Fondazione Sardi Arte

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 26/08/2017 - 14:19
Autore/i: 
Rubrica: 
NOTIZIE
Articolo a cura di: 
Francesca Sereno

>>> Fondazione Bonotto sostiene il  premio letterario BERNARD HEIDSIECK - CENTRE POMPIDOU >>> A Lecce nasce la Biblioteca dei Bambini, nuova iniziativa del progetto «Giallo, rosso e blu», promosso da Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo e Fondazione con il Sud >>> La Getty Foundation sostiene un piano di conservazione per lo Stadio Flaminio di Roma >>> Inaugurata la mostra Gruppo di Famiglia a Forte Marghera, progetto della Fondazione Musei Civici di Venezia
 


Fondazione Bonotto sostiene il  premio letterario BERNARD HEIDSIECK - CENTRE POMPIDOU
Il Centre Pompidou partecipa alla stagione letteraria 2017 e annuncia la creazione del festival Extra !, festival delle letterature fuori dal libro, e del premio letterario BERNARD HEIDSIECK - CENTRE POMPIDOU, primo premio a livello internazionale che riconosce i migliori autori e le migliori opere in questa dimensione allargata delle letteratura.
Il premio, sostenuto dalla Fondazione Bonotto, sarà consegnato il 6 settembre, giorno d’apertura del Festival Extra!.
Con questo nuovo appuntamento il Centre Pompidou desidera mettere in luce le varie forme che rendono oggi la letteratura libera dal libro. Nel XX secolo, dal movimento Dada al poeta Bernard Heidsieck, le avanguardie letterarie hanno voluto evadere dalle costrizioni del libro e hanno promosso delle nuove forme di poesia: sonora, visiva, rumorista. A partire dal 1977, il Centre Pompidou è stato un luogo di accoglienza e di sostegno della «poésie debout» e «hors-livre» come diceva Bernard Heidsieck. Extra! celebra queste altre forme delle letteratura attraverso diversi eventi. Nel programma: performances di scrittori quali Emmanuelle Pireyre, Laura Vazquez e Arno Calleja, Hugues Jallon, spettacoli con l'attore Laurent Poitrenaux et la “maîtresse de cérémonie” Catherine Robbe-Grillet. uno showcase con il rapper Elom 20ce, delle conversazioni teoriche proposte dall'universitario Lionel Ruffel all'iniziativa di Radio Brouhaha, trasmissioni alle quali sono invitati Elitza Gueorguieva, Roger Chartier, François Bon per esplorare la turbolenta storia della letteratura recente.
Il premio si articola in tre categorie: Prix d’honneur, conferito ad un autore per l’insieme della sua produzione letteraria fuori dal libro; Prix de l’année, conferito ad un’opera specifica particolarmente importante nel campo aperto della letteratura fuori dal libro; la Méntion Spéciale Fondazione Bonotto che prevede una residenza di una settimana presso la Fondazione Bonotto a Molvena, al fine di realizzare un arazzo in collaborazione con Bonotto Spa. 
Fondazione Bonotto nasce per promuovere la Collezione Luigi Bonotto che dai primi anni Settanta ad oggi ha raccolto numerosissime testimonianze tra opere, documentazioni audio, video, manifesti, libri, riviste ed edizioni di artisti Fluxus e delle ricerche verbo-visuali internazionali sviluppatesi dalla fine degli anni Cinquanta. 
www.fondazionebonotto.org/
 
A Lecce nasce la Biblioteca dei Bambini, nuova iniziativa del progetto «Giallo, rosso e blu».
Nella Casa Circondariale Borgo San Nicola di Lecce, è stata inaugurata la Biblioteca dei Bambini, nell’ambito del progetto «Giallo, rosso e blu». Il progetto rientra tra le dieci iniziative vincitrici del bando nazionale «Infanzia Prima» destinato a bambini sino ai 6 anni. Partito nel dicembre 2016, avrà una durata di 24 mesi e sarà realizzato da una rete di associazioni che operano già attivamente e in sinergia nel mondo dell’infanzia attraverso molteplici approcci.
«Giallo, rosso e blu» è promosso da Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo e Fondazione con il Sud, con l’accompagnamento scientifico di Fondazione Zancan e in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.
Sono state coinvolte le associazioni Factory Compagnia Transadriatica e Principio Attivo Teatro, la compagnia di attori/detenuti Io Ci Provo, la Casa Circondariale Borgo San Nicola di Lecce, l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce, il Garante per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Puglia e l’Istituto Tecnico Olivetti di Lecce.
La biblioteca è realizzata all’interno dall’area colloqui del carcere con lo scopo di favorire una frequentazione serena del carcere da parte dei bambini e offrire loro tempi e spazi di condivisione insieme alla propria famiglia. Per la sua sistemazione i bambini sono stati sollecitati a immaginare ed i genitori si sono occupati di realizzare i progetti dei piccoli.
La sala è stata ridipinta e resa adatta ai piccoli, fornita di libri, di albi illustrati per l’infanzia e di arredi. È stato possibile grazie anche alle donazioni di decine di persone, case editrici e librerie.
La biblioteca è il primo di una serie di interventi che proseguiranno nei prossimi mesi con la  realizzazione di una ludoteca, la sistemazione di aree verdi e un vasto calendario di appuntamenti, laboratori, spettacoli, letture e mostre.
www.compagniadisanpaolo.it
www.fondazionecariplo.it
www.fondazioneconilsud.it

