Diventerò. Fondazione Bracco misura l’impatto sociale

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 14:09
FONDAZIONI D'IMPRESA

Dopo 5 anni di attività dal lancio del progetto “Diventerò”, Fondazione Bracco tira le fila del suo programma pluriennale per accompagnare i giovani di talento. Multidisciplinarietà e percorsi su misura, pratica e mentoring gli elementi vincenti
 

Autore: 
Francesca Panzarin

MA&A – Musei Arte e Alzheimer

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 12:12
CULTURA E WELFARE

Le persone che vivono con la demenza sono membri a tutti gli effetti della società: i musei possono giocare un ruolo importante nell’inclusione sociale. La demenza non riduce l'essere umano e non cancella la persona.” La Fondazione Marino Marini di Firenze, da anni impegnata a livello nazionale e internazionale nel rendere l’arte accessibile alle persone con demenza e a chi se ne prende cura, ha promosso e organizzato un convegno dedicato al contributo che i musei e l’arte possono dare alla creazione di città e comunità amichevoli nei confronti della demenza, che si è tenuto il 25 maggio scorso., nell’ambito del progetto europeo Museums Art & Alzheimer’s. Occasione per fare il punto sui risultati e sulle prospettive
Rubrica di ricerca in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

 

Autore: 
Cristina Bucci, Luca Carli Ballola, Chiara Lachi, Michela Mei

La salute disuguale e la pratica culturale

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 12:11
CULTURA E WELFARE

Arte e cultura fanno bene, possono aiutare a guarire e soprattutto, contribuiscono a prevenire alcune serie patologie. Nell’ambito dell’edizione 2017 del Festival dell’Economia, a Trento, dedicata alla Salute, OCSE LEED per lo Sviluppo Locale, TSM – Trentino School of Management, servizio attività culturale della Provincia autonoma di Trento, hanno curato una conversazione su "Cultura, salute e benessere", moderato da Stefano Barbieri, capo del Centro OCSE LEED di Trento. Paolo Grigolli, direttore della Trentino School of Management, Annalisa Cicerchia, della redazione di Economia della Cultura e direttrice di OIS - Osservatorio Internazionale della Salute, Luca Dal Pozzolo, responsabile scientifico dell’ Osservatorio culturale del Piemonte, Ola Sigurdson, professore di Filosofia e Teologia, direttore Centro per la Cultura e la Salute dell’Università di Göteborg, hanno confrontato esperienze, ricerche, prospettive di lavoro futuro in una sala gremita e attenta. Alcuni spunti  su cui meditare
Rubrica di ricerca in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Autore: 
Annalisa Cicerchia

È semplice comunicare. Linguaggio audiovisivo e afasia

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 11:41
CULTURA E WELFARE

Presentata una ricerca sulla pragmatica della comunicazione multimediale, curata scientificamente e sviluppata dalla sezione del  Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione di Cinedumedia  dell’Università di Torino, promosso dalla Fondazione Carlo Molo onlus, ente che dal 2000 si occupa di afasia, le cui attività sono legate alle pratiche espressive artistiche
Rubrica di ricerca in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.
 

Autore: 
CS

Quando la cultura fa accoglienza

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 11:17
CULTURA E WELFARE

Dalla qualità dell’accoglienza, dalla comprensione reciproca di mondi apparentemente lontani dipende l’esito dell’inclusione sociale di chi arriva nel nostro paese. In una società sempre più multiculturale, l’Associazione Articolo 10 parte attiva del Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR),  ha varato un inedito percorso di formazione, che integra il progetto di accompagnamento e accoglienza previsto per le donne rifugiate che fanno richiesta di asilo in Italia. Presenta oggi, dopo averlo sperimentato, l’esito delle prime due edizione di “Percorsi”, finanziato dal Comune di Torino nell’ambito del progetto SPRAR, che ha interessato ventiquattro donne provenienti da sette paesi.
Rubrica di ricerca in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

 

