Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore
 

arte contemporanea

Palermo favolosa destinazione. Una prima conversazione nel giardino di Manifesta

  • Pubblicato il: 15/01/2018 - 00:00
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Il programma verrà svelato in primavera, ma l’effetto Manifesta – e più in generale quello determinato dalla nomina a Capitale della Cultura italiana – sta facendo di Palermo un centro nevralgico di nuove progettualità e visioni di futuro. Nelle scorse settimane Bregtje van der Haak, Andrés Jaque, Ippolito Pestellini Laparelli and Mirjam Varadinis creative mediators di Manifesta 12 – hanno presentato il loro progetto curatoriale incentrato sul tema del “giardino”, focalizzato sulle opportunità di tale dispositivo di aggregare le diversità e generare nuova esperienza di vita da relazioni sociali e flussi migratori globali. La biennale d’arte è stata fondata ad Amsterdam nel 1996 e arriva quest’anno alla dodicesima edizione, secondo passaggio in Italia – dopo quello del 2008 in Trentino Alto Adige. Ogni singola edizione viene avviata e finanziata singolarmente da un team permanente di specialisti internazionali che operano all’interno della Fondazione internazionale Manifesta. Abbiamo rivolto tre domande a Hedwig Fijen, fondatrice e direttrice della Fondazione Manifesta, per iniziare a tracciare delle evidenze su legami cross-disciplinari e dimensione locale e internazionale della produzione culturale. 

Articolo a cura di: 
Giangavino Pazzola

MARCO SCOTINI.  TRACCE DI UN’ARTE CHE REINCANTA DAL DESERTO.

  • Pubblicato il: 05/10/2018 - 15:58
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA
Fra capitalismo e rischio estetizzazione dei commons. Dopo il direttore Enrico Bonanate e il fondatore, Piero Gilardi, incontriamo Marco Scotini, curatore del Parco Arte Vivente, che aprirà il suo prato alla prima personale italiana di Zheng Bo, artista nelle cui opere, dense di metafore e cornici narrative botaniche, si riassumono, oltre alle istanze ecologiche, quelle di resistenza alla marginalizzazione e al controllo sociale. Abbiamo parlato di limiti, possibilità e prospettive di un’arte che mira a generare una comune presa sulla realtà – a giocare un ruolo attivo nella sua trasformazione – ma che si confronta col rischio di esserne modellata e divenirne strumento di travestimento ideologico. Ecco le sfide che ci aspettano.
Articolo a cura di: 
Amerigo Nutolo
Autore/i: 

Pushing the borders. La Quadriennale di Roma lancia l’edizione numero 17

  • Pubblicato il: 16/03/2018 - 08:01
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Presentato nei giorni scorsi il programma culturale relativo al triennio 2018-2020 della Fondazione La Quadriennale di Roma. Tante le novità del nuovo corso guidato dal presidente Franco Bernabè, in carica dal 2015 che nel suo mandato ha contribuito a una importante ridefinizione dell’ente. Tra le novità recenti la scelta di nominare un direttore artistico, Sarah Cosulich, ruolo inedito nella storia dell’istituzione. Cosulich, nominata a fine 2017, ha vinto la procedura aperta di selezione proponendo un programma articolato su più annualità e livelli di ricerca che non confluiranno solo nel percorso espositivo, ma contribuiranno a informare una ricognizione sul panorama contemporaneo, formando giovani professionisti e alimentando il dibattito sull’arte contemporanea italiana. Ulteriore novità del nuovo progetto è rappresentata dalla vocazione internazionale e dalla volontà di spingere i confini, sostenendo economicamente e promuovendo gli artisti italiani su un piano internazionale sul modello di altre fondazioni straniere. Abbiamo parlato di Q-2020, Q-RATED e Q-INTERNATIONAL (le tre declinazioni del programma) con Sarah Cosulich per evidenziare i punti di forza della sua visione.

Articolo a cura di: 
Giangavino Pazzola

Atene post documenta 14. Come si rinasce davvero?

