artlab17_590x100.jpg

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI BOLOGNA

Anno censimento: 
2013
Regione: 
Veneto
Dati anagrafici
Indirizzo sede Via Luigi Farini, 15
Cap 40124
Città Bologna
Contatti telefonici 051-2754111
Contatti e-mail info@fondazionecarisbo.it
Sito internet www.fondazionecarisbo.it
Social network FB, T, YT, F Genus Bononiae
Presidente Leone Sibani
Vicepresidente Gianfranco Ragonesi
Enti strumentali e/o partecipati per l’arte e la cultura Museo della Città di Bologna srl
Numero di dipendenti 20
Data del rinnovo del Consiglio di amministrazione 2017
Dati economici
Patrimonio netto al 31-12-2011 755,794,142
Patrimonio netto al 31-12-2012 756,716,175
Totale erogazioni 2011 11,458,007
Erogazioni arte e cultura 2011 3,710,237
Totale erogazioni 2012 9,087,976
Erogazioni arte e cultura 2012 3,960,113
Strategie e strumenti d'intervento nella cultura
Affianca alla funzione di soggetto erogatore a beneficio di terzi, una funzione attiva attraverso l’ideazione e la realizzazione di progetti propri, come il percorso artistico, culturale e museale Genus Bononiae.
Nelle erogazioni individua sul territorio locale attraverso la Commissione Arte e Cultura, iniziative particolarmente significative che per tradizione, partecipazione popolare, pregio rappresentano l’anima della città.
Principali azioni
Con la società strumentale Museo della Città di Bologna gestisce Genus Bononiae, percorso culturale,
artistico e museale articolato in otto edifici nel centro storico di Bologna, restaurati e recuperati per la fruizione pubblica
dal 2003 a oggi. Prosegue con l'intervento di restauro della Rocchetta Mattei, complesso monumentale in grave stato di abbandono nell’Appenino Emiliano presso il Comune di Grizzana Morandi, con l’intendimento di inserire l’operazione di recupero di questo raro esempio di architettura eclettica nell’ambito di un più ampio progetto di riqualificazione della Valle del Reno. In ambito musicale sostiene realtà già consolidate, prima tra tutte l'Orchestra Mozart.
Progetti innovativi
Nel percorso Genus Bononiae il percorso espositivo più innovativo è proposto a Palazzo Pepoli: un museo di nuova concezione, grazie al ricorso a tecniche espositive scenografiche ed interattive che ricostruisce le vicende storiche e culturali, artistiche e scientifiche della città.
Patrimonio storico-artistico
Beni architettonici, artistici e documentali. Gran parte delle aquisizioni riguardano la storia bolognese ed emiliano romagnola, altre il novecento italiano (da De Chirico a De Pisis, da Arturo Martini ai contemporanei); particolarmente rilevante è il patrimonio musicale, per la maggior parte contenuto nel Complesso di San Colombano (ottanta pezzi antichi tra clavicembali, spinette, pianoforti clavicordi, tutti funzionanti). Aderisce a «r’accolte» di Acri.