artlab17_590x100.jpg

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DELLA PROVINCIA DELL'AQUILA

Anno censimento: 
2013
Regione: 
Abruzzo
Dati anagrafici
Indirizzo sede Via Salaria Antica Ovest, 8
Cap 67100
Città L'Aquila
Contatti telefonici 0862/401020 e 0862/401514
Contatti e-mail segreteria@fondazionecarispaq.it
Sito internet www.fondazionecarispaq.it
Presidente Marco Fanfani
Vicepresidente Domenico Taglieri
Direttore David Iagnemma
Numero di dipendenti 5
Data del rinnovo del Consiglio di amministrazione 2016
Dati economici
Patrimonio netto al 31-12-2011 136,802,832
Patrimonio netto al 31-12-2012 137,902,159
Totale erogazioni 2011 2,060,727
Erogazioni arte e cultura 2011 701,714
Totale erogazioni 2012 2,091,141
Erogazioni arte e cultura 2012 560,730
Stima totale erogazioni 2013 2,000,000
Stima erogazioni arte e cultura 2013 600,000
Strategie e strumenti d'intervento nella cultura
L’Ente considera l'investimento culturale come importante volano di crescita per l’economia, la competitività locale e l’occupazione. E' impegnato prevalentemente per il recupero dei beni storico-artistici e architettonici, con particolare riferimento a quelli danneggiati dal sisma del 2009 (restituzione alla città della Chiesetta della Madonna Fore, di due tele di Giacinto Brandi provenienti dal Museo Nazionale d'Abruzzo, etc); progetti sulle emergenze archeologiche della provincia, nonché per la diffusione e l’ampliamento dell’offerta culturale (musica, teatro, spettacolo dal vivo e attività espositive); promuove l’editoria e la lettura. Agisce in sussidiarietà con gli locali catalizzando anche attori privati.
Principali azioni
Finanzia progetti volti al recupero dei beni artistici e architettonici, con particolare riferimento a quelli danneggiati dal sisma del 6 aprile 2009 siglando anche un Protocollo d'intesa con MiBAC, Regione Abruzzo, e le altre fondazioni di origine bancaria abruzzesi (Tercas, Carichieti e Pescarabruzzo). L' ultima restituzione alla città è la Porta Napoli.
Patrimonio storico-artistico
Collezione di dipinti, merletti e sculture che testimoniano il forte legame con il territorio di riferimento. Ha in programma di incrementare il patrimonio artistico per costituire una raccolta organica che valorizzi le tradizioni artistiche locali, poco conosciute ( progetto proprio «Cultura nostra», che prevede oltre ad acquisizioni, progetti espositivi ). Aderisce a «r’accolte» di Acri.