Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore
 

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 08/06/2018 - 10:23
Autore/i: 
Rubrica: 
NOTIZIE
Articolo a cura di: 
Francesca Sereno

>>> Online il Bando Never Alone 2018 >>> Nuovo appuntamento nell’OFFICINA con-Temporanea della residenza Luoghi Comuni San Salvario >>> Le opere mediterranee di Alba Gonzales nel parco della Fondazione Giuseppe Whitaker di Palermo >>> Fondazione CariSpezia sostiene sedici iniziative culturali >>> Le Favole di luce di Nino Migliori al Maxxi >>> Bilanci di missione per Fondazione CON IL SUD e Con i Bambini >>> Online il bando +Risorse della Fondazione Sviluppo e Crescita CRT


Online il Bando Never Alone 2018
Nuova edizione nazionale del Bando Never Alone «Verso l’autonomia di vita dei minori e giovani stranieri che arrivano in Italia soli». È la seconda iniziativa realizzata nell’ambito di «Never Alone, per un domani possibile» che ha l’obiettivo di promuovere interventi multidimensionali di accompagnamento all’autonomia lavorativa e di vita di ragazze e ragazzi di età compresa tra i 15 e i 21 anni arrivati in Italia come minori stranieri non accompagnati.
Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione CON IL SUD, Enel Cuore, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Monte dei Paschi di Siena e Fondazione Peppino Vismara confermano il loro impegno a favore dell’autonomia e dell’inclusione dei giovani migranti sul territorio italiano, per la loro accoglienza e inclusione. 
Anche sul territorio italiano, il fenomeno dei minori soli continua a rappresentare un evento rilevante e con grandi criticità. Rispetto allo stesso periodo dei due anni precedenti, prosegue il trend di aumento dell'età dei giovani, con l'incremento della quota dei diciassettenni (+6,3% rispetto al 2015) e una diminuzione della quota di minori con meno di 15 anni (Dati Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione). Questo quadro mostra che gli stranieri più giovani in arrivo in Italia hanno un tempo sempre più breve per acquisire un’autonomia di vita prima della fuoriuscita dai sistemi di protezione, prevista al compimento della maggiore età. Alcuni dati approssimativi evidenziano, inoltre, che il 35% dei giovani stranieri non studia e non lavora, percentuale che cresce fino al 45% nel caso delle ragazze (ISMU – febbraio 2018 «Accompagnamento all’autonomia lavorativa per minori non accompagnati»).
Per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro dei ragazzi, il Bando Never Alone 2018 intende sostenere, in tutta Italia, un numero limitato di progetti che accompagnino i giovani nella delicata fase di transizione tra la minore e la maggiore età con l’avvio di percorsi finalizzati al raggiungimento e al mantenimento di un’autonomia lavorativa e di vita. 
Al centro dei progetti i percorsi migratori e le necessità, potenzialità e aspirazioni dei ragazzi, per intervenire nei seguenti ambiti:
• percorsi di accompagnamento al lavoro;
• percorsi di accompagnamento all’inclusione sociale e relazionale.
Inoltre, potranno prevedere azioni integrative ai precedenti due ambiti attraverso interventi volti a favorire:
• l’autonomia abitativa;
• l’inclusione linguistica e culturale.
Tutti gli interventi selezionati dovranno porsi in rapporto di complementarietà e sinergia con le misure di intervento pubblico.
Il Bando è rivolto a partenariati pubblico-privati composti da almeno tre soggetti senza scopo di lucro aventi una comprovata esperienza in materia di accoglienza e inclusione di minori e/o di migranti/richiedenti asilo.
Il budget a disposizione per il Bando Verso l’autonomia di vita dei minori e giovani stranieri che arrivano in Italia soli ammonta a € 2.900.000.
Le candidature dovranno pervenire entro le ore 17.00 del 7 settembre 2018, al termine della valutazione, l’elenco dei progetti accolti verrà reso pubblico sui siti web degli enti promotori. 
Scarica il bando
 
