Fondazione Sardi Arte

turismo

Il turismo: suggestioni per una lettura del fenomeno da due angolazioni

  • Pubblicato il: 15/09/2017 - 10:00
STUDI E RICERCHE

Il recente rapporto della European Travel Commission diventa qui lo spunto per riflettere sul turismo. La lettura del rapporto suggerisce alcuni elementi di discussione sia a livello puntuale relativi alla lettura dei dati statistici, sia di ampio respiro sull’analisi qualitativa del fenomeno: un approccio al quale siamo sollecitati sempre più spesso vista la complessità di fattori e processi che interagiscono nel mondo del turismo
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Il museo è morto, lunga vita al museo

  • Pubblicato il: 15/09/2017 - 09:52
MUSEO QUO VADIS?

Cosa sono oggi i musei, a quali bisogni rispondono e a quali potranno rispondere in futuro? Patrizia Asproni ci offre la sua riflessione, come di consueto strategica e multidimensionale sulla rivoluzione che investe gli spazi del sapere, esplorando gli ambiti.  “Si è aperta la strada a  una pluralità di punti di vista sul destino dei musei (…) che  possono rappresentare uno dei nodi di un sistema che costruisce coesione sociale a base culturale”. A questa missione sono  chiamati non solo “il settore pubblico, naturale responsabile del patrimonio e della sua valorizzazione in quanto espressione della comunità dei cittadini”, ma “nel moltiplicarsi dell’offerta che nasce (..) dai privati”, un “un ecosistema a più voci” non potrà che essere fecondo

 

Articolo a cura di: 
Patrizia Asproni
Autore/i: 

Il Paesaggio in vacanza

  • Pubblicato il: 13/08/2017 - 14:46
PAESAGGI

Pericoli per il senso del paesaggio dalla vacanza culturale, dalla schiavitù dei tempi contingentati, dalla perdita degli ozi delle villeggiature. “Avanza una nuova dimensione del viaggio. (…)  Se in vacanza facciamo i turisti il paesaggio ci tocca. Ma è il paesaggio a cui pensa il ministro quando dice: Paesaggio italiano, elemento per attirare il turismo colto? (titolo del resoconto della Giornata del Paesaggio, il 14 marzo scorso).L’archetipo del turista colto che gode del paesaggio è ovviamente il cilindrato solitario di C.D.Friedrich che guarda il mare di nuvole dalla vetta di un monte; ma o è rottamato la realtà delle folle che impediscono di camminare non solo in piazza S.Marco,  ma anche lungo i sentieri delle 5 Terre (..). Quei paesaggi (come ogni paesaggio) sono fatti dalla relazione che si stabilisce con il luogo, e se il luogo è pieno di gente, questo aspetto determina significativamente la relazione. (…) E’ frutto di un lavoro che richiede tempo, in un processo che mette in sequenza attenzione (tensione verso), contemplazione (portare al templum, cioè all’orizzonte definito in cui sappiamo relazionarci con il contesto indefinito), riflessione (rivolgimento di se stesso verso)”
 

Articolo a cura di: 
Paolo Castelnovi
Autore/i: 

Governance, cooperazione e innovazione: il Piano Strategico del Turismo 2017-2022

  • Pubblicato il: 15/01/2017 - 23:58
STUDI E RICERCHE

Lo scorso 16 dicembre è stato presentato il Piano Strategico del Turismo 2017-2022 che delinea il fenomeno turistico dei prossimi sei anni in termini di politiche e azioni concrete. Nello specifico i quattro macro obiettivi del Piano sottendono un forte carattere di cooperazione tra pubblico e privato che potrà essere avviata attraverso percorsi di concertazione e iniziative puntuali. Si intravedono quindi nuove opportunità per creare sinergie inter istituzionali e collaborazioni tra enti privati e operatori di settore che potrebbero preparare il terreno per impegni strategici di filantropi istituzionali.
L’opportunità del Piano potrà essere valorizzata per innescare e consolidare percorsi di cooperazione verso una sempre più solida offerta turistica del nostro Paese

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Turismo per tutti. Accessibilità e inclusione sociale per le destinazioni

  • Pubblicato il: 10/10/2016 - 19:41
NOTIZIE

Il World Tourism Day che si svolge ogni anno il 27 settembre, è stato, nell’edizione del 2016, portatore dei valori dell’inclusione sociale e della qualità della vita attraverso la proposta di riflettere sul “Turismo per Tutti”. Molti soggetti e attori del territorio hanno accolto la sfida proponendo eventi ed attività specifiche non solo legate al settore turistico specifico, ma cogliendo l’opportunità di riflettere sui temi dell’accessibilità anche congiuntamente a enti privati. Fondamentale il ruolo delle fondazioni come facilitatori del processo e attori a supporto del coinvolgimento di possibili ecosistemi di stakeholders