Autore: 
Catterina Seia

Aree interne: cosa ci insegna Aliano

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 11:15
PAESAGGI

Aliano, poco più di mille abitanti in provincia di Matera, “luogo sperduto” ha ospitato quest'anno il Terzo Forum Nazionale Aree interne, promosso dall’omonimo Comitato. Un evento politico, culturale e d'ascolto che per due giorni ha impegnato circa 200 persone provenienti dalle valli lombarde, dal Delta padano, dell'entroterra sardo, dalle montagne siciliane, e da tutte le altre regioni italiane, prova dell’interesse generato dalla “Strategia per le aree interne”. Analisi dei punti di forza, dei nodi e nuove prospettive, verso  una nuova fase della strategia, l'avvio del processo di costituzione di una federazione delle aree interne.  E il poeta e paesologo Franco Arminio ha fatto il direttore artistico del Forum
 

Autore: 
Filippo Tantillo

Quando (?) arte e cultura diventano strumento di integrazione

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 11:02
STUDI E RICERCHE

Come la cultura e le arti possono contribuire a promuovere il dialogo interculturale con le comunità di migranti e di rifugiati? L’Unione Europea ha creato una task force per realizzare una mappatura delle progettualità esistenti. Il primo documento è a disposizione
 

Autore: 
Valentina Montalto

La cultura dei piccoli

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 10:36
STUDI E RICERCHE

Le abitudini di consumo e di fruizione culturale dei bambini e delle loro famiglie sono un tema poco esplorato, ma molto importante per supportare politiche mirate di audience development.  Quanto vanno al museo i bambini italiani? Con chi? Perché? I musei vengono percepiti come “kids friendly”? Il Centro Studi Silvia Santagata-EBLA, impegnato nel progetto di costruzione di un Osservatorio sulle produzioni e i consumi culturali under 18, in partnership con la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo ha analizzato l’esperienza al museo di oltre 1.000 famiglie e di 1.900 bambini
 

Autore: 
Martha Friel

Premio “Cultura di Gestione” per le imprese culturali

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 10:24
BANDI E CONCORSI

Iscrizioni aperte fino al 21 giugno per il premio finalizzato a far emergere le migliori esperienze di gestione sostenibile delle risorse culturali e paesaggistiche del territorio promosso da Federculture. Il Premio si inscrive nel più complesso processo di analisi e proposta di riforma del settore portato avanti dalle Organizzazioni Promotrici della Conferenza Nazionale dell’Impresa Culturale, che si svolgerà a L’Aquila il 5 luglio 2017. Possono rispondere al bando le Istituzioni/aziende speciali (Art. 114 T.U.E.L.); Società a partecipazione pubblica; Fondazioni; Associazioni e organizzazioni non profit; Cooperative; Imprese dello spettacolo
 

Autore: 
Redazione

Leggere gli scenari culturali attraverso gli Open Data: la sfida del bando Open Data per la Cultura 2017

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 10:23
BANDI E CONCORSI

cheFare, Fondazione Cariplo e Compagnia di San Paolo hanno lanciato il 20 aprile il bando Open Data per la Cultura 2017. Una call per ricercatori, artisti, designer capaci di leggere i dati raccolti in anni di bandi a favore del settore dell’impresa culturale emergente, per proporre soluzioni innovative di intepretazione e divulgazione, proseguendo nell’analisi degli scenari attuali.
Solo due le proposte che saranno premiate. Le candidature sono aperte dal 15 maggio  fino al 13 luglio attraverso il sito di cheFare
 

Autore: 
Neve Mazzoleni

Un patrimonio italiano. Beni culturali, paesaggio e cittadini

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 10:14
CONSIGLI DI LETTURA

Acuto, critico ma ottimista, forse scomodo, l’ultimo libro di Giuliano Volpe, presidente del Consiglio Superiore «Beni Culturali e Paesaggistici» del MIBACT e professore di archeologia all’Università di Foggia. Riflessioni oneste sul caso del patrimonio culturale nel bel Paese, accompagnate da un tour d’Italia in 22 tappe, alla scoperta di un patrimonio vivo e partecipato, da Torino a Napoli, dall’Isola d’Elba alla Sicilia
 

