Fondazione Sardi Arte

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 26/01/2018 - 09:14
Autore/i: 
Rubrica: 
NOTIZIE
Articolo a cura di: 
Francesca Sereno

>>> Il restauro della Sala del Campionario dei Marmi di Carrara al primo posto del Concorso «Progetto Art Bonus dell’anno» >>> #ConiBambini – Tutta un’altra storia: terza tappa a Milano. >>> A Milano ottava edizione di Affordable Art Fair 2018. >>> Laboratori d'arte e creatività con So Long, in mostra al Pastificio Cerere. >>> Due incontri di approfondimento del Bando Performing Arts 2018 di Compagnia di San Paolo >>> Fondazione CRC inaugura il Centro Display del Ser.T di Alba


 
Il restauro della Sala del Campionario dei Marmi di Carrara al primo posto del Concorso «Progetto Art Bonus dell’anno»
Il Concorso «Progetto Art Bonus dell’anno», promosso da Ales spa, la società responsabile dell’Art Bonus per conto del MiBACT, e Promo PA Fondazione – LuBeC, nasce con l’intento di premiare il progetto dell’anno finanziato da Art Bonus più votato sulla piattaforma www.concorsoartbonus.it.
L’Art Bonus è la misura fiscale varata nel 2014 per favorire il mecenatismo culturale e della quale ad oggi hanno beneficiato 1.100 enti, per oltre 1.300 interventi a livello nazionale e più di 200 milioni di euro, raccolti da oltre 6.000 mecenati.
Questa seconda edizione del concorso si è chiusa con 8.354 voti, a dimostrazione dell’interesse dei cittadini verso i 101 beni in concorso recuperati grazie all’Art Bonus. Con 1.219 voti vince il progetto di restauro della Sala del Campionario dei Marmi dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, città che dallo scorso autunno è entrata nel network delle 116 Città Creative Unesco proprio per l’artigianato del marmo.  La Marmoteca di Carrara conserva un esempio rarissimo di 210 campioni di pregiati marmi italiani, alcuni di essi introvabili perché esauriti o perché le cave sono state abbandonate. L’intervento di restauro di questo bene di proprietà demaniale è stato realizzato dall’Accademia di Belle Arti di Carrara grazie al sostegno di diverse imprese locali.  Il premio del concorso consiste in un riconoscimento simbolico rappresentato da una targa di ringraziamento che sarà consegnata al beneficiario e ai mecenati.
Tra i progetti più votati, e rispettivamente in seconda e terza posizione nella classifica generale, il restauro delle Terme Centrali del sito archeologico di Aquinum del Comune di Castrocielo (Fr), progetto realizzato dall’Università del Salento, e l’intervento di riqualificazione dell’ex Centro Balneare Caimi del Comune di Milano, ora rinominato «Bagni Misteriosi», intervento realizzato dalla Fondazione Pier Lombardo.  
Seguono, in ordine, nella lista dei progetti più votati: l’Arena Sferisterio di Macerata, il restauro degli affreschi del Palazzo Ragazzoni di Sacile (Pordenone), i giardini del Frontone di Perugia, il Cinema Teatro Busnelli di Dueville (Vicenza), il restauro del clavicembalo settecentesco del Museo S. Caterina di Treviso, il manoscritto ‘Psalterium Romanum’ della Biblioteca Federiciana di Fano (Pesaro-Urbino) e il restauro del Complesso delle Mura urbane di Lucca.
 
#ConiBambini – Tutta un’altra storia: terza tappa a Milano
Il 29 gennaio all’Auditorium Fondazione Cariplo di Milano arriverà la terza tappa della manifestazione itinerante #ConiBambini – Tutta un’altra storia. Si parlerà di periferie e povertà educativa minorile anche attraverso il teatro. Per l’occasione andrà in scena lo spettacolo «Aspettando il tempo che passa», scritto con i ragazzi del carcere minorile di Airola (BN). 
Parteciperanno all'evento Giuseppe Guzzetti, Presidente di Fondazione Cariplo, Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione CON IL SUD, lo scrittore Gianni Biondillo, Pierluigi Pardo e Valeria Ciardello, giornalisti sportivi. L'evento è gratuito.
Il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.
 
