Gli spazi del possibile

  • Pubblicato il: 15/11/2016 - 02:40
SPECIALI

SPECIALE AREE INTERNE. Dell'intervista a Filippo Tantillo, Claudio Calvaresi, senior consultant di Avanzi e docente presso il Politecnico di Milano, focalizza tre questioni riferite alla natura dei problemi di policy che investono le aree interne, al ruolo assegnato al Comitato nazionale, all’immaginario 

Autore: 
Claudio Calvaresi

Innovatori culturali e aree interne

  • Pubblicato il: 15/11/2016 - 02:34
SPECIALI

SPECIALE AREE INTERNE. E' presto per fare un bilancio di queste esperienze ma sicuramente è possibile tracciare le caratteristiche dei promotori di queste iniziative. Stefano Consiglio, Docente presso l’Università Federico II di Napoli traccia un identikit di questi innovatori che scelgono un lavoro defilato, lontano dalle luci delle grandi città

Autore: 
Stefano Consiglio

Aree interne, Università e nuovi possibili equilibri territoriali

  • Pubblicato il: 15/11/2016 - 02:31
SPECIALI

SPECIALE AREE INTERNE. Un imponente gruppo di lavoro coordinato da UNICAM e Istituto Nazionale di Urbanistica, con il coinvolgimento di ricercatori provenienti da diversi atenei italiani e di alcuni dirigenti di servizio regionale, sta monitorando, da circa un anno, l'attuazione della Strategia Nazionale Aree Interne. Ce ne parla Massimo Sargolini, professore ordinario di Urbanistica

Autore: 
Massimo Sargolini

Nuovi moti verso le terre

  • Pubblicato il: 15/11/2016 - 02:20
SPECIALI

SPECIALE AREE INTERNE. oikonomia, la regola di un nuovo abitare e la necessità di un rinnovato vocabolario. 'Ma per concepire questa nuova comunità, servono nuove economie e nuove regole: serve reinventarsi l’agricoltura, l’allevamento, l’artigianato, nuovi saperi​'. La proposta di Emmanuele Curti, 'archeologo della contemporaneità'

Autore: 
Emmanuele Curti

Strategia Nazionale Aree interne e terremoto: da disastro a opportunità?

  • Pubblicato il: 15/11/2016 - 02:10
SPECIALI

SPECIALE AREE INTERNE. Dal 24 agosto scorso una larga parte dell’Italia centrale tra Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio si trova a dover ripensare la propria esistenza e a riprogettarne la ricostruzione. Sono le aree colpite dal sisma, quelle dentro il “cratere”, in molti casi parti di territori dove è (o era?) in corso la partecipazione alla SNAI. Una unica grande area interna? L'opinione di Rosaria Mencarelli, Direttore Museo Nazionale del Ducato di Spoleto 

Autore: 
Rosaria Mencarelli

Earth Pollino, dove il 'vuoto' coesiste con il 'pieno'

  • Pubblicato il: 15/11/2016 - 01:29
SPECIALI

SPECIALE AREE INTERNE. Per innescare nuovi processi di sviluppo occorre un pensiero ampio, ben al di là dei limiti territoriali, contesti aperti all’interno dei quali rielaborare in modo innovativo il proprio passato, far circolare i saperi, costruire “cantieri di conoscenza e di progettualità relazionale e collettiva, in cui attivare e facilitare il coinvolgimento e la partecipazione dei diversi soggetti, costruire processi di apprendimento reciproco, di dialogo e di scambio”. L'esperienza di ArtePollino

Autore: 
Associazione culturale ArtePollino

Attiv●Aree

  • Pubblicato il: 15/11/2016 - 01:11
SPECIALI

SPECIALE AREE INTERNE. Un bando per l'attivazione di pratiche per un ritorno... in avanti. Ce ne parla Elena Jachia, Direttore dell’Area Ambiente di Fondazione Cariplo, promotore dell'iniziativa

Autore: 
Elena Jachia

Bello è il sapere ma ancor di più il saper fare

  • Pubblicato il: 15/11/2016 - 01:00
SPECIALI

SPECIALE AREE INTERNE. Sperimentazione - dice Veronica Vecchi, ricercatrice - significa apertura verso i giovani, modus operandi alternativi, energie e passioni genuine che confluiscono tutte verso obiettivi comuni. Un'occasione unica per un paese addormentato, di rinascita lontano dalla crescente solitudine ed anonimia che la realtà urbana sempre più spesso causa