Autore: 
Maria Elena Santagati

Riflettere con i codici della natura. Marzia Migliora a Venezia

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 10:06
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

Da Torino a Venezia in dialogo tra antico e contemporaneo per la 57° Biennale a Cà Rezzonico. Sfida interessante e raffinata quella di Marzia Migliora,  in occasione della 57° Biennale di Venezia, nella suggestiva Ca' Rezzonico, presenta un progetto site-specific dal titolo VELME, a cura di Beatrice Merz, in collaborazione con Fondazione Merz  e MUVE, Fondazione Musei Civici di Venezia. L’artista invita lo spettatore a riflettere sui codici della natura e sulle continue violazioni commesse dall’uomo, nelle relazioni tra acqua e terra, emerso e sommerso, passato e presente
 

Autore: 
Elena Inchingolo

Intuizione, armonia e autenticità. I principi guida della Axel & May Vervoordt Foundation

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 09:50
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

In concomitanza con la Biennale d’Arte di Venezia 2017, la Fondazione Musei Civici di Venezia e la Axel & May Vervoordt Foundation presentano la loro sesta e ultima mostra progettata per Palazzo Fortuny, “Intuition”.  Axel Vervoordt, collezionista, curatore e mercante d'arte, racconta della sua passione per l’arte e la volontà di creare Kanaal, un progetto di architettura industriale, alle porte di Anversa, in dialogo con la natura e l’arte contemporanea, che sarà completato alla fine del 2017 e dove sorgerà la sede della sua fondazione
 

Autore: 
Alessia Zorloni

Italia. Terra di poeti, santi navigatori e Festival

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 09:45
FONDAZIONI PER LA CULTURA

Il Superfestival è stata la grande novità del Salone Internazionale del Libro 2017. Una “casa-vetrina” e allo stesso tempo una piattaforma di confronto in rete dei maggiori festival di approfondimento culturale italiani promossi prevalentemente da Fondazioni.  Hanno aderito più di 80 realtà, tra partner e ospiti. Si tratta di un progetto curato da La Grande Invasione, festival della lettura di Ivrea ideato e diretto da un editore e un libraio: Marco Cassini, Edizioni Sur e Gianmario Pilo, Galleria del libro. Una piattaforma di confronto non solo sulle proposte culturali, ma sulle modalità di governance dei progetti editoriali e sugli sviluppi futuri rispetto a politiche di finanziamento pubblico e autosostenibilità
 

Autore: 
Sara Marceddu

Architettura in Città e nuove pratiche dell’abitare

  • Pubblicato il: 17/06/2017 - 09:39
FONDAZIONI PER LA CULTURA

Il Festival si mette in discussione e innova la formula. A fine maggio si è tenuta la  sesta edizione di Architettura in Città, festival organizzato dalla Fondazione per l’Architettura – Torino sul  tema”Abitare la Città”,  la città come casa, per dibattere e confrontarsi sulle complesse relazioni tra i modi dell’abitare e la città contemporanea, intesa come il luogo della vicinanza, della diversità e dell’incontro. Uno sforzo progettuale che non si esaurisce a microfoni spenti, che già lavora per diventare progetto biennale, ma che apre le porte al lancio di un nuovo bando promosso da Ordine degli Architetti della Provincia di Torino e Unione Industriale torinese relativo al concorso di idee per il rinnovamento e la valorizzazione del complesso architettonico sede dell’Unione Industriale.  Il Festoival diventa biennale. “Crediamo che le giornate del Festival debbano essere l’esito di un percorso di lungo periodo che favorisca la partecipazione attiva dei cittadini e degli architetti”, afferma il presidente Giorgio Giani
 

Autore: 
Giangavino Pazzola

Pagine