Fondazione Sardi Arte

Emanuela Gasca

Patrimonio Culturale in Classe A – politiche di efficientamento energetico verso l’Anno Europeo del Patrimonio

  • Pubblicato il: 15/10/2017 - 20:02
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Patrimonio Culturale in Classe A è un programma di efficientamento energetico che l'ENEA promuove nell’ambito della campagna “Italia in CLASSE A”, con l’obiettivo di ridurre i consumi e migliorare la performance energetica nel settore dei beni culturali, ponendo contestualmente la PA al centro di un programma di innovazione che si integra ed è funzionale anche alla messa in atto delle politiche di Industria 4.0. Nell’ambito della Campagna e della riflessione innescata sull’opportunità per il Paese di avviare cantieri pilota che possano assurgere al ruolo di progetti bandiera per la ricerca, l’industria e il rafforzamento delle competenze, ENEA e Promo PA Fondazione lanciano un progetto pilota per la diffusione della sostenibilità energetica, il monitoraggio e la valorizzazione dei siti UNESCO italiani.

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Il turismo: suggestioni per una lettura del fenomeno da due angolazioni

  • Pubblicato il: 15/09/2017 - 10:00
STUDI E RICERCHE

Il recente rapporto della European Travel Commission diventa qui lo spunto per riflettere sul turismo. La lettura del rapporto suggerisce alcuni elementi di discussione sia a livello puntuale relativi alla lettura dei dati statistici, sia di ampio respiro sull’analisi qualitativa del fenomeno: un approccio al quale siamo sollecitati sempre più spesso vista la complessità di fattori e processi che interagiscono nel mondo del turismo
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Quanto e come comunicano i musei sulla rete?

  • Pubblicato il: 18/07/2017 - 18:19
CULTURA DIGITALE

Lo scorso 13 giugno sono stati presentati i dati dello studio che analizza l’ecosistema digitale dei musei valutando l’opinione degli utenti rispetto ad alcune tematiche chiave. La ricerca è stata commissionata dal MiBACT e realizzata dalla startup Travel Appeal che, attraverso un algoritmo creato ad hoc per la misurazione dell’appeal on line, ha analizzato la soddisfazione dei visitatori rispetto alla loro visita al museo.
Accoglienza, personale, spazi museali e servizi sono alcuni dei cluster analizzati dal sistema che permette anche ai musei stessi di monitorare in tempo reale i commenti che i fruitori esprimono su di loro. Un segnale positivo dunque per quanto riguarda la sensibilità delle strutture culturali rispetto all’autovalutazione in termini di comunicazione e di reputation, e di apertura all’ascolto dei propri visitatori
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Educazione al patrimonio culturale: progettazione interdisciplinare e inclusività

  • Pubblicato il: 15/05/2017 - 15:13
CULTURA DIGITALE

Lo scorso 2 maggio è stato pubblicato l’Avviso pubblico per il potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico. Nell’ambito dei Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020, l’avviso ha l’obiettivo di promuovere progettualità traversali, innovative e radicate sul territorio che coinvolgono il patrimonio culturale. Non solo. L’aspetto digitale che dovrà essere trasversale alle iniziative proposte è sinonimo di una sensibilità legata alle comunità ed ai giovani che vi appartengono anche rispetto al carattere di accoglienza ed inclusività.
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Travel. Enjoy. Respect. L’anno internazionale del turismo sostenibile

  • Pubblicato il: 15/03/2017 - 19:00
STUDI E RICERCHE

La General Assembly delle United Nations, nell’ambito delle iniziative dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, ha designato il 2017 come International Year of Sustainable Tourism for Development. Inclusione sociale, protezione delle risorse ambientali e rispetto dei valori culturali delle comunità sono gli assi strategici rispetto ai quali il World Tourism Organizations invita a proporre progettualità nell’ambito di questa cornice. Non solo. L’Organizzazione Mondiale del Turismo invita gli operatori a sviluppare sul territorio iniziative che salvaguardino i contesti di riferimento e favoriscano la cooperazione pubblico / privato. L’invito ai governi, al mondo accademico e agli enti filantropici è infatti quello di definire politiche, strategie e programmi volti all’inclusione dei giovani, delle donne e dei gruppi della società più svantaggiati

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Cittadinanza attiva e digitale: l’esperienza comunitaria di eTwinning