  • Pubblicato il: 15/11/2017 - 10:02
STUDI E RICERCHE

Si è conclusa non tra poche polemiche l’esperienza ateniese di documenta 14. Il primo capitolo extra Kassel di questo importante appuntamento con l’arte contemporanea, verrà ricordato non solo per il deficit da 8 milioni di euro. Complici le aspettative create dal titolo stesso Learning from Athens” e la scelta di riflettere sulla capitale greca, quale paradigma della contemporaneità e delle sue dicotomie, attraverso una piattaforma di attivismo culturale aperta alla cittadinanza, ha in realtà lasciato in molti con l’amaro in bocca. Cosa abbiamo imparato da documenta 14? Ε quali sono i progetti che contribuiscono sinceramente alla rinascita culturale? Vi raccontiamo di NEON e del suo programma CityProject.

Articolo a cura di: 
Elena Lombardo
Autore/i: 

Un ricco autunno per il Museo Marino Marini di Firenze: porte aperte per conversazioni fra la museologia e l’arte contemporanea in dialogo con la città.

  • Pubblicato il: 15/10/2017 - 20:02
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Il Museo Marino Marini  ha inaugurato un nuovo corso: dialogo con la città, oltre i circuiti del turismo internazionale, divulgazione e incontri aperti anche ai non esperti per avvicinare all’arte contemporanea, apertura della sede museale come luogo di comunità, dove dedicarsi del tempo. Una formula “slow museum” che scommette sulla fidelizzazione e la qualità. Ne abbiamo parlato proprio con Patrizia Asproni, Presidente del Museo, che a Firenze ha ri-portato la sua consolidata esperienza nella gestione culturale.

Articolo a cura di: 
Neve Mazzoleni
Autore/i: 

Il tessuto come arte

  • Pubblicato il: 15/10/2017 - 20:01
FONDAZIONI D'IMPRESA

Da domenica 1 ottobre al 7 gennaio 2018,  le sale di Palazzo Te a Mantova  presentano la mostra Il tessuto come arte: Antonio Ratti, imprenditore e mecenate, un omaggio all’industriale comasco che ha fondato un impero tessile famoso a livello internazionale, una realtà in cui impresa e arte sono sempre state strettamente intrecciate e proseguono con l’omonima fondazione. La vita imprendioriale di Ratti è definita da Stefano Baia Curioni, Presidente di Palazzo Te “un’esperienza capace di rilanciare un modo contemporaneo  dell’umanesimo  di fare impresa e di dettare le linee per un successo di rara intensità”.

Articolo a cura di: 
Benedetta Bodo

Un’astronave atterra a Prato: il nuovo Centro Pecci sta per inaugurare

  • Pubblicato il: 11/10/2016 - 18:21
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Nuovo corso per la città di Prato e la Toscana: dalla patria del Rinascimento, a un grande e internazionale centro di riferimento per il contemporaneo. Abbiamo conversato con Irene Sanesi, Presidente della Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana, ente di gestione del Centro Pecci di Prato, che sta per riaprire dopo alcuni anni di chiusura dedicati a un grande progetto di ampliamento affidato all’architetto Maurice Nio. L’arte contemporanea come elemento strategico di valorizzazione della cultura di un intero territorio, con una particolare attenzione al pubblico e all’inclusione di altre realtà. A distanza di un anno, la giornata del Grand Opening, che vede anche l’apertura della mostra “la fine del mondo” a cura del Direttore del Centro, Fabio Cavallucci, ospita anche una nuova giornata di lavori del Forum dell’arte contemporaneaal quale partecipa anche il Giornale delle Fondazioni, moderando il tavolo di lavoro sull'Art bonus

Articolo a cura di: 
Neve Mazzoleni
Autore/i: 

Art Basel Crowdfunding Initiative: un supporto per il non profit ad arte!

  • Pubblicato il: 10/10/2016 - 19:41
NOTIZIE

Continua il nostro approfondimento con ArtBasel sul progetto Crowdfunding Initiative. Abbiamo conversato con Glenn Phillips, curatore e responsabile delle Collezioni Moderna e Contemporanea del Getty Research Institute di Los Angeles, membro della giuria che seleziona i progetti più meritevoli per accedere all’iniziativa di crowdfunding di ArtBasel e il partner Kickstarter. Insieme a lui abbiamo compreso perché la Fiera commerciale di Arte Contemporanea più importante al mondo sostiene progetti culturali non profit. Traduzione con testo originale a seguire

Articolo a cura di: 
Neve Mazzoleni
Autore/i: 