Nuovo appuntamento nell’OFFICINA con-Temporanea della residenza Luoghi Comuni San Salvario
La Residenza temporanea Luoghi Comuni San Salvario è un’officina di sperimentazione di modalità abitative attive, solidali e di collaborazione. Il progetto è realizzato all’interno del Programma Housing della Compagnia di San Paolo in collaborazione con l’Ufficio Pio (ente strumentale della Compagnia).
Due le Residenze Temporanee di Torino (San Salvario e Porta Palazzo) che, oltre ad offrire la possibilità di affittare i locali a canone calmierato, hanno anche l’obiettivo di dialogare con il territorio in cui si inseriscono promuovendo una nuova cultura dell’abitare.
All’interno della Residenza di San Salvario si sviluppa L’OFFICINA con-Temporanea, uno spazio espositivo dove gli artisti propongono il loro lavoro in un dialogo proficuo e intenso con il luogo che li ospita. 
Il ciclo di installazioni site-specific UGUALEDISUGUALE propone molteplici suggestioni accostando alla parola ‘casa’ concetti diversi che ne amplificano il significato.
Da mercoledì 6 giugno è presente la mostra CASA = ≠ RESISTENZA con le installazioni site-specific di Valentina Durante e Mohsen Baghernejad M.
Valentina Durante ha 26 anni, è nata ad Aosta, vive e studia a Torino. Frequenta l'ultimo anno del biennio in Grafica d'Arte presso l'Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino. Diplomata in grafica pubblicitaria presso l'Istituto d'arte di Aosta, oggi studia e lavora con le varie tecniche di stampa tradizionali: incisione, serigrafia, xilografia, litografia. Il collages è la tecnica che rappresenta il connubio perfetto delle sue diverse passioni.
Mohsen Baghenejad Moghanjooghi, è nato a Tehran in Iran nel 1988. Diplomato in grafica, ha lavorato con il fratello architetto per 5 anni. Dal 2012 frequenta l'Accademia di Belle Arti di Torino.
 
Le opere mediterranee di Alba Gonzales nel parco della Fondazione Giuseppe Whitaker di Palermo
Fino al 30 settembre è aperta a Palermo la mostra «Alba Gonzales. Miti mediterranei», a cura di Gabriele Simongini, allestita nel parco di Villa Malfitano della Fondazione Giuseppe Whitaker, promossa e realizzata dalla Fondazione Cultura e Arte e organizzata da Civita Sicilia. Con diciannove sculture di grandi e medie dimensioni collocate nel parco della Fondazione, l’artista dà vita a un viaggio simbolico attraverso i miti mediterranei, rivissuti nel moto pendolare fra desiderio e nostalgia.
Romana di nascita, fra genitori e nonni la scultrice raduna in sé origini siciliane, greche, spagnole e francesi, con un cosmopolitismo mediterraneo che spiega per alcuni aspetti il patrimonio mitico e mitologico che dà linfa alle sue opere, sotto il segno di un culto sensuale della forma e del corpo umano. Proprio per queste radici le sculture di Alba Gonzales approdano a Palermo, città ‘meticcia’ per eccellenza.
Il catalogo della mostra, pubblicato da Silvana Editoriale, oltre alle immagini delle opere fotografate nel parco di Villa Malfitano Whitaker, contiene i testi di Emmanuele Francesco Maria Emanuele, Paolo Matthiae, Dante Maffia e Gabriele Simongini, un’intervista all’artista di Tiziana D’Acchille, un’antologia critica e una nota biografica.
Per l’occasione verrà realizzato da Raffaele Simongini un documentario dedicato all’artista che sarà proiettato in mostra la sera dell’inaugurazione e durante tutta la durata dell’esposizione

 

Fondazione CariSpezia sostiene sedici iniziative culturali
Sono 16 i progetti selezionati attraverso il bando ‘Eventi Culturali 2018. Le arti performative per la valorizzazione del territorio’ della Fondazione Carispezia, che saranno sostenuti complessivamente con circa 250mila euro. I progetti, presentati da organizzazioni senza scopo di lucro attive in campo culturale e Comuni del territorio riuniti in partenariati, riguardano iniziative nell’ambito delle arti performative – prevalentemente eventi inerenti teatro, musica, danza – che saranno realizzate nell’intera area della provincia della Spezia e della Lunigiana, coinvolgendo oltre 30 Comuni e valorizzando anche luoghi poco interessati dall’offerta culturale già esistente. 
Gli eventi - tra concerti, performance teatrali, letture, incontri e laboratori inerenti un ampio ventaglio di generi e fasce di pubblico - animeranno il territorio soprattutto nei mesi estivi, mettendo in luce l’impegno delle realtà locali che operano in campo culturale: circa 40 sono infatti le organizzazioni culturali coinvolte nei partenariati previsti dai progetti.
Per tutte le realtà che hanno ricevuto il finanziamento, come di consueto, sarà realizzata – mercoledì 20 giugno, presso la sede della Fondazione – un’attività di formazione sul tema della gestione amministrativa e rendicontazione dei progetti.
Gli esiti del bando sono consultabili online sul sito della fondazione.
 
