Fondazione Sardi Arte

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 02/02/2018 - 10:23
Autore/i: 
Rubrica: 
NOTIZIE
Articolo a cura di: 
Francesca Sereno

>>> Record di lettori a gennaio per il Giornale delle Fondazioni >>> Fondazione Modena Arti Visive presenta il programma espositivo 2018 >>> Fondazione Sicilia stanzia 175 mila euro per arte, ricerca e sviluppo sostenibile >>> Darwin Day al Festa di Scienza e Filosofia 2018 >>> La Fabbrica Alta di Schio cerca artisti digitali >>> Due donne per dirigere importanti istituzioni museali: Laura Valente è il nuovo Presidente della Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee, Cristiana Parrella dirigerà il Centro Pecci di Prato >>> Sport e cultura nel nuovo bando per il sociale di Fondazione Caritro.  >>> Alla Fondazione Biagiotti Progetto Arte la mostra Black Value >>> V edizione del Premio Cultura + Impresa


 
Record di lettori a gennaio per il Giornale delle Fondazioni
Ringraziamo tutti i lettori per il costante sostegno alla nostra attività di approfondimento sul mondo dell'innovazione culturale e sociale. Il mese di gennaio ha raggiunto un picco di letture mai avuto prima. La crescita rilevata e i feedback ricevuti ci sollecitano a continuare nella strada di ricerca che abbiamo intrapreso.
 
Fondazione Modena Arti Visive presenta il programma espositivo 2018
 La Fondazione Modena Arti Visive annuncia il nuovo programma espositivo dei tre istituti modenesi che governa a partire dal 3 ottobre 2017: Galleria Civica di ModenaFondazione Fotografia Modena e Museo della Figurina.
Il nuovo corso, ideato e coordinato dalla direttrice Diana Baldon, si distinguerà per la presenza di mostre dedicate ad artisti di generazioni distanti tra loro che si esprimono utilizzando molteplici mezzi espressivi.
Da marzo ad agosto saranno protagonisti nomi internazionali di grande rilievo in sette esposizioni tra Galleria Civica, Museo della Figurina Panini e Fondazione Fotografia.
Primo tra tutti, l’americano Ad Reinhardt, scomparso nel 1967 e tra i maggiori nomi d’oltreoceano nel secolo passato, che, seppur riconosciuto a livello internazionale, ha avuto ancora poca visibilità in Italia.
Un’attenzione particolare sarà data ad artiste donne, con due grandi mostre personali della statunitense Sharon Lockhart e della giovane italiana Adelita Husni-Bey, che — a distanza di una generazione — condividono l’indagine sui temi sociali.
Ci saranno autori importantissimi anche italiani, com’è il caso del modenese Franco Vaccari, anticipatore di molta arte contemporanea odierna.
La collettiva A cosa serve l'utopia, ospitata negli spazi della Galleria Civica di Modena a Palazzo Santa Margherita, darà occasione di visibilità ai patrimoni collezionistici gestiti dalla fondazione, come anche il progetto espositivo del Museo della Figurina riguardante il ciclo di cartoni animati giapponesi storici denominati World Masterpiece Theater. Anche le giovani promesse della fotografia e i curatori della scuola di alta formazione di Fondazione Fotografia Modena si cimenteranno con The Summer Show e una nuova mostra ospitata quest’anno alla Galleria Civica che attingerà dalle opere delle collezioni.
Il programma espositivo 2018 comprende rassegne monografiche di artisti che si esprimono utilizzando molteplici mezzi espressivi, ma anche collettive a cura di Diana Baldon e dei collaboratori Chiara Dall’Olio, Daniele De Luigi, Serena Goldoni, Francesca Fontana.
All’insegna dell’importanza riposta sull’educazione visiva, nel corso del 2018 verrà strutturato un dipartimento educativo unico per i tre istituti che si occuperà delle attività di carattere pedagogico indirizzate a bambini e adolescenti, così come a utenti adulti e varie comunità.
Secondo Diana Baldon «il 2018 vede una prima concreta manifestazione dell’integrazione delle singole istituzioni nel rispetto delle rispettive storie».