 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

'Cultura libera' VS conservazione: forse è possibile

  • Pubblicato il: 23/09/2016 - 09:47
CULTURA DIGITALE

Per il settimo anno consecutivo, il quinto in Italia, nel mese di settembre siamo invitati ad immortalare il nostro patrimonio culturale nell’ambito dell’iniziativa Wiki Loves Monuments - WLM. Nato nel 2010 nei Paesi Bassi, l’evento ha ricevuto gli anni seguenti l’appoggio della Commissione Europea e del Consiglio d’Europa riscuotendo sempre più successo. Conservazione, digitalizzazione e diffusione della “cultura libera” sono solo alcuni dei temi di cui abbiamo discusso con Giuliana ManciniExecutive Director Wikimedia Italia cogliendo l’occasione di approfondire WLM nell’ambito delle altre progettualità di Wikimedia Italia. Se ne parlerà anche a LUBEC, giovedì 13  ottobre 2016, durante l'incontro 'Tecnologie, strumenti e strategie per l'eco-sistema turistico-culturale'

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Turismo 2016 - 2021: valorizzazione delle eccellenze, digitalizzazione e concertazione

  • Pubblicato il: 14/06/2016 - 18:43
CULTURA DIGITALE

La creazione di una politica nazionale del comparto turistico è alla base nel processo avviato dal MiBACT verso la creazione di un Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2016 - 2021 volto all’innovazione, alla competitività imprenditoriale, alla valorizzazione dell’offerta e all’integrazione delle politiche di settore con lo sviluppo del territorio. Il dibattito è strettamente legato al tema del digitale, sia dal punto di vista dei contenuti – volti allo sviluppo di strumenti tecnologici in grado di innovare i processi di distribuzione e di vendita, sia per quanto riguarda gli strumenti. Il MiBACT propone infatti una piattaforma on line di condivisione di idee e visioni in un processo bottom – up in cui chi opera nel turismo a diversi livelli può interagire per la proposta di azioni concrete volte allo sviluppo del comparto turistico e del Piano stesso
 

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

WINE&FOOD + ARTS + TURISMO: UN MIX VINCENTE PER IL SISTEMA ITALIA

  • Pubblicato il: 13/05/2016 - 08:40
NOTIZIE

Il Rapporto ‘Wine, Food & Arts, in Italia’ - realizzato da The Round Table per il Consorzio Tutela del Gavi in collaborazione con il CeSTIT di Bergamo - fotografa per la prima volta un fenomeno che è ancora ascrivibile alle tendenze, ma che mostra di essere sempre più ricorrente: l’adozione delle Arti e della Cultura come elemento di qualificazione e comunicazione delle produzioni agroalimentari italiane, con particolare riferimento al mondo del Vino. Se a questo aggiungiamo le strategie sempre più diffuse di saldare le produzioni agroalimentari italiane al Turismo delle esperienze, ne esce un mix capace di fare la differenza per la competitività del Sistema Italia: l’efficace integrazione tra Vino&Cibo, Arte&Cultura e Turismo può rappresentare un asset strategico per il nostro Paese
 

Articolo a cura di: 
Francesco Moneta
Autore/i: 

La bellezza come elemento identitario e competitivo del Paese

  • Pubblicato il: 15/12/2015 - 12:36
FONDAZIONI PER LA CULTURA

La Fondazione Italia Patria della Bellezza, partner del Corriere della Sera nel progetto Il bello dell’Italia, richiama a un ruolo più consapevole e responsabile la migliore imprenditoria del Paese.

Articolo a cura di: 
Francesca Panzarin

Le proposte di Federculture per incoraggiare cultura e turismo

  • Pubblicato il: 15/07/2015 - 14:46
NOTIZIE

La presentazione dell'11° Rapporto Annuale di Federculture dell'8 luglio a Roma, presso la Sala Accademica del Conservatorio di Musica Santa Cecilia è stata un’occasione per aggiornare la fotografia del panorama culturale italiano: cresce la spesa delle famiglie in cultura, ma anche l'astensione (nell'ultimo anno un quinto degli Italiani non ha partecipato ad alcuna attività culturale)

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Realtà creative leva di sviluppo del territorio e del turismo. Il rapporto dell’ Organisation for Economic Co-operation and Development

  • Pubblicato il: 16/02/2015 - 13:47
STUDI E RICERCHE

Nuove modalità di fruizione del patrimonio culturale e delle destinazioni turistiche nell’era della cultura 3.0, nuovi processi nell’organizzazione della produzione e della disseminazione dei contenuti, che apre un nuovo scenario di potenzialità economiche. Nel filone di osservazione che abbiamo avviato, approfondiamo il rapporto turismo/realtà creative analizzato dal recente rapporto dell’Organisation for Economic Co-operation and Development dal titolo “Tourism and the Creative Economy”. Temi strategici per il ruolo futuro delle fondazioni

Articolo a cura di: 
Emanuela Gasca
Autore/i: 

Pagine