Sacro e Contemporaneo: se la Biennale di Venezia diventa occasione per sperimentare un binomio possibile

  • Pubblicato il: 18/07/2016 - 10:00
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Da Bill Viola ai Recycle Group, dieci anni di esperienze di arte contemporanea per adeguare i luoghi di culto ai nuovi canoni liturgici e trasformare la chiesa in un luogo privilegiato dove coltivare un rinnovato umanesimo. Ne parliamo con Don Gianmatteo Caputo, Delegato Patriarcale per i beni culturali e direttore degli Uffici per i beni culturali e per il turismo del Patriarcato di Venezia nonché direttore del Museo diocesano di Venezia 

Articolo a cura di: 
Andrea Archinà
Autore/i: 

L’alleanza educativa tra scuola università e musei

  • Pubblicato il: 14/06/2016 - 19:10
MUSEO QUO VADIS?

Cosa significa oggi educare con l’arte contemporanea? Come può essere intesa la partecipazione culturale per la scuola, gli educatori, i bambini e i ragazzi? Come si può interpretare il patrimonio culturale? Qual è il ruolo delle istituzioni culturali nei percorsi educativi? E come scuola, università e musei possono insieme costruire nuove conoscenze? Se ne è parlato al convegno  «Educare con l’arte contemporanea. Nuove forme di partecipazione. Scuola, musei e università per un alleanza educativa» presentato da Fondazione Pirelli HangarBicocca e dal Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa” dell’Università di Milano Bicocca

Articolo a cura di: 
Sendy Ghirardi
Autore/i: 

Il Forum non si ferma. Al via un nuovo appuntamento a Genova

  • Pubblicato il: 15/04/2016 - 16:26
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Dopo il suo esordio alla Fondazione Centro Luigi Pecci di Prato, lo scorso autunno, con 42 tavoli suddivisi in 6 macro-aree, oltre 400 relatori e 1000 partecipanti,  riparte una giornata di lavori del Forum permanente dell'arte contemporanea italiana dedicata alla macro-area pubblico/privato.  Abbiamo conversato con le curatrici di questa sessione  Ilaria Bonacossa, Antonella Crippa e Silvia Simoncelli, che con la collaborazione dell’Università di Economia e commercio di Genova e del Corso di specializzazione in management dei Beni museali della Fondazione Garrone, coordinato da Paola Dubini dell’Università Bocconi, propongono quattro tavoli di confronto propositivo sul sistema contemporaneo in Italia. Il Giornale delle Fondazioni, che segue la riflessione dalle sue origini, prosegue la partneship anche per questa occasione

Articolo a cura di: 
Neve Mazzoleni
Autore/i: 

Da Genova, il Forum permanente dell’arte contemporanea. Un passo in avanti nelle riflessioni area Pubblico/Privato

  • Pubblicato il: 15/04/2016 - 12:30
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Oltre 200 operatori dell’arte riuniti a Genova per portare avanti il dibattito e confronto sul sistema dell’arte contemporanea italiana, lanciato a Prato nello scorso autunno, in particolare sul rapporto fra settore Pubblico e Privato. 4 tavoli di lavoro ospitati nel museo di Villa Croce e restituiti in una plenaria all’Accademia Linguistica di Belle Arti

Articolo a cura di: 
Neve Mazzoleni
Autore/i: 

Become like a water my friend. Parola di Alterazioni Video

  • Pubblicato il: 16/03/2016 - 00:02
LA PAROLA AGLI ARTISTI

Recentemente tornati a Milano, dove sono nati nel 2004, Alterazioni video hanno presentato un’ampia rassegna della loro produzione cinematografica dal nome TURBO FILM allo Spazio Oberdan, in collaborazione con Fondazione Cineteca Italiana e Dispari& Dispari Project. Conosciuti per il progetto Incompiuto Siciliano, che anticipando i tempi, ha avviato una mappatura di tutti i siti delle opere pubbliche lasciate incompiute, rileggendole in una nuova chiave abilitante attraverso lo sguardo artistico, Alterazioni video continua la sua scrittura cinematografica che mixa i generi ed esplora i confini dell’estetica

Articolo a cura di: 
Neve Mazzoleni
Autore/i: 