Le Favole di luce di Nino Migliori al Maxxi
La Fondazione MAST presenta a Roma, in collaborazione con Fondazione MAXXI, ‘Favole di luce’, una mostra che illustra il percorso didattico ideato e condotto da Nino Migliori nell’atelier di fotografia del Nido Scuola MAST a partire dal 2015. 
Fotografo di fama internazionale e sperimentatore animato da uno spirito di ricerca instancabile e da un entusiasmo contagioso, Nino per oltre due anni ha accompagnato bambini ed educatrici alla scoperta del mezzo fotografico come forma di scrittura, sorprendente meccanismo per la creazione di immagini narranti. Insieme al loro maestro, bambini dai 3 ai 5 anni d’età hanno imparato a utilizzare tecniche off-camera come ossidazioni, cellogrammi, polarigrammi, lucigrammi, fotogrammi, scoprendo nuovi modi di osservare, raccontare e trasformare il loro mondo, con metodo e con fantasia insieme.
Dalla collaborazione tra Nino e i bambini è scaturita una molteplicità allegramente confusa di immagini che narrano l’evento straordinario del vivere: piedi, cuori, foglie, cani, alberi, cerchi, piramidi, pezzi staccati o assemblati, orsacchiotti, palle, garze, chiavi inglesi, ingranaggi, bimbi in movimento. 
Attraverso 87 opere, la mostra dà conto di questa esperienza straordinaria, accompagnando i visitatori alla scoperta del processo creativo ideato da Nino Migliori e delle ‘favole di luce’ scritte dai bambini, libera espressione dei loro pensieri, delle loro emozioni e dei loro desideri.
 
