Fondazione Sardi Arte

Elena Inchingolo

Salvatore Arancio: un viaggio immaginario tra sogno e realtà

  • Pubblicato il: 15/12/2017 - 16:48
LA PAROLA AGLI ARTISTI

Passando da Londra alla Biennale di Venezia ad Artissima, ascoltiamo il punto di vista dell’artista sulla sua carriera artistica, il suo processo creativo e le sue ultime collaborazioni.

Articolo a cura di: 
Elena Inchingolo
Autore/i: 

Io sono un artista

  • Pubblicato il: 15/10/2017 - 20:00
LA PAROLA AGLI ARTISTI

Marco Fattuma Mao’ compare nella mostra Fuoriserie a Palazzo Barolo, a Torino, con Rahcconto O’, un insolito archivio fatto della storia - in fase di pubblicazione, in sei volumi, presso Prinp 2.0 Editore - dell’artista italo somalo, che ha scelto di uscire dai circuiti. Ritratto da Michelangelo Pistoletto per il celebre quadro specchiante “In Gabbia con mulatto che scopa,” diventa l’icona perfetta del prigioniero, perché non è né bianco, né nero e la sua libertà non viene rivendicata da nessuno. Il suo è diventato un viaggio per la libertà.

Articolo a cura di: 
Elena Inchingolo
Autore/i: 

Lavorare… ad Arte: il mondo del lavoro e la cultura contemporanea si incontrano al Polo del 900.

  • Pubblicato il: 29/09/2017 - 10:35
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Il 13 settembre scorso è stato inaugurato il ciclo di incontri Lavorare… ad Arte, che fino al 5 ottobre darà l’opportunità ai partecipanti di avvicinarsi e riflettere sul mondo del lavoro attraverso la lente dell’arte e della cultura contemporanea 
 

Articolo a cura di: 
Elena Inchingolo
Autore/i: 

Riflettere con i codici della natura. Marzia Migliora a Venezia

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 10:06
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Da Torino a Venezia in dialogo tra antico e contemporaneo per la 57° Biennale a Cà Rezzonico. Sfida interessante e raffinata quella di Marzia Migliora,  in occasione della 57° Biennale di Venezia, nella suggestiva Ca' Rezzonico, presenta un progetto site-specific dal titolo VELME, a cura di Beatrice Merz, in collaborazione con Fondazione Merz  e MUVE, Fondazione Musei Civici di Venezia. L’artista invita lo spettatore a riflettere sui codici della natura e sulle continue violazioni commesse dall’uomo, nelle relazioni tra acqua e terra, emerso e sommerso, passato e presente
 

Articolo a cura di: 
Elena Inchingolo
Autore/i: 

Pagine