Fondazione Sicilia stanzia 175 mila euro per arte, ricerca e sviluppo sostenibile
La Fondazione Sicilia mette a disposizione un fondo di 175 mila euro per che favoriscano la conoscenza dei beni culturali, la loro conservazione o restauro e che rendano le strutture scolastiche più accessibili e sicure. L’intento è di coinvolgere i giovani per preservare la memoria della comunità e promuovere lo sviluppo socioeconomico del territorio valorizzando, per esempio, tesori poco conosciuti come archivi storici e biblioteche. Inoltre, verranno sostenuti progetti in ambito scientifico e tecnologico, anche attraverso il finanziamento di borse di studio o dottorati di ricerca sulla realtà economica e culturale della Sicilia.
Potranno fare richiesta di contributo enti pubblici e privati senza fini di lucro, associazioni, istituzioni e cooperative che operano nei settori e con gli scopi indicati dalla Fondazione.
Il modulo per le richieste potrà essere scaricato dal sito. Le domande dovranno essere inoltrate, mediante posta certificata, entro il 31 marzo 2018.
Scarica il bando
 
Darwin Day al Festa di Scienza e Filosofia 2018
In occasione del Darwin Day 2018 del 9 e 10 febbraio, il Laboratorio di Scienze Sperimentali, il Comune di Trevi e la Fondazione Villa Fabri di Trevi, con il patrocinio della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica, presentano la prima anteprima di Festa di Scienza e Filosofia – Virtute e Canoscienza 2018, dedicata alla Biologia Evolutiva.
Due giorni all’insegna della divulgazione scientifica, durante i quali attraverso attività per le scuole e conferenze per il pubblico, saranno affrontati temi legati alla biologia evoluzionistica e alla figura di Charles Darwin.
I concetti fondamentali della teoria dell’evoluzione saranno presentati agli studenti delle scuole tramite attività ludico-didattiche; le conferenze si concentrano sia sulla ricerca di base sia sulle potenzialità applicative della biologia evolutiva.
Lo studio della biodiversità e la sua conservazione saranno protagonisti del dibattito tra i relatori e il pubblico. Un’attenzione particolare sarà rivolta alla diversità e alla storia evolutiva delle piante di interesse agronomico quali cereali e soprattutto, ulivi. Verrà trattato il tema della conciliazione tra sviluppo e sostenibilità ambientale, condizione fondamentale per un progresso economico e sociale che guardi al futuro con consapevolezza. Il Darwin Day 2018 consentirà di approfondire il tema delle migrazioni umane dal punto di vista evolutivo, con particolare attenzione ai principi scientifici che smentiscono il concetto di razza umana.
La Fondazione Villa Fabri in questi ultimi anni della sua attività si è dedicata, oltre ad analizzare le dinamiche della trasformazione del paesaggio dell’Umbria, a «diffondere la Biodiversità nei diversi settori della società, per sostenere i popoli e i loro mezzi di sostentamento», così come previsto nell’obiettivo della Convenzione sulla Diversità Biologica delle Nazioni Unite, ratificato durante il Summit delle Terre a Rio de Janeiro nel 1992.
Scarica il programma
 
