Fondazione Sardi Arte

Giovanna Barni

Cultura, un welfare per il nuovo millennio

  • Pubblicato il: 29/09/2017 - 10:59
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Lo scorso 18 settembre si è tenuta in prima lettura alla Camera la discussione sulle linee generali della proposta di legge “Disciplina e promozione delle imprese culturali e creative”, prima firmataria l’Onorevole Anna Ascani. La proposta si prefigge di “favorire il rafforzamento e la qualificazione dell’offerta culturale nazionale, come mezzo di crescita sostenibile e inclusiva, e la nuova imprenditorialità e l’occupazione, con particolare riguardo a quella giovanile, mediante il sostegno alle imprese culturali e creative”.  Ne parliamo con Giovanna Barni, Presidente di CoopCulture che parteciperà ai laboratori di LuBec17
 

Articolo a cura di: 
Giovanna Barni
Autore/i: 

Focus Impresa Culturale. Per una nuova definizione: riconoscimento, responsabilità e collaborazione

  • Pubblicato il: 18/07/2017 - 18:22
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Proseguono i confronti a margine della prima conferenza sull’impresa culturali tenutasi a L’Aquila. Un commento di Giovanna Barni, Presidente di CoopCulture “manca una prospettiva prospettiva unitaria e di sistema Il tema del riconoscimento del valore dell’impresa culturale. (…) L’impresa culturale risulta di utilità pubblica per diverse ragioni - tutte concatenate tra loro - e come tale destinataria “naturale” di incentivi e misure agevolative. (…) Occorre ai diversi livelli, assumersi la responsabilità di una programmazione intersettoriale e territoriale di tipo sistemico e multistakeholders (…). La chiave di volta è l’individuazione di forme evolute e partecipate di partenariato pubblico-privato”
 

Articolo a cura di: 
Giovanna Barni
Autore/i: 

Un modello olistico per la Cultura

  • Pubblicato il: 13/02/2017 - 20:17
NOTIZIE

Giovanna Barni, Presidente di CoopCulture e Vice Presidente CulTurMedia Legacoop, e Cristina Da Milano, Presidente di ECCOM e membro del board di CAE. Insieme hanno presentato il nuovo concetto di sostenibilità di Culture Action Europe e il Rapporto di Sostenibilità CoopCulture: prima a Budapest, in occasione dell’Assemblea annuale di CAE, successivamente a Bruxelles, avanzando una proposta cooperativa in vista dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. “Il settore culturale è chiamato a concorrere alla realizzazione del cambiamento verso la sostenibilità, costruendo nuove conoscenze, promuovendo consapevolezza e responsabilità”
 

Articolo a cura di: 
Giovanna Barni e Cristina Da Milano

Una nuova vision collaborativa per l'economia dei territori

  • Pubblicato il: 19/09/2016 - 10:18
OPINIONI E CONVERSAZIONI

“E’ tempo per chi opera nel settore di assumere un atteggiamento responsabile, rispondendo alla “non-strategia” della frammentazione – proliferazione di enti ed eventi, di iperproduzione normativa – con un approccio coordinato, sistemico e integrato, ponendo fine alle distorsioni che hanno fatto proliferare programmi e ingenerato sprechi, moltiplicato i vincoli burocratici e alimentato una visione egoistica legata alle risorse singolarmente destinate. Giovanna Barni, presidente CoopCulture, interviene con proposte nella riflessione sull’innovazione delle politiche culturali, stimolata in questo numero“E’ tempo per chi opera nel settore di assumere un atteggiamento responsabile, rispondendo alla “non-strategia” della frammentazione – proliferazione di enti ed eventi, di iperproduzione normativa – con un approccio coordinato, sistemico e integrato, ponendo fine alle distorsioni che hanno fatto proliferare programmi e ingenerato sprechi, moltiplicato i vincoli burocratici e alimentato una visione egoistica legata alle risorse singolarmente destinate. Giovanna Barni, presidente CoopCulture, interviene con proposte nella riflessione sull’innovazione delle politiche culturali, stimolata in questo numero

Articolo a cura di: 
Giovanna Barni
Autore/i: 

CHI FA AFFARI SULLA CULTURA?

  • Pubblicato il: 14/02/2016 - 13:01
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Il record storico nel 2015 dei visitatori del patrimonio storico-artistico del Paese ha mosso considerazioni sulla gestione dei servizi aggiuntivi. La Soprintendenza di Roma ha meritato interrorgazioni parlamentari e titoli eclatanti su articoli de La Repubblica «Colosseo business monumentale… Lo Stato perde Milioni». che vi riproponiamo. Riceviamo e pubblichiamo la versione di Giovanna Barni, Presidente di CoopCulture, una delle principali realtà operanti nel settore

Articolo a cura di: 
Giovanna Barni
Autore/i: 

Pagine