Autore: 
Veronica Vecchi

Notturno, composizione per “restare umani” nell'incertezza della contemporaneità

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 23:26
LA PAROLA AGLI ARTISTI

Romano, classe 1980, oggi a New York. Dopo le ‘Sette Stagioni dello Spirito’, un colossale romanzo itinerante che ha abitato Napoli  tra il 2013 e il 2016, torna nella città partenopea per la grande mostra che il Museo Madre gli dedica, dal 17 dicembre.  Per la rubrica LA PAROLA AGLI ARTISTI, che apre ogni nostro numero mensile, in una moderna corrispondenza epistolare che è un andirivieni di sollecitazioni, dialoghiamo con Gian Maria Tosatti. Con lo sguardo immerso in un presente accecato dal bagliore delle contraddizioni, il suo poetare percepisce e naviga il buio. Le lucciole non sono scomparse, ma solo la notte può svelarle

Autore: 
Stefania Crobe

Siti UNESCO: integrazione col territorio

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 22:14
PAESAGGI

Ravvedimento operoso è detto, nella sfrenata fantasia lessicale della burocrazia, il tardivo versamento di tributi dovuti. Termine che per il fisco sa di sarcasmo, ma diventa un incoraggiamento se significa il darsi da fare di un equipaggio per correggere la rotta di una grande nave di difficile governo.  In questi termini, si può dire che nella VII Conferenza nazionale dei Siti Unesco si è delineata una strategia collettiva di ravvedimento operoso

Autore: 
Paolo Castelnovi

La cultura in trasformazione. Il punto sui processi di innovazione della cultura

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 21:55
CONSIGLI DI LETTURA

L’associazione culturale cheFare pubblica il volume “La cultura in trasformazione. L’innovazione e i suoi processi”, ed Minimum fax, dopo quattro anni di osservazione dei processi produttivi nel settore culturale attraverso l’omonimo bando. Una narrazione polifonica, che da testimonianze personali under 40, passa a mappature scientifiche per descrivere l’industria culturale in cambiamento. Una lettura, che fotografa un Paese e un sistema in transizione, ribadendo la necessità della capitalizzazione delle esperienze, evitando di perdere la funzione di connettore sociale

Autore: 
Neve Mazzoleni

Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana, quando i cittadini si mobilitano per la cultura

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 21:54
FONDAZIONI PER LA CULTURA

Un teatro chiuso da 17 anni, il desiderio di alcuni cittadini di riaprirlo e farlo diventare un luogo di cultura «aperto alla città»: questi i presupposti per la rinascita del Nuovo Teatro Faraggiana di Novara, ora nuovamente attivo grazie all'impegno delle forze culturali della città, che hanno costituito l'omonima fondazione che ne cura la gestione
 

Autore: 
Francesca Sereno

"Le belle contrade". La nascita del paesaggio italiano

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 21:54
CONSIGLI DI LETTURA

Il Saggiatore” prosegue il progetto di rivitalizzazione del corpus delle opere di Piero Camporesi ripubblicando "Le belle contrade" con un sottotitolo “la nascita del paesaggio italiano” utile a comprendere la genesi del dialogo tra uomo e natura, vita materiale e costruzioni culturali.”Nel Cinquecento non esisteva il paesaggio, nel senso moderno del termine, ma il “paese”, qualcosa di simile a quello che per noi è oggi il territorio" un'Italia “minore” di cose e di genti. Un libro prezioso, denso di attuali spunti

Autore: 
Antonio Capitano

Pensare e progettare il cambiamento. Il Forum permanente dell’Arte Contemporanea italiana fa il bis a Prato

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 21:53
FONDAZIONI E ARTE CONTEMPORANEA

A un anno dal suo esordio, la piattaforma  informale di opinione degli operatori attivi nel settore dell’arte contemporanea si riunisce nuovamente a Prato,  nella giornata della riapertura del  Centro Pecci,  a celebrare simbolicamente la restituzione di un museo di grande rilevanza , offrendo analisi e proposte concrete alle politiche, con un approccio partecipato che abbandona ogni lamentazione

Autore: 
Neve Mazzoleni

Quando il pubblico ispira e il privato partecipa: i primi risultati dell’Associazione Amici della Triennale di Milano

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 21:39
MUSEO QUO VADIS?

