Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore
 

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 01/06/2018 - 06:57
Autore/i: 
Rubrica: 
NOTIZIE
Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
>>> Fondazione Artea valorizza il Castello del Roccolo di Busca con ‘Carte da decifrare’ >>> Con ‘Life in Cities’, la fotografia di Michael Wolf alla Fondazione Stelline >>> Fondazione Barilla promuove un progetto di cultura alimentare nelle scuole >>> La XXIII edizione del Premio Cimitile nel complesso delle Basiliche Paleocristiane di Napoli >>> Festival delle tragedie greche a Ragusa Ibla
 
Fondazione Artea valorizza il Castello del Roccolo di Busca con ‘Carte da decifrare’
Scrittori e musicisti di fama saranno ospiti per 4 sabati di giugno, dal 2 al 23, al Castello del Roccolo grazie a ‘Carte da decifrare’, il nuovo evento culturale ideato dalla Fondazione Artea, con il contributo della Città di Busca.

L’iniziativa, che prende il nome di una canzone di Ivano Fossati, nasce per valorizzare il castello del Roccolo con la presenza di grandi nomi della letteratura e della musica, dopo la felice esperienza del ‘Roccolo della Poesia’, grazie alla quale fu ospitata anche Alda Merini.
L’idea di mettere a confronto uno scrittore e un musicista e lasciare loro carta bianca nell’interpretare la sfida che il nome della rassegna suggerisce è stata condivisa con Nicola Lagioia, direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino, e Maurizia Rebola, direttrice del Circolo dei Lettori di Torino, che hanno subito accettato di mettere la loro esperienza a disposizione del progetto curandone la direzione artistica, e con Matteo Negrin, direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo, che ha sostenuto la rassegna e collaborato attivamente alla sua realizzazione.
Ad aprire la rassegna, sabato 2 giugno, è ‘Godano i Malinconici’ di Diego de Silva Cristiano Godano, un reading tratto dai romanzi dedicati al più amato degli avvocati della narrativa italiana, Vincenzo Malinconico, e dall’ultimo lavoro del suo autore dal titolo ‘Superficie’ alternato ad un live act del rocker dei Marlene Kuntz che eseguirà in acustico brani della band.
Il sabato successivo, 9 giugno, è la volta di Michela Murgia che in ‘Sorella di re’ presenta, accompagnata dalla performance live di Francesco Medda in arte Arrogalla, un reading tratto da un suo racconto inedito, a cui si uniranno le composizioni elettroniche e atmosfere etno-dub studiate dal musicista per questo evento.
Sabato 16 giugno Giancarlo De Cataldo Danilo Rea in ‘L’agente del caos’ portano in scena l’ultima fatica dello scrittore di ‘Romanzo Criminale’ e ‘Suburra’ insieme alle improvvisazioni musicali dell’ecclettico pianista.
Nell’ultimo appuntamento di sabato 23 giugno lo scrittore Paolo Giordano con la performance elettro acustica dei compositori di colonne sonore Minus&Plus Giorgio Ferrero e Rodolfo Mongitore presenta un viaggio di parole e musica a partire dal suo ultimo lavoro ‘Divorare il cielo’.
Le perfomance serali saranno precedute da visite guidate al Castello del Roccolo.