A Milano ottava edizione di Affordable Art Fair 2018.
Dal 26 al 28 gennaio torna a Milano Affordable Art Fair, la fiera d’arte contemporanea nata in Gran Bretagna con l’intento di avvicinare pubblico e creare una nuova generazione di collezionisti e presente in ben dodici città nel mondo.
Il tema dell’ottava edizione milanese è LIVING WITH ART – Vivere con l’arte, come un augurio a portare l’arte nella vita quotidiana e con l’invito a lasciarsi ispirare e ad emozionarsi ogni giorno a casa propria.
Gallerie italiane e internazionali quest’anno sono ben 85, tutti rispetteranno la formula originaria di Affordable che consiste nel presentare lavori di grandi nomi dell’arte contemporanea accanto alle ultime tendenze, del valore massimo di 6000 euro.
Molte di esse sono emergenti ed impegnate nella ricognizione di nuovi talenti, a cui la fiera dedica la sezione ‘Young’, dove sono in mostra artisti under 40, che sperimentano nuove espressioni, linguaggi e tecniche; e ‘Discover’, per scoprire con ‘Young Talents’ le ultime novità in fatto di nomi e proposte, scelti dai giovani curatori Angelica Gatto e Emanuele Riccomi. Ad esse si affianca la scena milanese rappresentata in ‘Milano Contemporary’ che comprende le gallerie cittadine attive nel settore giovani ed esordienti.
Nell’insieme la grande esposizione presenta una panoramica di stili che mette a fuoco le tendenze più alla moda, dalla street art al ritorno dell’optical art, sino alla fotografia, che nella sezione ‘Focus Photography’ raccoglie le gallerie specializzate nel settore, presentandone gli autori più interessanti.
La fiera è accompagnata da un fitto calendario di laboratori per tutti e di talk che raccontano le storie dei grandi collezionisti, insieme ad appuntamenti quotidiani sulla fotografia. E anche workshop e incontri con artisti internazionali, da conoscere nell’iniziativa ‘Play’, per cimentarsi con loro in diverse attività, ad esempio in quelle di ‘urban knitting’, organizzate dall'Associazione Sul filo dell'Arte, per creare opere ispirate ad artisti quali Kiefer e Duchamp.
 
Laboratori d'arte e creatività con So Long, in mostra al Pastificio Cerere.
Fino al 14 febbraio è possibile vedere presso la Fondazione Pastificio Cerere So Long (Arrivederci) mostra di fine residenza degli artisti Thomas Berra, Elke Dreier, Corinna Gosmaro e Analìa Martiìnez. La mostra  presenta i risultati della ricerca portata avanti da ogni artista durante i mesi di residenza tra Italia e Germania.
Thomas Berra e Corinna Gosmaro sono i vincitori della V edizione di 6ARTISTA, progetto per giovani artisti, ideato nel 2009 dalla Fondazione Pastificio Cerere in collaborazione con l’Associazione Civita, quest'anno realizzato grazie al sostegno di SIAE | Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura. I due artisti hanno trascorso hanno trascorso tre mesi a Roma, all'interno del Pastificio Cerere, e tre a Frisinga, presso la Schafhof – European House of Art Upper Bavaria, che a sua volta ha selezionato le artiste Elke Dreier e Analìa Martìnez per artist-in-residence project (Transfer > Rome), programma di scambio grazie al quale hanno avuto la possibilità di trascorrere tre mesi in residenza al Pastificio Cerere.
I lavori dei quattro artisti saranno presentati anche presso la sede espositiva della Schafhof – European House of Art Upper Bavaria nella primavera 2018.
Per permettere anche ai più piccoli di approfondire l'opera dell'artista, i partecipanti e le loro famiglie saranno introdotti in una piccola visita guidata dell'esposizione: attraverso la visione dei lavori in mostra verranno approfonditi gli elementi principali della ricerca artistica dell’artista, i temi delle opere esposte, alla scoperta dei linguaggi e materiali adottati. Seguirà, nelle sale espositive e/o nel cortile della Fondazione, un'attività pratica volta a rielaborare le conoscenze acquisite durante la visita.
La Fondazione Pastificio Cerere sorge all’interno dell’ex stabilimento industriale divenuto celebre negli anni Ottanta come sede del «Gruppo di San Lorenzo» e ancora oggi punto di riferimento per artisti, creativi e studiosi. L’obiettivo della Fondazione, nata nel 2005, è da sempre quello di realizzare e promuovere progetti formativi e programmi di residenze dedicati a giovani artisti e curatori, insieme a un ricco programma di mostre, conferenze, workshop e studio visit. La formazione è il trait d’union delle attività promosse che puntano a coinvolgere un pubblico eterogeneo e a stabilire un dialogo con gli studenti, di ogni ordine e grado, in particolare dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza, collocata a pochi passi dalla sede della Fondazione.
 