 
La Getty Foundation sostiene un piano di conservazione per lo Stadio Flaminio di Roma
La Getty Foundation di Los Angeles nell'ambito del progetto Keeping it Modern, avviato nel 2014 per sostenere piani pilota di conservazione del delicato patrimonio architettonico del XX secolo, ha assegnato all’Università La Sapienza di Roma un grant di 180,000 dollari per sviluppare un piano di conservazione per lo Stadio Flaminio di Roma di Pier Luigi e Antonio Nervi».
Dopo diversi anni, il Flaminio, proprietà di Roma Capitale, versa oggi in uno stato di grave degrado e abbandono e, seppur dichiarato «opera di eccellenza» dalla Direzione per l’Arte e l’Architettura Contemporanee (DARC) del Ministero per i Beni e le Attività culturali nel 2005, non è sottoposto a vincolo in quanto opera pubblica con meno di 70 anni dalla realizzazione. Il piano di conservazione dello stadio Flaminio è volto a promuovere, sostenere e indirizzare il successivo progetto di recupero nel rispetto della concezione originale nerviana e dell’originale funzione di stadio e impianto sportivo polivalente. Il piano sarà quindi il risultato di un lavoro congiunto del gruppo di lavoro coadiuvato da un comitato scientifico internazionale che include anche esperti di storia dell'architettura, progettazione di impianti sportivi, conservazione del moderno e ingegneria delle costruzioni. Una volta realizzato lo studio sarà poi condiviso con i soggetti pubblici e privati che stanno proponendo progetti per la struttura.
Tale piano è stato selezionato dalla Getty Foundation nell’ambito del programma internazionale di finanziamenti «Keeping it Modern», a seguito della domanda presentata a marzo 2017 dal Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica della Sapienza Università di Roma, la Pier Luigi Nervi Project Association e Do.Co.Mo.Mo. Italia, in accordo con Roma Capitale.
Tra i dodici progetti selezionati dal programma Keeping it Modern quest'anno figurano il Museu de Arte di São Paulo di Lina Bo Bardi, il Museo del Governo di Chandigarh di Le Corbusier, il Yoyogi National Gymnasium a Tokyo di Kenzo Tange, la Casa Melnikov a Mosca e la sede del Bauhaus di Dessau di Walter Gropius.
http://www.getty.edu/foundation

Inaugurata la mostra Gruppo di Famiglia a Forte Marghera
In corso fino al 5 novembre a Forte Marghera, nel nuovo spazio espositivo Muve Contemporaneo, l'installazione di 38 sculture del XX secolo provenienti dalla collezione di Ca' Pesaro. Con questo progetto, nato da un'intuizione dell’assessorato alla Cultura del Comune di Venezia, la Fondazione Muve intende continuare a promuovere e valorizzare il proprio ricco patrimonio di arte contemporanea in terraferma. Questa mostra si inserisce in un’area, quella di Forte Marghera, in cui già operano altre istituzioni, come la Biennale, per proporre attività culturali che stimolino sempre più la promozione e la conoscenza dell’arte e della cultura e siano soprattutto fruibili, in un clima di condivisione e aggregazione sociale, dal pubblico giovane che normalmente frequenta la zona durante il tempo libero.
L'installazione racconta l'evoluzione del linguaggio scultoreo attraverso il Novecento nell’opera di artisti del calibro, tra gli altri, di Domenico Trentacoste, Constantin Meunier, Joseph Bernard, Napoleone Martinuzzi, Michael Noble, Giacomo Manzù, Emilio Greco, Libero Andreotti, Agenore Fabbri, Arnaldo Pomodoro, Alberto Viani, Lorenzo Guerrini, Aldo Calò, Arman. Le opere, tutte di grandi e medie dimensioni, vengono presentate attraverso un percorso espositivo che, partendo dal Verismo di inizio secolo, arriva ai lavori astratti del secondo dopoguerra.
Il recupero del padiglione che ospita l’installazione è stato finanziato dalla stessa Fondazione Forte Marghera, utilizzando parte del milione e 600 mila euro guadagnati quest’anno. 
La mostra è a cura di Gabriella Belli, direttrice della Fondazione Musei Civici di Venezia, con il progetto di allestimento di Daniela Ferretti e la collaborazione della Fondazione Forte Marghera.
www.visitmuve.it
 

Ph: B. Heidsieck, Circuits intêgres, 1989