Con ‘Life in Cities’, la fotografia di Michael Wolf alla Fondazione Stelline
Dal 10 maggio al 22 luglio 2018, negli spazi espositivi della Fondazione Stelline di Corso Magenta 61, si terrà ‘Life in cities’, la prima grande mostra in Italia dedicata a Michael Wolf, artista e fotografo tedesco che ha studiato con il maestro Otto Steinert alla Folkwang School di Essen e alla Berkeley in California.
Fotografo e artista visivo di successo, Michael Wolf ha ricevuto autorevoli riconoscimenti internazionali, vincendo due World Press Photo (nel 2005 e nel 2010) e arrivando alla selezione finale dell’ultima edizione del prestigioso Prix Pictet. La notorietà raggiunta dai suoi progetti fotografici, che colgono astrazioni dell’architettura cittadina e prospettive vertiginose della sua implacabile espansione, continua a essere oggetto di pubblicazioni ed esposizioni.
Premiata all’ultima edizione di Les Rencontres d’Arles, ‘Life in cities’ è una retrospettiva che celebra la relazione tra densità umana e architettura urbana. In mostra 150 opere di Michael Wolf da sei sue celebri serie: dalla più recente Paris Rooftops (2014), alla serie di foto più famosa Tokyo Compression (2010-2013), ma anche Informal Solution (2003-2014) Architecture of Density (2003 - 2014) e Transparent City (2006) dedicate alla complessità delle città moderne, fino ai suoi lavori che testimoniano i primi anni di attività come fotografo documentarista.
L'obiettivo di Michael Wolf mette a fuoco la relazione tra struttura sociale e architettonica delle città. Scatti e progetti capaci di cogliere nelle complessità strutturali del paesaggio urbano tracce della densità di quello umano, come nella serie dedicata ai tetti di una Parigi al confine tra rappresentazione e astrazione.
La mostra Lifes in cities, a cura di Wim van Sinderen e Alessandra Klimciuk, è realizzata dalla Fondazione Stelline in collaborazione con Fotomuseum Den Haag / The Hague Museum of Photography.

 

Fondazione Barilla promuove un progetto di cultura alimentare nelle scuole
Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition (Bcfn) ha lanciato un progetto finalizzato ad inserire il tema della sostenibilità alimentare all’interno del piano dell’offerta formativa scolastica. Le azioni di intervento, presentate lo scorso 24 maggio nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018 di Asvis, consistono in una serie di appuntamenti finalizzati a mostrare come le nostre scelte alimentari impattano sull'ambiente e cosa possiamo fare tutti insieme per aiutare il pianeta attraverso quello che ogni giorno scegliamo di mettere nel nostro piatto.
Tra gli interventi messi in campo l’evento programmato a Parma lo scorso 26 maggio sul rapporto tra cibo ed obiettivi di Sviluppo Sostenibile. A seguire il 30 maggio a Roma, presso l'Istituto Agrario Garibaldi, un incontro con i docenti per fare scoprire come trasferire in classe le tematiche legate al tema della sostenibilità. A Milano, invece, Fondazione Bcfn ha organizzato una serie di laboratori interattivi tenuti dal 24 al 27 maggio presso il Pirelli Hangar Bicocca dedicato agli alunni delle scuole primarie per mostrare, con veri e propri esperimenti e attività manuali, come si può dare vita a nuovi sistemi alimentari sostenibili. Con l’apertura del nuovo anno scolastico Bcfn lancerà il nuovo progetto sulla piattaforma di didattica educazionedigitale.it che arricchirà il Piano di Offerta Formativo e che è legato al mondo della sostenibilità alimentare.

 

La XXIII edizione del Premio Cimitile nel complesso delle Basiliche Paleocristiane di Napoli

La Fondazione Premio Cimitile con i soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio, promuove la XXIII edizione della rassegna letteraria nazionale Premio Cimitile, in programma dal 9 al 16 giugno prossimi.
Il Premio Cimitile e Guida Editore negli anni hanno voluto premiare e rendere protagonisti, con le migliori firme del giornalismo e della letteratura italiana, anche e soprattutto gli inediti, scoprendo nuovi scrittori e ponendoli all’attenzione del panorama nazionale.
La settimana di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico sarà densa di eventi, letteratura, convegno internazionale di studi, spettacoli, musica, momenti di riflessione. Il Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile, uno degli esempi più affascinanti di arte paleocristiana in Italia, sarà lo scenario naturale di tutta la kermesse letteraria.
Ad inaugurare la rassegna sarà sabato 9 giugno la mostra d’arte ‘Controguerra 2018, Un segno di pace nel centenario della grande guerra’ a cura di Giuseppe Bacci che aprirà la kermesse letteraria con la presentazione del libro ‘Palazzo d’ingiustizia’, di Riccardo Iacona edito da Marsilio. Domenica 10 ci sarà la presentazione del libro ‘Lei mi sorride ancora’ di Rita Muscardin di Guida Editori, opera vincitrice della sezione inedita di narrativa. Martedì 12 sarà presentato ‘Il lavoro nel XXI secolo’ di Domenico De Masi mentre giovedì 14 sarà la volta del convegno internazionale di archeologia dal titolo ‘Prima e dopo Alboino: sulle tracce dei Longobardi’.
Culminerà con la serata finale di premiazione e la consegna dei campanili d’argento ai vincitori della XXIII edizione del Premio, selezionati dal Comitato scientifico presieduto da Ermanno Corsi:
Sezione I - Migliore opera inedita del genere narrativa: Rita Muscardin con ‘Lei mi sorride ancora’ – Guida Editori.
Sezione II – Migliore opera edita di narrativa: Sara Rattaro con ‘Uomini che restano’ – Sperling & Kupfer. 
Sezione III – Migliore opera edita di attualità: Mario Giordano con ‘Avvoltoi’ – Mondadori
Sezione IV – Migliore opera edita di saggistica: Alessandro Barbano con ‘Troppi diritti’ – Mondadori.
Sezione V – Migliore opera edita archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale: Matteo Braconi con ‘Il Mosaico del Catino Absidale di S. Pudenziana’ – Tau Editore. 
Premio Giornalismo ‘Antonio Ravel’ a Carlo Verna, Presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti
Premio Speciale ad Alessandro Pansa Prefetto, Direttore Generale del DIS
Ai premiati sarà consegnato il ‘Campanile d'argento’ opera raffigurante il primo campanile della cristianità, quello delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile. 
L’iniziativa vanta autorevoli patrocini: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Curia Vescovile della Diocesi di Nola.

