artlab17_590x100.jpg

Giugno 2016

Expoelette. Le donne nella stanza dei bottoni

  • Pubblicato il: 28/06/2016 - 11:35
OPINIONI E CONVERSAZIONI

1° Forum internazionale delle donne al governo della politica e dell’economia, dal 30 giugno-2 luglio - Castello di San Giorgio Canavese 3 giorni, 9 seminari, libri, concerti, mostre, proiezioni e più di 50 ospiti. Il Giornale delle Fondazioni condurrà il seminario su Finanza e Filantropia

Articolo a cura di: 
Catterina Seia
Autore/i: 

Il posto delle fondazioni nelle trasformazioni del welfare

  • Pubblicato il: 28/06/2016 - 11:01
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Dal 30 giugno al 2 luglio, prenderà corpo nel Castello di San Giorgio Canavese, “Expoelette 2016- 1° Forum internazionale delle donne al governo della politica e dell’economia”, appuntamento che si pone l’obiettivo di far conoscere il punto di vista dele donne in posizioni decisionali nelle istituzioni, nell’economia e in ciò che è d’interesse nella vita civile e sociale. Tra i seminari proposti, un focus sarà su “ Le donne nel governo della Finanza e della moderna Filantropia”, che vedrà tra i relatori la prof. Giulia Maria Cavaletto, docente di Sociologia della Famiglia dell’Università di Torino della quale presentiamo un contributo sul ruolo strategico della Filantropia istituzionale per un nuovo welfare, ruolo cruciale nella “gestione di una transizione che si prefigura come più lunga e complessa del previsto e rispetto alla quale il soggetto pubblico non ha ancora predisposto adeguate soluzioni

Articolo a cura di: 
Giulia Maria Cavaletto

Innovazione e Musei digitali del 21esimo secolo

  • Pubblicato il: 25/06/2016 - 11:51
MUSEO QUO VADIS?

Parlando di innovazione e Musei Digitali del 21esimo secolo, non si può prescindere dal tema della progettazione museale interdisciplinare. Se è vero infatti che i new media sono una tendenza e gli ecosistemi digitali offrono opportunità per arricchire l'esperienza di visita, tutto questo è strettamente collegato anche ad altri new trends museali tra cui: inclusione, dialogo interculturale, impegno sociale, creatività, partecipazione. La progettualità basata sulla ricerca di convergenze e il dialogo tra questi diversi ambiti, sono l'aspetto più innovativo e il presupposto per stimolare nuove prassi di sviluppo nelle imprese culturali e creative

Articolo a cura di: 
Paolo Mazzanti
Autore/i: 

Art bonus, società concertistiche e pubblica utilità

  • Pubblicato il: 25/06/2016 - 11:21
NORMA(T)TIVA

L’Art Bonus supera i 100 milioni di donazioni a partire dalla sua prima applicazione di fine 2014 fino a oggi. L’agevolazione fiscale al 65 per cento per le donazioni in cultura, che ci pone all’avanguardia in Europa, si rivela un successo e dimostra quanto cittadini, enti e imprese abbiano a cuore la tutela del patrimonio culturale nazionale”, Ha annunciato Il Ministro Dario Franceschini. 100 milioni, di cui  oltre 3 milioni e mezzo provengono da persone fisiche, oltre 45 da enti e fondazioni bancarie e circa 51 milioni da imprese. La Lombardia guida la classifica dei donatori  con  33.3 milioni di euro, un terzo della raccolta. Seguono Veneto, Piemonte ed Emilia-Romagna. ci sono Regioni a zero: Basilicata, Valle D'Aosta e Molise. Quali gli sviluppi? 

 

Articolo a cura di: 
Franco Broccardi e Irene Sanesi

Notizie in breve dal mondo delle fondazioni

  • Pubblicato il: 23/06/2016 - 13:09
POST-IT

 Molte collaborazioni tra istituzioni culturali ed enti di erogazione: a Lucca, l'Orchestra Filarmonica e e le Fondazioni di origine bancaria insieme promuovono cultura e solidarietà; a Firenze, Uffizi e Maggio Musicale collaborano per promuovere la proposta culturale fiorentina; a Bologna, Fondazione Del Monte e Unicredit sviluppano congiuntamente nuovi progetti artistici a favore della città. >>>>> Nasce alla Bocconi il Leap, un laboratorio di ricerca contro la povertà >>>>> La nuova edizione festival Architettura in Città a Torino diventa un laboratorio di idee

 

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Museo quo vadis?

  • Pubblicato il: 20/06/2016 - 17:04
IN QUESTO NUMERO

In questo numero parliamo del ruolo sociale del museo, come comunità educante, nell’accezione etimologica del termine, educere, portare fuori. Un ruolo che ha un portato politico e non certo ancillare, da distinguere dalla didattica, lo strumento, nel quale spesso è ancora confinato. Un ruolo che ha dignità pari alla conservazione e alla curatela e che, non ci stanchiamo di dire, non si esprime a valle, a giochi fatti sulla progettazione, all’apertura della mostra, ma a monte, dalla parte dalla domanda sulla missione, con una traduzione corale di tutte le funzioni

Articolo a cura di: 
CSM
Autore/i: 

Musei e paesaggi culturali

  • Pubblicato il: 20/06/2016 - 08:21
MUSEO QUO VADIS?

Dal 3 al 9 luglio tremila professionisti museali provenienti da 130 paesi di tutti i continenti si riuniscono a Milano per la XXIV Conferenza generale di ICOM, l’International Council of Museums. I temi in discussione e gli eventi in programma: ce ne parla Alberto Garlandini, Presidente del Comitato organizzatore della Conferenza e membro dell’Executive Council di ICOM

Articolo a cura di: 
Alberto Garlandini