  • Pubblicato il: 14/02/2017 - 01:27
CULTURA DIGITALE

Lo scorso 31 gennaio è stata presentata la pubblicazione “Cittadini digitali si diventa” che raccoglie i risultati dei principali progetti del programma eTwinning, un programma comunitario che sostiene la co – progettazione tra istituti scolastici europei attraverso piattaforme on line. La caratteristiche digital diventa quindi qui elemento trasversale di approfondimento delle progettualità, ma anche ponte tra le diverse esperienze per affrontare temi quali la cittadinanza attiva, il confronto intergenerazionale e la parità di genere. Ne nasce un documento che raccoglie una costellazione di iniziative di cooperazione tra stati, istituzioni scolastiche e studenti, approfondimento di pratiche per possibili piste di analisi per gli enti territoriali o filantropici che volessero riflettere sul tema dell’inclusione sociale dei giovani nelle comunità

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Governance, cooperazione e innovazione: il Piano Strategico del Turismo 2017-2022

  • Pubblicato il: 15/01/2017 - 23:58
STUDI E RICERCHE

Lo scorso 16 dicembre è stato presentato il Piano Strategico del Turismo 2017-2022 che delinea il fenomeno turistico dei prossimi sei anni in termini di politiche e azioni concrete. Nello specifico i quattro macro obiettivi del Piano sottendono un forte carattere di cooperazione tra pubblico e privato che potrà essere avviata attraverso percorsi di concertazione e iniziative puntuali. Si intravedono quindi nuove opportunità per creare sinergie inter istituzionali e collaborazioni tra enti privati e operatori di settore che potrebbero preparare il terreno per impegni strategici di filantropi istituzionali.
L’opportunità del Piano potrà essere valorizzata per innescare e consolidare percorsi di cooperazione verso una sempre più solida offerta turistica del nostro Paese

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

UN ANNO DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE VERSO IL RAFFORZAMENTO DELLA CULTURA DIGITALE

  • Pubblicato il: 14/12/2016 - 22:16
CULTURA DIGITALE

La scorsa settimana si sono svolte le iniziative legate al primo compleanno del Piano Nazionale Scuola Digitale. Un anno di cambiamenti nel mondo della scuola legati non solo all’ammodernamento fisico degli ambienti in ottica digital friendly, ma anche e soprattutto una valorizzazione delle competenze digitali nel mondo scolastico. Un processo a cascata sostenuto sia dal MIUR, sia da enti privati che hanno accompagnato i processi nei territori di riferimento: segnali positivi in termini di educazione e formazione delle generazioni future

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Approccio integrato e pianificazione strategica: la ricetta per crescere

  • Pubblicato il: 15/11/2016 - 07:44
PAESAGGI

FOCUS Unesco da RAVELLO LAB. Dall’undicesima edizione di  Ravello Lab, ancora una volta, il richiamo ad un approccio integrato al patrimonio culturale per affermare una ‘cultura’ della pianificazione strategica e di una progettazione integrata e partecipata (ispirata alla Convenzione di Faro) che coinvolga diversi livelli istituzionali e metta in relazione pubblico e privato, al fine di dare impulso allo sviluppo dei territori. Due i principali ambiti di confronto: la necessità di conquistare nuovi pubblici anche a sostegno di una migliore qualità delle relazioni civili nelle comunità, il focus sui Piani di gestione dei siti Unesco e delle corrispondenti buffer-zone per i quali presentiamo in questo numero l’approfondimento di Pietro Petraroia, Vice Presidente Italia Nostra, dell’economista Marcello Minuti e del Professore Paolo Castelnovi, che commenta la VII Conferenza nazionale dei Siti Unesco tenutasi a Roma lo scorso 8 novembre 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Digitale e pubblico: un’opportunità dall’Europa

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 21:36
CULTURA DIGITALE

Si è aperta lo scorso 20 settembre la call del programma “Connecting Europe Facility” (CEF) che supporta lo sviluppo di network fortemente caratterizzati e sostenibili nel campo dei trasporti, dell’energia e dei servizi digitali. In questo ambito la call “Europeana” ha l’obiettivo di incentivare i soggetti culturali a sviluppare servizi digitali per valorizzare il nostro patrimonio anche in termini di pubblico. Riprendiamo il dibattito sulla piattaforma internazionale Europeana iniziata qui qualche mese fa ampliando lo sguardo ad un’opportunità progettuale ed economica alla quale sono invitate a partecipare organizzazioni internazionali, imprese comuni, imprese pubbliche o private. In questo ambito le fondazioni potrebbero essere importanti stakeholder per valorizzare il processo. Budget disponibile di 2 milioni di Euro