Il Comitato promotore per le Fondazioni Italiane d’Arte Contemporanea

  • Pubblicato il: 14/02/2016 - 10:24
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Doppia intervista con i fondatori del Comitato promotore per le Fondazioni Italiane d’Arte Contemporanea, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Riccardo Rossotto, Senior Partner dello Studio R&P Legal

Articolo a cura di: 
Neve Mazzoleni
Autore/i: 

Fare fundraising insieme agli artisti

  • Pubblicato il: 15/12/2015 - 12:54
FONDAZIONI PER LA CULTURA

Quando l'arte si mette a disposizione del sociale possono nascere circuiti virtuosi in grado di generare non soltanto nuove visioni e nuovi linguaggi, ma anche risorse per sostenere progetti a favore delle fasce di popolazione più disagiate. E' il caso di Fondazione Pianoterra che per il secondo anno consecutivo ha coinvolto alcuni artisti per raccogliere fondi

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Nuovi spazi per l’arte: la Fondazione Carriero a Milano

  • Pubblicato il: 16/11/2015 - 00:03
FONDAZIONI PER LA CULTURA

Grand Opening della Fondazione Carriero a Milano. Nei suoi spazi, articolati in otto sale su tre piani, è stata allestita imaginarii, uno studio curato da Francesco Stocchi intorno alla concezione temporanea dello spazio e della sua esperienza. Fino al 13 Dicembre

Articolo a cura di: 
Elena Lombardo
Autore/i: 

Dopo l’accademia: uno spazio da costruire. Riflessioni su una nuova spazialità, avanzi temporali e vita quotidiana

  • Pubblicato il: 14/10/2015 - 21:38
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Il Forum dell’arte contemporanea di Prato ha rappresentato un importante momento di riflessione, sia in loco e – ancor più – ex post, sullo stato di cose nel panorama dell’arte italiana. I numerosi contributi pubblicati da artisti e operatori in meno di due settimane confermano quanto il Forum fosse un impegno non rimandabile, generato da una necessità diffusa di confronto e racconto tra generazioni e approcci diversi. Una spinta a riunire pensiero e persone raccolto con grande sensibilità dal Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, nella persona di Fabio Cavallucci, al quale va un ringraziamento collettivo. Perché attualmente, nel nostro paese, niente può esser dato per scontato. Riflessioni dal tavolo sulla formazione degli artisti

Articolo a cura di: 
Giangavino Pazzola

Il mecenatismo contemporaneo: quale ruolo e prospettive nel sostegno all’arte contemporanea

  • Pubblicato il: 02/10/2015 - 11:46
NOTIZIE

Il mecenate storicamente è colui che ha la capacità di spendere nelle arti, forte di superiorità morale, educazione e conoscenza del bello, che lo rende a pieno titolo uomo “politico”. Cosa rimane di questo impianto? Chi sono i mecenati contemporanei e che ruolo hanno? Un tavolo di lavoro durante il Forum dell'Arte Contemporanea Italiana ha cercato alcune risposte

Articolo a cura di: 
Chiara Galloni e Francesca Gambetta

Luoghi e paesaggi «per sempre, per tutti»

  • Pubblicato il: 14/05/2015 - 18:02
FONDAZIONI PER LA CULTURA

Come valorizzare il patrimonio culturale? Il XIX Convegno Nazionale del FAI (Fondo Ambiente Italiano) del 17 aprile scorso ha fornito spunti interessanti da casi virtuosi. Con un filo conduttore: rendere l'arte e la cultura accessibile e comprensibile, a partire dai cittadini

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Arte Irregolare in Italia: storia di un amore mai nato

  • Pubblicato il: 15/03/2015 - 21:24
NOTIZIE

È ufficiale la chiusura del MAI Museo di Arte Irregolare di Sospiro: dopo un'esperienza di soli 15 mesi dell'omonima Fondazione e a fronte di un percorso di ricerca durato circa 25 anni da parte della storica dell'arte contemporanea ed esperta di Art Brut Bianca Tosatti, direttrice dimissionaria dell'istituzione e fondatrice dell'Associazione Figure Blu, nonché curatrice di importanti mostre che sono alla base della storicizzazione dell'arte irregolare in Italia

Articolo a cura di: 
Elisa Campanella
Autore/i: 

Pagine