La Fabbrica Alta di Schio cerca artisti digitali
La Fabbrica Alta di Schio, in provincia di Vicenza, realizzata nel 1862 su progetto dell’architetto belga Auguste Vivroux, torna a vivere grazie all’innovativo progetto «Deus Ex Fabrica», promosso dal Comune di Schio insieme alla Fondazione Teatro Civico di Schio, con il coordinamento scientifico del Laboratorio di management dell’arte e della cultura dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Sta giungendo alla sua fase conclusiva, infatti, il percorso di rigenerazione culturale e urbana «FabricAltra».
L’iniziativa, ideata e curata dal collettivo di artisti professionisti D20 con il coordinamento scientifico del Laboratorio di management dell’arte e della cultura dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, prevede il coinvolgimento di artisti digitali, multimediali, sound artists, compositori provenienti da tutto il mondo affinché, con la loro creatività e tramite i linguaggi dell’arte e le tecnologie digitali, possano far rivivere la fabbrica di Schio, uno dei simboli dell’industrializzazione italiana abbandonato da anni.
A tale scopo fino al 10 febbraio 2018, è stata aperta una call che propone una settimana di residenza online per ogni artista selezionato (oltre a un premio di 200 €).
Attraverso una macchina del suono e a una piattaforma digitale i partecipanti alla residenza online ‘giocheranno’ con l’edificio rendendolo sonoro e luminoso. La sofisticata piattaforma tecnologica permetterà loro di creare composizioni uniche e site-specific. Gli artisti potranno dunque interpretare i dati provenienti da sensori posizionati ad hoc, generare visuals sul ledwall della facciata della costruzione e processare in tempo reale il suono di un carillon meccanico azionato tramite computer.
La facciata della fabbrica diventerà un enorme schermo di luci e colori, i cui effetti saranno resi visibili all’artista, durante la sua sperimentazione a distanza, grazie a una webcam puntata sull’edificio.
I partecipanti potranno comporre i loro pezzi e le installazioni sonore utilizzando i software Supercollider, Max/MSP, Pure Data. Gli input e gli output sono già mappati tramite un’interfaccia audio e endpoint Osc, da utilizzarsi secondo la personale visione artistica di ciascuno. Il lavoro potrà contenere materiale campionato, tracce multimediali fixed-media, audio di sintesi, sequenze di composizione algoritmica.
Per saperne di più
 
Laura Valente è il nuovo Presidente della Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee
Il presidente della giunta regionale campana, Vincenzo De Luca, ha firmato la nomina dei componenti del nuovo consiglio di amministrazione della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, il più importante museo d’arte contemporanea del Mezzogiorno.
Sarà Laura Valente (classe 1965), musicologa e giornalista, a guidare la fondazione, affiancata, nel consiglio di amministrazione, da Ferdinando Pinto e Maria Letizia Magaldi.
Laureata in Marketing e Comunicazione delle Arti Performative a New York, è stata Capo Ufficio Stampa e della Comunicazione di importanti Fondazioni Liriche, dal Teatro alla Scala di Milano al Teatro di San Carlo di Napoli, per cui ha firmato il progetto di MEMUS (Museo e Archivio Storico), che ha inaugurato, quale Responsabile scientifico, il 30 settembre 2011. Già Docente di Comunicazione e Management della Cultura nei corsi di varie Università italiane, è stata Direttore artistico e generale di diverse rassegne internazionali, da Classico pompeiano nell'anfiteatro della città antica fino alla recente nomina, nel 2016, al Festival di Ravello quale Direttore artistico ‘Danza/Tendenze/Nuovi Linguaggi/Formazione’ e al Premio Positano Danza (responsabile creativa e di crowfunding del progetto «Casa Corriere» allestito dal «Corriere del Mezzogiorno»).
È specialista nel settore delle imprese culturali e delle performing arts per varie testate nazionali e internazionali, da ‘Opera UK’ a ‘La Repubblica’ e ‘Corriere del Mezzogiorno/Corriere della Sera’.
 
Cristiana Perrella è la nuova direttrice del Centro Pecci di Prato.
Cristiana Perrella è stata nominata dal Consiglio d’Amministrazione della Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana come nuova direttrice del Centro Pecci di Prato.
Succede a Fabio Cavallucci ed è stata scelta tra una rosa di 9 candidati da una commissione d'esperti composta da Gabriella Belli,  Tomaso Montanari e Alessandro Rabottini. Gli altri nomi in lizza erano Arabella Natalini, Camilla Mozzato, Marie Muracciole, Marco Trevisan, Angel Moya Garcia, Stefano Raimondi, Alfredo Cramerotti, Corinne Diserens. 
Curatrice e critica d’arte, classe 1965, per dieci anni è stata responsabile del Contemporary Arts Programme presso la British School di Roma, ha collaborato con RISO, il Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia ed attualmente è curatrice alla Fondazione Golinelli di Bologna, oltre a organizzare mostre in musei e gallerie quali la Fondazione Prada di Milano o il MAXXI di Roma. Il suo, in qualche modo, è un ritorno avendo frequentato nel 1991-1992 il corso per giovani curatori che si tenne in quegli anni proprio al Centro Pecci. Ha insegnato "Fenomenologia dell'arte contemporanea" alla facoltà di Lettere dell'Università di Chieti. Ha pubblicato numerosi testi e biografie, tra cui quella dedicata a Francesco Vezzoli. 
La nuova direttrice resterà in carica per un triennio.
 
