artlab17_590x100.jpg

Venezia, il mondo Uno di Virginio Bruni Tedeschi

  • Pubblicato il: 26/08/2011 - 07:38
FONDAZIONI CIVILI
Virginio Bruno Tedeschi

Venezia. «Mondo Uno» è la mostra itinerante che dal 4 settembre al 3 ottobre nella Sala Borges della Fondazione Giorgio Cini nell’Isola di San Giorgio Maggiore presenta 42 fotografie in bianco e nero e una serie di polaroid SX70 di Virginio Bruni Tedeschi, fratello di Carla Bruni-Sarkozy e dell'attrice e regista Valeria.

Articolo a cura di: 
Myriam Zerbi
Autore/i: 

Festival: save the date

  • Pubblicato il: 12/08/2011 - 08:28
NOTIZIE
Il Festival della Filosofia a Modena

Si prospetta un settembre denso e stimolante di Festival, una formula di stimoli culturali che si è estesa nel Paese coinvolgendo un pubblico di 10 milioni di partecipanti su circa 1.000 operazioni (fonte Osservatorio Italiano dei Festival).
Festival resi possibili grazie al supporto di molte fondazioni di origine bancaria.
Mettiamo in agenda gli appuntamenti sui quali torneremo con approfondimenti:

Articolo a cura di: 
Redazione
Autore/i: 

I live MAXXI

  • Pubblicato il: 12/08/2011 - 08:15
FONDAZIONI CIVILI

Roma. Necessità fa virtù? La crisi finanziaria mette a serio rischio la capacità di agire delle istituzioni culturali e assistiamo a una vera accelerazione di interesse per il fund raising. Tuttavia, per quanto se ne parli diffusamente, non è frequente trovare nel nostro Paese sistematicità e professionalità, per non parlare di una strategia nella ricerca di fonti di finanziamento complementari o alternativi al tradizionale finanziamento pubblico.

Articolo a cura di: 
Catterina Seia
Autore/i: 

Il sindaco intellettuale che rese concreta l'utopia della città degli artisti

  • Pubblicato il: 12/08/2011 - 08:12
NOTIZIE
La Montagna di Sale di Mimmo Paladino a Gibellina

Gibellina (Trapani). La tragica fine dell'ex senatore del Pci Ludovico Corrao, 84 anni, lascia sgomenti, per l'efferatezza del delitto: è stato colpito con una statuetta e sgozzato con un coltello da cucina da uno dei suoi domestici, un ragazzo originario del Bangladesh, Mohammed Saiful Islam di 21 anni, reo confesso. Sui motivi gli inquirenti indagano non escludendo finora nessuna ipotesi.

Articolo a cura di: 
Giusi Diana
Autore/i: 

Pagine