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Turismo per tutti. Accessibilità e inclusione sociale per le destinazioni

  • Pubblicato il: 10/10/2016 - 19:41
NOTIZIE

Il World Tourism Day che si svolge ogni anno il 27 settembre, è stato, nell’edizione del 2016, portatore dei valori dell’inclusione sociale e della qualità della vita attraverso la proposta di riflettere sul “Turismo per Tutti”. Molti soggetti e attori del territorio hanno accolto la sfida proponendo eventi ed attività specifiche non solo legate al settore turistico specifico, ma cogliendo l’opportunità di riflettere sui temi dell’accessibilità anche congiuntamente a enti privati. Fondamentale il ruolo delle fondazioni come facilitatori del processo e attori a supporto del coinvolgimento di possibili ecosistemi di stakeholders

 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

'Cultura libera' VS conservazione: forse è possibile

  • Pubblicato il: 23/09/2016 - 09:47
CULTURA DIGITALE

Per il settimo anno consecutivo, il quinto in Italia, nel mese di settembre siamo invitati ad immortalare il nostro patrimonio culturale nell’ambito dell’iniziativa Wiki Loves Monuments - WLM. Nato nel 2010 nei Paesi Bassi, l’evento ha ricevuto gli anni seguenti l’appoggio della Commissione Europea e del Consiglio d’Europa riscuotendo sempre più successo. Conservazione, digitalizzazione e diffusione della “cultura libera” sono solo alcuni dei temi di cui abbiamo discusso con Giuliana ManciniExecutive Director Wikimedia Italia cogliendo l’occasione di approfondire WLM nell’ambito delle altre progettualità di Wikimedia Italia. Se ne parlerà anche a LUBEC, giovedì 13  ottobre 2016, durante l'incontro 'Tecnologie, strumenti e strategie per l'eco-sistema turistico-culturale'

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Turismo italiano e internazionale verso il 2030

  • Pubblicato il: 14/09/2016 - 15:12
STUDI E RICERCHE

Gli scorsi mesi è stato presentato il XX Rapporto sul Turismo Italiano a cura del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dell’Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo del Consiglio Nazionale della Ricerca (IRISS – CNR). Le cinque parti in cui è strutturato il rapporto propongono una vasta visione del fenomeno turistico che spazia dal rapporto con le istituzione e le imprese, alla tipologia di prodotti turistici più apprezzati nel contesto nazionale. Nell’articolo esaminiamo alcuni elementi del Rapporto relativi al movimento di turisti nel panorama nazionale contestualizzandoli nel panorama internazionale proposto dall’Organizzazione Mondiale del Turismo che guarda al 2030 e sottolinea l’importanza di creare visioni future legate al rispetto dell’ambiente e del patrimonio materiale e immateriale locale
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

La Cultura muove l’Economia. Quali prospettive?

  • Pubblicato il: 15/07/2016 - 16:48
STUDI E RICERCHE

“Il sistema produttivo culturale e creativo fatto da imprese, PA e non profit genera 89,7 miliardi di euro e ‘attiva’ altri settori dell’economia arrivando a muovere nell’insieme 249,8 miliardi, equivalenti al 17% del valore aggiunto nazionale”, evidenzia il Rapporto Symbola 2016 “Io sono Cultura”, uno dei punti di riferimento per la lettura dello scenario e delle prospettive sviluppo a base culturale. Annunciata un’iniziativa ai nastri di partenza con le istituzioni finanziarie sul nuovo strumento di garanzia sui prestiti di Europa Creativa per aprire collegamenti con il Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici1. In questo articolo ci focalizziamo sui temi della pianificazione europea e sul digitale, driver di future politiche bottom up
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Turismo 2016 - 2021: valorizzazione delle eccellenze, digitalizzazione e concertazione

  • Pubblicato il: 14/06/2016 - 18:43
CULTURA DIGITALE

La creazione di una politica nazionale del comparto turistico è alla base nel processo avviato dal MiBACT verso la creazione di un Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2016 - 2021 volto all’innovazione, alla competitività imprenditoriale, alla valorizzazione dell’offerta e all’integrazione delle politiche di settore con lo sviluppo del territorio. Il dibattito è strettamente legato al tema del digitale, sia dal punto di vista dei contenuti – volti allo sviluppo di strumenti tecnologici in grado di innovare i processi di distribuzione e di vendita, sia per quanto riguarda gli strumenti. Il MiBACT propone infatti una piattaforma on line di condivisione di idee e visioni in un processo bottom – up in cui chi opera nel turismo a diversi livelli può interagire per la proposta di azioni concrete volte allo sviluppo del comparto turistico e del Piano stesso
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Dalle lettere ai pixel. Il rapporto Censis sulla Trasmissione della cultura nell’era digitale