Bilanci di missione per Fondazione CON IL SUD e Con i Bambini
Fondazione CON IL SUD e Con i Bambini hanno presentato i rispettivi bilanci con i risultati raggiunti, illustrando soprattutto una visione del Paese che, al di là dei dati quantitativi, è orientata a rafforzare percorsi di coesione sociale, valorizzando esperienze e reti di buone pratiche.
Due bilanci e due differenti metafore per comunicarli, ma stesso messaggio: la necessità di fare squadra come cifra di un cambiamento possibile, come modello di intervento nel contrastare il fenomeno della povertà educativa minorile in un caso e favorire lo sviluppo del nostro Sud nell’altro.
La Fondazione CON IL SUD per il suo decimo Bilancio di Missione si affida alla metafora del gioco delle carte con lo slogan «Con il Sud, l’unico azzardo possibile», come sfida non solo del Mezzogiorno ma dell’intero paese. Non a caso l’immagine del poster che accompagna la sintesi di bilancio è la foto della celebre partita a carte tra Pertini, Bearzot, Zoff e Causio, con in primo piano la coppa appena vinta ai mondiali di Spagna ‘82 e la frase «Giochiamoci le carte giuste per l’Italia». Nonostante la vittoria del 2006, è quella l’impresa che resta più impressa nell’immaginario collettivo. Un tempo che forse oggi appare lontano, un Paese più unito, in cui le istituzioni godevano ancora dell’ampia fiducia degli italiani e che, con sacrificio e gioco di squadra, raggiungeva importanti risultati. La metafora delle carte giuste, con quella bella Coppa del mondo in primo piano, non vale soltanto per l’Italia del Calcio.
La Fondazione è nata nel novembre 2006 dall’alleanza tra le fondazioni di origine bancaria e il mondo del terzo settore e del volontariato per promuovere percorsi di coesione sociale favorendo lo sviluppo del Sud Italia. In undici anni 1.100 i progetti sostenuti con oltre 191 mln di euro di risorse private, 6.000 organizzazioni coinvolte (80% Terzo settore e 20% enti pubblici e privati), oltre 320.000 ‘destinatari’ diretti coinvolti (40% studenti), 8.000 collaborazioni tra non profit, pubblico e privato avviate nei territori, oltre 160 nuovi soggetti giuridici nati nell’ambito dei progetti. Il 2017 si è chiuso con un avanzo di esercizio di circa 23 mln di euro e con un patrimonio netto di oltre 416 mln di euro. Per le attività 2018, a disposizione 17,5 mln di euro.
Da oggi è possibile scaricare l’app CON IL SUD (per ora da Google Play, nei prossimi giorni anche da App Store) per accedere a una serie di contenuti e servizi offerti dalla Fondazione.
Per il suo primo Bilancio, Con i Bambini ha scelto la metafora calcistica e lo slogan «Facciamo squadra», con una sintesi del breve percorso di missione racchiusa in un album di figurine, dove i giocatori sono i ragazzi, le scuole, le famiglie, le organizzazioni del terzo settore, le fondazioni, le istituzioni locali e le squadre i singoli progetti messi in campo. Tre campionati non competitivi, come i bandi (Prima Infanzia 0-6 anni, Adolescenza 11-17 anni, Nuove Generazioni 5-14 anni) e la speranza di vedere tanti gol! Buone pratiche da condividere e incentivare, anche attraverso la promozione di una riflessione su tre concetti che hanno un forte significato per il futuro dei nostri giovani e del paese: periferie, povertà educativa, comunità educante. Attorno a queste parole sono stati promossi la manifestazione nazionale itinerante #ConiBambini – Tutta un’altra storia, che ha fatto tappa in diverse città italiane per incontrare e ascoltare le comunità educanti, e l’omonimo contest letterario gratuito rivolto agli studenti delle scuole che he ha visto in Giuria gli scrittori Carlo Lucarelli, Chiara Gamberale, Giovanni Tizian e Manuela Salvi. A ottobre è previsto un evento finale per restituire quanto raccolto con un incontro aperto con istituzioni, promotori, scuole e ragazzi. Da oggi inoltre sarà possibile scoprire i progetti selezionati da Con i Bambini grazie al portale percorsiconibambini.it, il network delle buone pratiche, che nelle prossime settimane si popolerà di tanti blog quanti sono i progetti, per condividere idee e scoprire le storie di contrasto al fenomeno della povertà educativa.
Con i Bambini è stata costituita nel giugno 2016 per attuare il Fondo ed è interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. In meno di due anni ha promosso 3 bandi (uno ancora in fase di valutazione) interessando circa 20.000 organizzazioni tra terzo settore, istituti scolastici ed enti pubblici, 166 progetti approvati e 240.000 minori interessati, oltre 135,5 mln di euro erogati, complessivamente 360 mln di euro per tre anni per sostenere interventi sperimentali e di comunità grazie al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile (nato nel 2016 da un accordo tra Fondazioni di origine bancaria, Forum Terzo Settore e Governo).
 
Online il bando +Risorse della Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Fondazione Sviluppo e Crescita CRT lancia il bando +Risorse, che sarà online fino al 29 giugno su Eppela, la principale piattaforma italiana di crowdfunding reward based . La call, che tiene insieme formazione sul campo ed erogazione di contributi, permetterà agli enti non profit culturali e sociali del Piemonte e della Valle d’Aosta di approcciare con successo il mercato italiano della raccolta fondi online, che nel 2017 è cresciuto di oltre il 45% rispetto all’anno precedente.
L’iniziativa, finanziata interamente dalla Fondazione Sviluppo e Crescita CRT e ideata con lo staff di Eppela, prevede un percorso di accompagnamento nella realizzazione di campagne di crowdfunding e il cofinanziamento delle donazioni raccolte secondo il meccanismo del matching grant: al raggiungimento del 50% dell’obiettivo fissato, le donazioni saranno raddoppiate da Fondazione Sviluppo e Crescita CRT fino al tetto massimo complessivo di 130 mila euro.
L’edizione sperimentale di +Risorse, lanciata nel 2017 dalla Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, si è rivelata uno strumento efficace per gli obiettivi di raccolta: l’85% delle campagne di crowdfunding, infatti, ha raggiunto il traguardo, coinvolgendo oltre 830 sostenitori e generando un effetto moltiplicatore delle risorse che, grazie al cofinanziamento della Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, hanno toccato quota 140 mila euro.