  trasformazioni sociali, positive, in atto, mosse dalle comunità. E’ il Re-birth day, il giorno della ri-nascita, una vera e propria chiamata alle arti, lanciata dal visionario artista Michelangelo Pistoletto, sotto il segno del suo simbolo del Terzo Paradiso, adottato dalla missione Vita della NASA: un segno di infinito, gravido di una terza dimensione centrale, che invita a generare il nuovo, tenendo insieme gli opposti e che ha Ambasciatori che si ri-conoscono nei messaggi, là dove l’innovazione sociale, il “farsi delle cose”, accade come innovazione culturale. L’arte ha parlato di (e ha attivato) Social Change, prima  dell’arrivo dei temi sulla stampa generalista. Ha parlato di sostenibilità prima del risveglio delle imprese, di economia circolare e condivisa, di nuovi paradigmi nell’educazione. Prima del mantra della ri-generazione. Forse vale la pena vederla, praticarla e ascoltarla 
 

Articolo a cura di: 
CS
Autore/i: 

L’Audience Development sotto le luci della ribalta

  • Pubblicato il: 15/12/2017 - 00:04
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Il settore culturale sta vivendo una fase di fortissimi scossoni sismici imputabili a fattori esogeni ed endogeni. Al di là dell’inevitabile retorica che accompagna il tema dell’Audience Development (AD) nella crescita di attenzione di operatori culturali e policy makers, anche grazie alla sottolineatura operata dal programma europeo “Creative Europe” (2014-2020)” è opportuno puntualizzare alcuni concetti per evitare il rischio che l’AD possa essere visto come “un feticcio salvifico e politicamente vincente da giocare al ribasso e su puntate sicure; attrezzi moderni per riparazioni obsolete e non più richieste”. Ne parla Luisella Carnelli, che ha offerto questa riflessione all’Osservatorio Culturale del Piemonte.

Articolo a cura di: 
Luisella Carnelli, Osservatorio Culturale del Piemonte, Fondazione Fitzcarraldo

Art Bonus supera i 200 milioni di euro

  • Pubblicato il: 15/12/2017 - 00:03
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, annuncia che l’Art Bonus, strumento a favore del credito d’imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura, ha superato il tetto dei 200 milioni. L’Art Bonus, nel momento in cui ne scriviamo, ha sostenuto 1323 interventi a favore del patrimonio artistico nazionale, grazie ai versamenti messi a disposizione da 6345 mecenati. Un provvedimento che ha portato all’attenzione pubblica il tema del patrimonio culturale materiale, della sua necessità di una tutela e valorizzazione, dell’impossibilità di gestione da parte del pubblico. E non sono mancate le critiche in merito all’ipotizzata incapacità dello strumento di attrarre tante imprese, italiane ed estere, quante se ne prefiggeva. Dal MiBACT, tuttavia, raccontano di risultati superiori alle aspettative. Ne abbiamo parlato con Carolina Botti - Direttore Ales SpA e responsabile per conto del MiBACT del programma di gestione e promozione dell’Art Bonus.

Articolo a cura di: 
Giangavino Pazzola

Anno europeo del patrimonio culturale 2018. Parola d’ordine: partecipazione

  • Pubblicato il: 15/12/2017 - 00:03
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Con l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018 aperto a Milano il 7 dicembre al Forum Europeo della Cultura inizia un anno di riflessione sulla dimensione europea del patrimonio culturale. La Commissione Europea, che ha realizzato un’indagine Eurobarometro sulla percezione del valore che i cittadini europei attribuiscono al patrimonio culturale, ha definito un piano su dieci iniziative, articolate lungo quattro pilastri: coinvolgimento, sostenibilità, protezione, innovazione.

Articolo a cura di: 
Erminia Sciacchitano

Il “salto” possibile delle non profit culturali. Nel buio o di qualità?  

  • Pubblicato il: 15/12/2017 - 00:02
NORMA(T)TIVA

Le non profit culturali verso l’impresa sociale? Al dibattito sulla bontà o meno della riforma del Terzo Settore si sta progressivamente sostituendo una crescente messe di considerazioni sul che fare, a fronte di norme ormai operative anche se ancora carenti di importanti decreti attuativi. Sul versante delle organizzazioni culturali non profit ci chiediamo cosa potrà succedere, soprattutto per quelle che mirano a costruire modelli di gestione orientati alla sostenibilità, al fine di raggiungere obiettivi di utilità sociale e rilevanza pubblica.

Articolo a cura di: 
Francesco Mannino

ELOGIO ALLA LENTEZZA: IL NUOVO POLDI PEZZOLI RINGRAZIA

  • Pubblicato il: 15/12/2017 - 00:02
MUSEO QUO VADIS?

Nello spirito del testamento del visionario Gian Giacomo Poldi Pezzoli, nuovi spazi e nuove donazioni ampliano l’offerta culturale della casa-museo che celebra i suoi donatori aprendosi alla città con un festival delle arti che coinvolgerà per un trimestre tutta la città.
Un esempio molto milanese di connubio pubblico-privato che si prende cura della propria identità
guardando al futuro e mescolando buona gestione, ricerca e divulgazione.
Ne parliamo con Annalisa Zanni, direttrice del museo, che definisce questa fase un vero e proprio cambiamento epocale.
Rubrica di ricerca in collaborazione con il Museo Marino Marini

Articolo a cura di: 
Francesca Panzarin