archivi

museomarini_750x100.jpg

Memory Of The World UNESCO: il patrimonio documentario come fonte di conoscenza

  • Pubblicato il: 15/10/2017 - 20:01
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Proseguiamo il percorso di ascolto dei principali relatori in programma a LuBeC 2017 | Cultura 4.0, manifestazione promossa dalla Fondazione Promo PA, che si svolgerà il 12 e il 13 ottobre presso il  Real Collegio di Lucca. Tra i numerosi temi che saranno affrontati nel corso dell'iniziativa, la tutela e la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale dell'UNESCO occupano una posizione centrale. Con l'obiettivo di conoscere meglio il programma Memory of the World dell'UNESCO abbiamo posto alcune domande a Enrico Vicenti, Segretario Generale della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, che interverrà a LuBeC 2017 giovedì 12 ottobre nel corso dell'incontro Memory Of The World” UNESCO: opportunità per la valorizzazione in rete. Il confronto sarà un’occasione per individuare strumenti ed opportunità finalizzati a una strategia di promozione condivisa tra le varie realtà italiane che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento.

Articolo a cura di: 
Vittoria Azzarita

Focus Fotografia: al via il censimento degli archivi fotografici italiani

  • Pubblicato il: 10/08/2017 - 10:31
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Il MIBACT vara il censimento degli archivi fotografici italiani per una lettura dello scenario nazionale e la valutazione di una strategia con interventi strutturali, parte di una più ampia strategia di promozione del settore.  Censiti a oggi   124 archivi, con 635 fondi,  grazie all’intervento della Regione Piemonte e dalla Fondazione CRT 
 

Articolo a cura di: 
CS
Autore/i: 

Il gioco dell’industria in cinquanta oggetti

  • Pubblicato il: 14/10/2015 - 21:12
FONDAZIONI D'IMPRESA

Negli spazi dell’ex fabbrica di Lambrate della Bracco, Mostrami Factory@via Folli 50.0, voluto dalla Fondazione Bracco, in occasione di Expo in città, va in scena la mostra «Il gioco dell’industria» promossa da Museimpresa. Ne parliamo con la curatrice, Francesca Molteni, che racconta come costruire un’inedita storia del Made in Italy giocando con 50 oggetti simbolici conservati negli archivi e musei d’impresa

 

Articolo a cura di: 
Elisa Fulco
Autore/i: 

Pagine