  • Pubblicato il: 13/05/2016 - 09:09
CULTURA DIGITALE

Presentato il rapporto di ricerca «Trasmissione della cultura nell’era digitale», edito da Censis e Treccani, che evidenzia come la rivoluzione digitale stia trasformando le nostre abitudini quotidiane, compresi i nostri consumi culturali. L’analisi si focalizza nello specifico sull’utilizzo dei mezzi di apprendimento e di diffusione del sapere, scomponendone le caratteristiche nella relazione esistente tra “libro” e “tecnologia” attraverso la lettura di aspetti come l’affidabilità delle fonti, la fruizione multitasking dei contenuti, il carattere di annullamento dello spazio e del tempo familiari agli strumenti telematici. Un’analisi puntuale sulle componenti materiali ed immateriali dei due strumenti che propone una lettura del presente invitando il lettore a riflettere sugli scenari futuri che il rapporto libro / tecnologia potrà far scaturire

 

 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Digitalization is knowledge and education. An inspiring conversation with Joris Pekel from Europeana

  • Pubblicato il: 15/04/2016 - 15:10
CULTURA DIGITALE

Prosegue l’approfondimento sulla cultura digitale attraverso l’intervista a testimoni privilegiati della comunità scientifica internazionale.
Nell’ambito delle progettualità europee in relazione al tema della digitalizzazione legata ai beni culturali, emerge il forte impegno di Europeana Foundation. Da più di dieci anni si occupa di favorire l’accesso alle circa 53.000.000 risorse digitali di musei, librerie, archivi e collezioni audiovisive d’Europa attraverso un portale web facilmente consultabile anche da un pubblico non esclusivamente specialistico. In questo ambito riportiamo qui l’intervista fatta a Joris Pekel, il community coordinator di Europeana Foundations.
La conversazione è ricca di stimoli e riflessioni critiche sui temi della digitalizzazione dei beni culturali intesa non solo come attività rivolta ai soggetti che si occupano di beni culturali, ma anche ad utenti esterni ai musei stessi

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Il valore delle culture digitali: la prima Italian Week for Digital Cultural Heritage, Arts & Humanities

  • Pubblicato il: 15/04/2016 - 15:00
CULTURA DIGITALE

Si è svolta dal 4 all’8 aprile scorso la prima Settimana delle Culture Digitali promossa da DiCultHer - Digital Cultural Heritage, Arts and Humanities School. Obiettivo dell’iniziativa era quello di creare una community come laboratorio interdisciplinare permanente di trasmissione generazionale di culture digitali. All’interno di #SCUD16 – questo l’hashtag dell’evento – sono stati anche proclamati i vincitori del concorso “Crowd-dreaming: i giovani co – creano culture digitali” volto alla creazione del primo #monumentodigitale. Il Giornale delle Fondazioni era partner insieme a MediaGeo – Science & Technology Communication - e Stati Generali dell’Innovazione
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

I musei si raccontano in 140 caratteri: architettura, cultura e comunicazione digitale

  • Pubblicato il: 31/03/2016 - 09:52
NOTIZIE

Dal dal 28 marzo al 3 aprile 2016 è stata programmata la #MuseumWeek che, giunta al suo terzo appuntamento, promuove la comunicazione digitale dei musei come mezzo per attrarre nuovi visitatori e per rendere le istituzioni culturali un po’ più “social”. Numerose le fondazioni aderenti e gli eventi realizzati nell’ambito di questa iniziativa
 
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Test and Learn. Il digitale nelle organizzazioni culturali: uno sguardo internazionale

  • Pubblicato il: 15/03/2016 - 19:34
CULTURA DIGITALE

Lo scorso dicembre è uscito il rapporto Digital Culture a cura di Nesta, Arts & Humanities Research Council e l’Arts Council England. L’analisi proposta da questi tre soggetti  - che lavorano in partnership sul tema dal 2011 - propone una lettura critica dell’evoluzione delle politiche digitali nelle attività dei soggetti culturali inglesi. La necessità di avere competenze specifiche e risorse economiche dedicate a questo settore sono i fattori che emergono con più forza dalla rilevazione dell’anno 2015 che ha coinvolto nell’indagine 984 realtà in Inghilterra

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Pagine