Sport e cultura nel nuovo bando per il sociale di Fondazione Caritro.
C’è tempo fino al 16 febbraio per presentare i progetti per il Bando 2018 Cultura e sport per il sociale di Fondazione Caritro.
Tramite questo bando la Fondazione intende sostenere progetti innovativi che dimostrino la capacità di fondere linguaggi e contenuti della cultura e dello sport con finalità sociali.
Sono a 100 mila euro per progetti che dovranno necessariamente registrare la collaborazione di almeno due realtà di volontariato, di cui una attiva in campo sociale e una che opera in ambito culturale o sportivo.
Tra i requisiti richiesti vi eà quello di realizzare il progetto in provincia di Trento, di concluderlo entro 12 mesi, prevedendo costi complessivi per l’attuazione non superiori a 30 mila euro.
Scarica il bando
 
Alla Fondazione Biagiotti Progetto Arte la mostra Black Value
Verrà inaugurata giovedì 8 febbraio la mostra ‘Black Value’ alla Fondazione Biagiotti Progetto Arte di Firenze.
L'esposizione, a cura di Janine Gäelle Dieudji e Justin Randolph Thompson, fa parte della terza edizione del Black History Month Florence ed co-organizzata con l’American Academy di Roma e con il supporto della Galleria Continua che esamina il dinamismo contemporaneo delle persone emarginate nel contesto di un paesaggio socio-culturale in continuo cambiamento, che sfida le realtà geografiche e politiche tradizionalmente prescritte. Coinvolgendo borsisti del passato e del presente dell’American Academy di Roma, la mostra, in programma fino al 17 marzo, presenta una serie di lavori di artisti che sondano attivamente prospettive globali, aspirazioni transnazionali, storie plurali e meditazioni sulla distanza dal punto di vista dei cittadini statunitensi all’estero. Rinegoziando la percezione del valore della società, queste opere trascendono la postura della logica binaria e risuonano con mitologie inesplorate che scuotono le loro allusioni implicite a una caratterizzazione frettolosamente superficiale dei loro creatori. La ‘Blackness’ nel contesto globale, il romanticismo storico associato al punto di vista di un estraneo sulla storia degli Stati Uniti e le correnti sociopolitiche risuonano in queste opere che frantumano i vincoli di un monolite afroamericano. 
Gli artisti saranno: Sanford Biggers _ FAAR’17, Abigail DeVille_ FAAR’17, Kevin Jerome Everson_ FAAR’02, Lyle Ashton Harris_FAAR’01, Beverly McIver_ FAAR ’17, Senam Okudzeto _ FAAR’15, Nari Ward_ FAAR’12. 
 
V edizione del Premio Cultura + Impresa
Si rinnova il Premio dei migliori progetti di Sponsorizzazione e Partnership nella Cultura e di Produzione culturale d’Impresa e con l’Art Bonus in Italia. Il Premio è affiancato da numerose istituzioni tra cui Assifero.
L’edizione 2017-2018 del Premio coincide con un nuovo sostegno della Fondazione Cariplo al Progetto CULTURA + IMPRESA, che consentirà di sviluppare nuove iniziative, tra le quali l’elaborazione del Modello di valutazione delle Sponsorizzazioni e delle Partnership Culturali in termini di benefici di comunicazione e di impatto sociale ed economico, oltre che un focus sulle Sponsorizzazioni e Partnership culturali in Lombardia.
Partner del Premio CULTURA + IMPRESA è anche la Fondazione Accenture: sulla sua piattaforma digitale IdeaTRE60 sono gestite on-line le fasi di informazione in progress, acquisizione dei Progetti partecipanti, valutazione da parte della Giuria, e successiva divulgazione e valorizzazione dei Progetti premiati e presentati, massimizzandone l’efficacia.
Il sito di riferimento è: culturapiuimpresa.ideatre60.it, che conserva e illustra tutta la storia del Premio CULTURA + IMPRESA, per renderla disponibile agli Operatori culturali, alle Imprese e alle Agenzie di comunicazione.
Per saperne di più