 
Festival delle tragedie greche a Ragusa Ibla

Da venerdì 1 a domenica 3 giugno Ragusa Ibla sarà la sede della 3° edizione del festival della tragedia greca ‘3drammi3’ per un fine settimana dedicato alla letteratura antica e allo splendore di uno degli angoli più apprezzati al mondo, in cui la storia si intreccia indissolubilmente all’arte e alla cultura.
Il programma, curato dalle sorelle Vicky e Costanza Di Quattro e Clorinda Arezzo, in perfetta sintonia con la contemporanea programmazione al Teatro Greco di Siracusa, prende il via venerdì 1° giugno con il reading di ‘Carrube e Cavalieri’ di Raffaele Poidomani.
Sabato 2 giugno la rappresentazione della tragedia ‘Le Troiane’ direttamente sulla scalinata del Duomo di San Giorgio, con le attrici Stefania Blandeburgo, Aurora Cimino, Graziana Lo Brutto, Clara Ingargiola, Chiara Seminara e Sabrina Sproviero, dirette da Matteo Tarasco. Ma in programma ci sono tanti appuntamenti da non perdere.
Due nuove location, Palazzo La Rocca, per gli appuntamenti della prima giornata di venerdì 1° giugno, e Palazzo Arezzo di Trifiletti, per quelli di sabato 2 giugno, potranno invece essere ammirate dal pubblico presente che potrà assistere alla messa in scena delle opere in programmazione a Siracusa in formato pocket, “Edipo a Colono” venerdì 1° giugno, alle ore 20.00, ed “Eracle” sabato 2 giugno, alle ore 19.00, a cura di Manuel Giliberti e di Gianpaolo Renello con gli attori Davide Sbrogiò, Corrado Drago e Desirée Giarratana.
A chiudere, domenica 3 giugno ai Giardini Iblei, sarà Roberto Vecchioni che oltre ad un emozionante live per il pubblico ibleo, presenterà il suo ultimo libro ‘Il mercante di luce’. Tra gli appuntamenti anche lo stage ‘Idomeneo – re di Creta’, diretto da Marco Gandini, con la partecipazione straordinaria del soprano Eva Mei e del tenore Emanuele D’Aguanno, che si svolgerà nelle giornate del festival, con l’esibizione finale dei partecipanti domenica 3 giugno ai Giardini Iblei.
Il festival ‘3drammi3’, promosso e organizzato dal Teatro Donnafugata, gode del contributo del Comune di Ragusa, Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo, e della sponsorizzazione di Fondazione Sicilia, Pegaso Università telematica, Natura Iblea, Acqua Santa Maria, Rotary Ragusa e Rotary Siracusa. Sponsor tecnici del live di Roberto Vecchioni sono Land Rover ST Sergio Tumino, Banca Agricola Popolare di Ragusa – sede di Ragusa Ibla e MAD Magazzini Donnafugata.
Scarica il programma