Due incontri di approfondimento del Bando Performing Arts 2018 di Compagnia di San Paolo
La Compagnia di San Paolo lancia per il 2018 una nuova edizione del Bando per le Performing Arts per sostenere le manifestazioni di spettacolo dal vivo più qualificate che si realizzeranno in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.
Quest’anno presenta alcune novità: viene spostato l’obiettivo dai singoli progetti al sistema, accogliendo i partenariati, e la prospettiva temporale diviene triennale. L’obiettivo finale è quello di implementare e rafforzare la comunità permanente di soggetti qualificati che operano nell’ambito non profit delle arti performative, dando forza a un sistema cui si riconosce un ruolo generativo nei processi di sviluppo culturale, sociale ed economico.
L’edizione 2018 prevede inoltre una collaborazione con la Fondazione Carige, concernente le aree territoriali cui la fondazione fa riferimento.   
La scadenza per la presentazione delle domande di contributo è mercoledì 28 febbraio 2018. Entro tale data, le richieste dovranno essere chiuse e trasmesse alla Compagnia di San Paolo attraverso la procedura ROL Richieste on Line, scegliendo il percorso ‘Bando per le Performing Arts 2018’.
L’esito del bando verrà comunicato entro il 31 maggio 2018.
Per approfondire le strategie e i contenuti del Bando nella sua nuova edizione, la Compagnia invita gli enti che intendono partecipare, così calendarizzati: venerdì 26 gennaio, nella sede della Compagnia di San Paolo a Torino, e mercoledì 31 gennaio, in collaborazione con Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, presso la Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale di Genova.
Le sedi diverse sono funzionali a favorire gli spostamenti degli enti che aderiranno; i temi affrontati saranno i medesimi. L’iscrizione agli incontri è obbligatoria.
Per maggiori informazioni
 
Fondazione CRC inaugura il Centro Display del Ser.T di Alba
Inaugurato ad Alba presso la sede del Ser.T dell’ASL CN2 il Centro Multimediale del Progetto Display, promosso dalla Città di Bra, dall’ASL CN2 e realizzato con il contributo della Fondazione CRC, nell’ambito del bando Prevenzione e Promozione della Salute.
Il Centro Display è un Laboratorio multimediale permanente: un luogo fisico, fatto di stanze, oggetti, tecnologie e persone, che può essere visitato e diventare meta di un viaggio di istruzione per Scuole e Centri Estivi. All’interno di Display i ragazzi partecipano ad un percorso didattico-esperienziale attraverso le sue stanze tematiche, prendendo parte a giochi, sfide e laboratori, interagendo continuamente con se stessi, i compagni, gli educatori del Centro e le tecnologie digitali.
Il ‘Progetto Display’, volto al contrasto delle dipendenze dalle nuove tecnologie con particolare riferimento a bambini e adolescenti in età 9-13 anni, è stato finanziato dalla Fondazione CRC nell’ambito del bando «Prevenzione e promozione della salute» - delibera del 30 gennaio 2017 contributo triennale pari a complessivi  83.200,00 €.
Il Bando Prevenzione e promozione della salute 2016 – nato da uno studio del Centro Studi della Fondazione sulla prevenzione e la promozione della salute in provincia di Cuneo i cui risultati sono disponibili nel Quaderno n. 26 «Prevenire e promuovere. Politiche e progetti per la salute in provincia di Cuneo»-  ha come obiettivo quello di rafforzare le politiche di prevenzione e promozione della salute in provincia, per contribuire al progressivo e continuativo miglioramento delle condizioni di salute della popolazione: è dimostrato infatti che al miglioramento delle condizioni di salute contribuisce anche il rafforzamento delle attività di prevenzione, cioè quel continuum di azioni volte a guadagnare salute sia attraverso la promozione di stili di vita sani e interventi sui principali fattori di rischio delle malattie (prevenzione primaria), sia con l’individuazione tempestiva dei segni precoci di malattia per curarla meglio (prevenzione secondaria), sia con la presa in carico delle sue conseguenze per contrastare la progressione in caso di patologie manifeste (prevenzione terziaria).
La dotazione complessiva è stata di 410 mila euro a sostegno di 6 iniziative, tra cui il progetto Display.
Il progetto, che vede il Comune di Bra (capofila) a guida di un ampio partenariato (Asl Cn2,  Consorzio Socio Assistenziale Alba Langhe e  Roero, Centro di Documentazione e Ricerca Audiovisiva Steadycam, cooperativa sociale Ro&Ro e, Lunetica Soc, ASL TO 2 e ASL TO3 – DORS -Centro regionale di documentazione promozione salute e Istituti Scolastici di Bra, Alba, Bossolasco, Canale, Cherasco, Cortemilia, Diano D'alba, Govone, La Morra, Montà, Neive, Santo Stef Belbo, Santa Vitt d’Alba, Sommariva Bosco e Sommariva Perno), è articolato in 30 mensilità e si propone di realizzare attività formative di approfondimento dedicate a docenti ed operatori, sul ruolo svolto dai media digitali all’interno dei contesti di vita, in modo da avviare interventi di prevenzione rispetto ad un loro abuso o utilizzo distorto (cyberbullismo, sexting, ecc.) e organizzare alcune serate informative con genitori e adulti di sensibilizzazione sul tema.
A supporto delle attività svolte con gli studenti e gli insegnanti, verrà infine realizzata una ricerca sul tema dell’abuso e della dipendenza dai nuovi media, in collaborazione con le Asl di To 2 e di To 3.