Fondazione Sardi Arte

Castello di Rivoli

Lavorare… ad Arte: il mondo del lavoro e la cultura contemporanea si incontrano al Polo del 900.

  • Pubblicato il: 29/09/2017 - 10:35
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Il 13 settembre scorso è stato inaugurato il ciclo di incontri Lavorare… ad Arte, che fino al 5 ottobre darà l’opportunità ai partecipanti di avvicinarsi e riflettere sul mondo del lavoro attraverso la lente dell’arte e della cultura contemporanea 
 

Articolo a cura di: 
Elena Inchingolo
Autore/i: 

Il Castello di Rivoli espugna la fortezza Cerutti

  • Pubblicato il: 18/07/2017 - 18:38
MUSEO QUO VADIS?

Una partnership che renderà il primo museo di arte contemporanea del paese luogo imperdibile per ogni tipo di pubblico, nazionale e internazionale, partendo dai più sofisticati visitatori.  Il museo ha siglato l’accordo con la Fondazione Francesco Federico Cerutti per l’Arte e  curerà  una  collezione privata leggendaria, di assolute eccellenze nella storia dell’arte,  tra le più prestigiose del mondo, assolutamente sconosciuta. « L’apertura al mondo », come desiderava il collezionista,  di un racconto privato  genererà «un cambio di paradigma per il museo, in un momento storico il cui i grandi del mondo, come il MET, aprono divisioni dedicate al contemponeao, Rivoli guarderà ad altri periodi storici focalizzandosi sul concetto di contemporaneità », afferma  Carolyn Christov-Bakargiev, presentando il nuovo polo museale
 

Articolo a cura di: 
Catterina Seia
Autore/i: 

Musei per tutti. Musei accessibili verso l’audience engagement

  • Pubblicato il: 14/01/2015 - 18:58
NOTIZIE

Orientamenti e buone pratiche nazionali dalle Fondazioni nell’ambito della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità. Partire dalla disabilità per riconsiderare la relazione con i diversi pubblici

 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Contemporaneo in cerca d’autore

  • Pubblicato il: 22/12/2014 - 11:02
NOTIZIE

Termine mandato, dimissioni. La posizione di testa di molti, importanti musei di arte contemporanea in Italia è libera. Una fuga da istituzioni non più sostenibili dalle amministrazioni pubbliche, nel senso e nei conti? Opportunità che si aprono per attuare nuovi modelli per coloro che hanno gridato alle debolezze dagli spalti?

Articolo a cura di: 
Redazione
Autore/i: 

Pagine