Il 22 novembre a Roma, a Palazzo Madama sede del Senato della Repubblica, Italo Scaletta-Presidente di Fidam-Federazione Italiana Amici dei Musei (60 associazioni locali, oltre 20mila iscritti), presenterà l’Associazione “Giovani Amici dei Musei d’Italia” dedicata alla fascia d’età fra i 18 e i 35 anni, sul modello delle altre federazioni internazionali. Primo compito dell’Associazione Giovani-il cui organigramma  e Presidente saranno annunciati a Milano in gennaio- sarà l’organizzazione della sezione dedicata ai giovani del Congresso Mondiale della World Federation Friends of Museum (sede a Bruxelles, quasi 3 milioni di volontari) che si terrà a Mantova nel maggio 2017. Il nuovo rapporto tra pubblico e privato in cui la filantropia si fa guidare da un approccio imprenditoriale, al centro del dibattito nei recenti Stati Generali degli Amici dei Musei, sta alla base della proposta dell’associazione milanese che in pochi mesi ha raggiunto oltre 170 iscritti e quasi 300mila € di fondi raccolti
 

Autore: 
Francesca Panzarin

Digitale e pubblico: un’opportunità dall’Europa

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 21:36
CULTURA DIGITALE

Si è aperta lo scorso 20 settembre la call del programma “Connecting Europe Facility” (CEF) che supporta lo sviluppo di network fortemente caratterizzati e sostenibili nel campo dei trasporti, dell’energia e dei servizi digitali. In questo ambito la call “Europeana” ha l’obiettivo di incentivare i soggetti culturali a sviluppare servizi digitali per valorizzare il nostro patrimonio anche in termini di pubblico. Riprendiamo il dibattito sulla piattaforma internazionale Europeana iniziata qui qualche mese fa ampliando lo sguardo ad un’opportunità progettuale ed economica alla quale sono invitate a partecipare organizzazioni internazionali, imprese comuni, imprese pubbliche o private. In questo ambito le fondazioni potrebbero essere importanti stakeholder per valorizzare il processo. Budget disponibile di 2 milioni di Euro

Autore: 
Emanuela Gasca

Take Care: istruzioni per l'uso. Il metodo Scarponi

  • Pubblicato il: 14/11/2016 - 21:30
CULTURA E WELFARE

Sta per concludersi, il 27 Novembre, la Biennale di Architettura di Venezia, Reporting from The Front, la cui proposta curatoriale di Alejandro Aravena è affidata al racconto delle pratiche abitative adottate  internazionalmente per affrontare povertà, flussi migratori, aumento, invecchiamento della popolazione e crescita delle periferie. Ugualmente, il lavoro di Antonio Scarponi, ospite del Padiglione Italia, dal titolo programmatico Taking Care e curato da Tam Associati, si inserisce nel racconto discorsivo e “parlato” dell’architettura come pratica in grado di rendere il cambiamento a portata di mano. I suoi dispositivi concettuali e spaziali, in bilico tra arte, design e architettura, trasmettono la fiducia nella possibilità di “abilitare” il pensiero degli altri, suggerendo non nuovi prodotti ma racconti diversi per trasformare creativamente quello che esiste già. E stato il primo vincitore del Curry Stone Design Prize della Curry Stone Foundation che annualmente premia i migliori progetti di 'innovazione sociale

Autore: 
Elisa Fulco

Arte sulle Motonavi. Il varo dell’Utopia

  • Pubblicato il: 11/11/2016 - 09:20
NOTIZIE

Dal 9 novembre 2016 all’8 gennaio 2017 presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea – Roma e presso l’Auditorium Via Veneto - Spazio Cultura- Roma, una mostra promossa dalla Fondazione Fincantieri  mette in scena un viaggio intellettuale e metaforico, ma anche materiale e concreto che ha legato l’industria all’arte e portato nel mondo attraverso le navi l’immagine del paese.

Autore: 
Redazione

Notizie in breve dal mondo delle Fondazioni

  • Pubblicato il: 10/11/2016 - 22:18
POST-IT

Questa settimana è dedicata all’arte contemporanea >>> La casa giapponese è il tema della nuova mostra del Maxxi >>> Fondazione Nomas si dedica al lavoro di Alfredo Pirri >>> Nuovo spazio di fondazione Prada dedicato alla fotografia >>> Nuova sede per Fondazione Baruchello >>> I Colori della Mente e altre inziative alla Fondazione De Fornaris
 

Autore: 
Francesca Sereno

Pagine